Cerca nel sito

mercoledì 31 gennaio 2007

Cerco casa su ImmObilmente con QuotidianoCasa

ImmObilmente.com, il più completo e innovativo Motore di Ricerca Immobiliare su Internet,
ha stretto una partnership con QuotidianoCasa.it, il primo giornale online di notizie sulla casa che fornisce strumenti adeguati per un’informazione puntuale, concreta e ricca di riferimenti e link ai siti degli operatori del settore.

Da oggi, collegandosi a www.quotidianocasa.it, oltre ad ottenere informazioni a 360° “su tutto quanto fa casa”, è possibile effettuare una ricerca tramite il pannello di ImmObilmente e trovare una casa o un appartamento in vendita o in affitto tra le migliaia di annunci che le agenzie immobiliari e i costruttori edili hanno inserito su www.immobilmente.com.

Questo accordo conferma ancora una volta come ImmObilmente sia pronta a cogliere ogni nuova occasione che le consenta di costruire una professionalità sempre più solida ed orientata alla tutela degli interessi del canale immobiliare.

“Unire le competenze di chi lavora con passione nell’ambito del nostro settore rappresenta non solo una notevole opportunità di crescita ma anche la possibilità di fornire servizi sempre più completi ai nostri clienti”.

ENEA: ESPERIMENTO NEUTRONI PER BRUCIARE SCORIE NUCLEARI



ENEA
Ente per le Nuove tecnologie, l'Energia e l'Ambiente


Comunicato Stampa




CONCLUSO ESPERIMENTO SCIENTIFICO INTERNAZIONALE

PER L'IMPIEGO DI NEUTRONI PER IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI NUCLEARI




ENEA partner italiano dell'esperimento MEGAPIE

 

MEGAPIE è il più innovativo esperimento scientifico internazionale finalizzato a dimostrare la possibilità di produrre una sorgente di neutroni di elevata potenza da impiegare in vari settori della ricerca, ed in particolare, per il bruciamento dei rifiuti radioattivi.

L'esperimento ha consistito in una prima fase di irraggiamento, riuscendo a produrre una sorgente di neutroni di elevata potenza colpendo un bersaglio di metallo liquido con un fascio di protoni

MEGAPIE è stato condotto presso il Paul Scherrer Institute (PSI) di Villigen in Svizzera, impegnando esperti della comunità scientifica internazionale dal suo avvio, avvenuto nell'agosto 2006, fino a quando le attività di ricerca sono state portate a termine a fine dicembre 2006.

Per questo esperimento è stato utilizzato un fascio di neutroni da 1 MW, il più potente al mondo, ed i  risultati ottenuti hanno dimostrato che il flusso neutronico prodotto era più elevato dell'80% in comparazione a quello che si ottiene con gli abituali bersagli di tipo solido, superando di gran lunga le aspettative iniziali.

L'Italia ha partecipato tramite l'ENEA a questo esperimento, nell'ambito del quale ha svolto attività di progettazione dei sistemi di carico e scarico del "bersaglio di spallazione", ovvero di una sorta di modulo, chiamato "target", nel quale avviene una reazione in cui il nucleo bersaglio emette neutroni a seguito del bombardamento con protoni ad alta energia, oltre ad attività di qualificazione dei sistemi per l'asportazione di calore, di qualificazione  dei materiali strutturali in condizione di corrosione da metallo liquido e di verifica termo-meccanica del target stesso.

Il supporto italiano a questo esperimento è stato pari a circa l'otto per cento del valore delle realizzazioni effettuate, ma l'Italia è risultato il terzo paese  per forniture tecnologiche dopo la Svizzera e la Francia. L'industria italiana, infatti,  ha realizzato alcune delle parti più delicate del sistema, ricevendo il 22 % degli investimenti per la realizzazione del "target"e dei suoi sistemi ausiliari, ed in particolare: il circuito di asportazione del calore, il circuito di circolazione del gas di copertura del "target", il sistema di carico. Tutto ciò è stato reso possibile dalle elevate competenze tecnico scientifiche maturate a livello nazionale sia nel settore della ricerca sui sistemi ADS e delle tecnologie dei metalli liquidi pesanti sia nel settore dello sviluppo industriale.

Il Paul Scherrer Institute ha coordinato i lavori per l'installazione e l'assemblaggio del bersaglio e del sistema nel suo complesso. Le autorità svizzere competenti per la sicurezza (Swiss Federal Office of Public Health) hanno garantito il controllo di tutte le operazioni.

MEGAPIE ha fornito informazioni di grande rilevanza per lo sviluppo di queste tecniche, e la campagna sperimentale viene seguita da un team internazionale con competenze interdisciplinari, composto da 170 persone tra ricercatori, ingegneri e tecnici provenienti da nove Istituti di ricerca ed Agenzie governative tra Europa (CEA, CNRS, ENEA, FZK, PSI, SCK-CEN), Giappone (JAEA), Corea (KAERI) e Stati Uniti d'America (USDOE). I costi del progetto MEGAPIE, pari a circa 50 milioni di euro complessivi, sono stati suddivisi tra i vari partecipanti, compresa l'Unione Europea.

Lo studio del bersaglio, ora fatto solidificare, continuerà per i prossimi 2 anni fornendo preziosissime informazioni sulla composizione ed il comportamento dei materiali utilizzati nell'esperimento.Alla validazione della tecnologia con i bersagli a metallo liquido prendono parte anche gli Stati Uniti e Giappone, che partecipano con propri progetti. MEGAPIE costituirà una base fondamentale per tutti i futuri progetti industriali per l'incenerimento delle scorie nucleari e per i reattori sottocritici alimentati da acceleratore.






L'utilizzo dei neutroni per il trattamento dei rifiuti radioattivi:

Con la loro alta energia, i neutroni possono essere utilizzati per alimentare un reattore sottocritico, in cui gli elementi radioattivi a lunga vita, quali nettunio, americio e curio, che si trovano nei rifiuti prodotti negli impianti nucleari, possono essere trasmutati in elementi a tempo di decadimento più breve, se non, addirittura, in elementi stabili. A causa delle loro proprietà pressoché uniche, i neutroni risultano essere particelle di grande importanza per la ricerca scientifica. La struttura atomica della materia, la dinamica, così come le sostanze biologiche possono essere investigate sfruttando questi costituenti dell'atomo. Tuttavia, per essere disponibili, i neutroni devono essere rilasciati dai nuclei atomici, così come avviene nel sistema di spallazione neutronica SINQ (Spallation Neutron Source) presso il Paul Scherrer Institute. Qui un fascio protonico di alta energia è diretto contro un bersaglio metallico, provocando l'emissione, per spallazione, dei neutroni dagli atomi del metallo. Fino ad oggi i bersagli impiegati sono sempre stati di tipo solido, ma i calcoli teorici effettuati hanno sempre evidenziato come bersagli di metallo liquido avrebbero consentito di produrre flussi neutronici più elevati.

Da qui è nato l'esperimento MEGAPIE (Megawatt Pilot Experiment), pensato per dimostrare la veridicità o meno delle previsioni teoriche, nonché la possibilità di operare sul lungo periodo un bersaglio costituito da 920 kg di piombo-bismuto liquido, impiegando il fascio protonico del ciclotrone presente al Paul Scherrer Institute, in grado di fornire una potenza in uscita di 1 MW. Usando questo fascio ad elevata potenza si ottiene un effetto equivalente a quello che si avrebbe impiegando la potenza di 500 stufe elettriche per riscaldare una teiera.



Dott.ssa Elisabetta Pasta
Responsabile Ufficio Stampa e Rapporti con i Media
Ufficio di Presidenza
ENEA
Lungotevere Thaon di Revel, 76
00196 Roma

TEL.06/36272806 - 36272945
FAX 06/36272286
E-MAIL: uffstampa@sede.enea.it
www.enea.it -
"per la stampa"


Coty : Introducing the new Rimmel London look con JWT


Rimmel, marchio del gruppo Coty, apre il 2007 con una nuova campagna internazionale.
Un nuovo look più energico e irriverente rinforza il posizionamento di Rimmel nel mercato dei cosmetici attraverso un restyling del format, che enfatizza i riferimenti al mondo del fashion londinese.
Il nuovo format nasce da una serie di ricerche svolte in USA, UK, Germania e Italia, che hanno portato a identificare le 4 icone del brand: Londra, il colore Rosso, la Union Jack e Kate Moss. Su questi JWT ha realizzato la nuova immagine, che caratterizzerà tutta la nuova comunicazione Rimmel con un format per TV, stampa, BTL e pack shot.

Lo spot, girato con un ritmo veloce e intermittente, ha come protagonista Kate Moss, che cammina per le strade di Londra e blocca il mondo grazie allo sguardo magnetico ottenuto con il nuovo mascara Magnif’eyes. Le microsetole flessibili del nuovo applicatore, infatti, amplificano le ciglia e le sollevano fino al 70%.
Nel nuovo tv commercial sentiamo inoltre per la prima volta la voce della testimonial: sul finale dello spot pronuncia le parole “Get the London look”, il nuovo claim della campagna.

Lo spot è on air dal 25 gennaio al 17 febbraio su Mediaset, MTV e All Music nei formati 20” e 10”.
La creatività è di JWT Londra adattata per l’Italia da JWT Milano con i copy Francesco Muzzopappa e Rachele Proli sotto la supervisione del direttore creativo associato Bruno Bertelli.

La nuova comunicazione Rimmel è seguita in Italia da Valentina Biga e Roberta Parollo rispettivamente Media e PR Manager e Marketing Director di Coty Italia Spa-Divisione Coty Beauty.

Elettrodotto nel Parco dei Picentini, Di Iorio: servono dati e studi scientifici

Montella (Avellino) - “Senza studi scientifici concreti, soprattutto per quanto riguarda l’impatto elettromagnetico, la Comunità del Parco dei Monti Picentini non può che esprimersi in maniera negativa sull’elettrodotto”.
E’ la posizione che viene espressa da Nicola Di Iorio, presidente della Comunità Montana Terminio Cervialto, componente del consiglio di amministrazione dell’Ente Parco e componente della Comunità del Parco, a seguito dell’incontro che si è svolto ad Acerno alla presenza dei tecnici di Terna Spa, che hanno illustrato i progetti di rafforzamento delle linee di alta tensione, che prevedono un cospicuo passaggio all’interno del perimetro del Parco regionale dei Monti Picentini.
“I tecnici – afferma Di Iorio – hanno giustificato la necessità di rafforzare le linee per assicurare la continuità energetica, ed hanno illustrato un progetto che prevede la realizzazione di una linea da 380 kw, che andrebbe a sostituire alcune linee che andrebbero in dismissione e che oggi trasportano 150 kw. A questo si aggiunge la realizzazione di piloni che avranno un’altezza, imposta dalla potenza dell’elettrodotto, che va dai 50 ai 70 metri”.
Secondo la società Terna Spa per il Parco dei Picentini ci sarebbe un vantaggio in termini di riduzione chilometrica dell’impianto e, quindi, dell’impatto ambientale.
“Ma allo stato attuale – commenta Di Iorio – il Parco non può fornire alcuna indicazione alla società, che non deve considerare la riunione che si è svolta ad Acerno come una fase di concertazione. Terna aveva l’obbligo di illustrare i progetti, ma finché non saranno portati sul tavolo studi concreti, soprattutto riguardo l’impatto ambientale che l’attraversamento dell’elettrodotto comporta dal punto di vista dell’inquinamento elettromagnetico, la Comunità del Parco non sarà in grado di decidere. Al contrario, alla luce della normativa esistente e sulla base dei dati attuali, il parere non può che essere negativo”.
“Il problema – continua il presidente della Terminio Cervialto - non è diminuire il percorso in termini chilometrici dell’elettrodotto, ma la concentrazione di potenza, che sarà pari a più del doppio di quella attualmente prevista. Finora però non ci è dato ancora sapere, attraverso dati scientifici, cosa può causare questa enorme concentrazione di potenza.
Ho invitato quindi i tecnici di Terna Spa, che hanno affermato di non essere ancora entrati nella fase di progettazione esecutiva, a compiere valutazioni alternative rispetto al progetto iniziale. È davvero questa l’unica soluzione possibile? Oppure si può evitare una così forte concentrazione di potenza su una stessa linea? Infine, è chiaro che il posizionamento di piloni di 70 metri d’altezza creerebbe un impatto visivo evidente. Terna si è dichiarata disponibile a ristorare il danno, ma che senso avrebbe allora avere un Parco? Non possiamo accettare il principio del ristoro per un’area protetta, sarebbe come accettare il principio che si può creare un vulnus che si può poi risarcire.
In sintesi, finché la società Terna Spa non fornirà maggiori dettagli sia sulla possibilità di avere una progettualità alternativa, sia sulle valutazioni scientifiche dell’impatto elettromagnetico sul territorio, la Comunità del Parco continuerà ad invitare gli organi decisionali a non concedere deroghe in tal senso, mantenendo quella linea di coerenza già tracciata con le posizioni espresse sul metanodotto e sulla Galleria Pavoncelli”.

Dal Negro sceglie Prima Posizione per la promozione on-line

Il leader internazionale nella produzione di carte da gioco, sia affida ai servizi di web marketing di Prima Posizione Srl per la promozione on-line del suo nuovo portale e-commerce.

Dal Negro, un'azienda che coniuga tradizione ed innovazione nella produzione di carte e giochi in genere.

La storia nella tradizione

Presente a Treviso sin dal 1756 una fabbrica di carte da gioco austriaca, diventerà di proprietà della famiglia Dal Negro nel 1928. La produzione di carte da gioco si sviluppa nel tempo adottando soluzioni tecniche adeguate.

Il core businees

Le carte da gioco sono ancora il main business della Dal Negro: cartoncino triplex, internazionale e PVC, per mercati tradizionali e per Casinò, sono i materiali usati per la produzione e si sta avviando la produzione in acetato di PVC.

Scacchi e scacchiere, backgammons, roulettes, tappeti e giochi per ragazzi fanno la Dal Negro azienda leader nei giochi da tavolo. La Dal Negro è licenziataria Walt Disney e distribuisce Ravensburger, Wizard.

Nel futuro: il web

Dal Negro, grazie alla sua esperieza nel settore, ha colto l'opportunità di busness offerta dalla new-economy e per manifestare la propria leadership (anche sul web) nella produzione di:

si è affidata a Prima Posizione, che ne curerà il posizionamento sui motori di ricerca e il web marketing per il miglioramento delle prestazioni del nuovo portale e-commerce che verrà innaugurato a giorni.

L'intento dell'azienda, sospinta dall'agenzia di web marketing, è quello di promuovere i propri prodotti sia sul mercato Italiano sia su quello Internazionale con azioni di posizionamento organico altamente targettizzate in grado, da un lato ad aumentare gli accessi al portale e dall'altro incrementare sostanzialmente le vendite di tutti i suoi prodotti.

Questo è un segnale di grande fiducia nell'investimento on-line che senza l'adeguata promozione potrebbe risultare meno proficuo o addirittura non remunerativo.

A cura di Michele De Capitani - Servizi web marketing

Nel rogo interiore di Giovanna D'Arco l'insuperabile Monica Guerritore


Trovare un aggettivo per qualificare Monica Guerritore sarebbe solamente riduttivo, per lei dovremmo inventarlo.Questo il pensiero all'uscita dal Teatro Traetta di Bitonto ieri sera, dopo aver assistito alla rappresentazione teatrale “Giovanna D’Arco” interpretato dalla Guerritore che ne ha curato anche la regia.Di Giovanna d’Arco non abbiamo un ritratto, ma è una figura così viva nei nostri pensieri perché il processo che voleva oscurarla al mondo ne ha fatto un simbolo e grazie anche a Papa Giovanni Paolo II le parole che l’hanno processata ora sono di dominio pubblico.La piéce teatrale ripropone per l’appunto il momento del processo che la pulzella d’Orléans ha subito all’età di 19 anni per eresia. Fa una insolita entrata l’attrice, con parrucca ossigenata dal taglio corto e con mezza armatura che le proteggono una gamba e un braccio, attraversa la platea e recitando inizia a salire sul palcoscenico ed è lei che dice :”Sipario” come il regista dà il ciak all’azione e si apre così il pesante tendaggio. Al centro della scena un palo ligneo, alto, squadrato e immobile, monito del futuro rogo ed emblema di passione, si lega a due ceppi e da inizio al processo farsa, mentre dietro di lei scorrono le immagini di vecchi film sull’inquisizione mentre le voci recitanti, di Pietro Biondi - Enrico Zaccheo - Stefano Artissunch - Raffaele Latagliata, (gli inquisitori) accusano la giovane e ascoltano come Giovanna con lucidità spiega la prima volta che ha udito “quelle voci” alla tenera età di 13 anni e come con forza e coraggio ha accettato quello che non comprendeva. Manifesta come tutto il suo operato su questa terra sta nelle mani del Signore e non nelle sue e tutto quello che ha affrontato l’ha fatto seguendo un disegno divino.Mentre racconta le battaglie dietro di lei vengono proiettate le immagini di altri personaggi, uomini che da soli hanno affrontato il “drago” in nome della “libertà”, come Martin Luther King, Che Guevara, ed il ragazzo cinese in Piazza Tien An Men ha voluto fermare con il suo corpo l’avanzare di un carrarmato, tutti personaggi che interagiscono con quella di Giovanna, mentre si alternano musiche sacre con quelle più contemporanee.Bello e toccante il momento del racconto di quando lei in battaglia viene colpita alla spalla da una freccia di balestra. Un insieme di immagini accompagnate dalla musica di Freddy Mercury in The show must go on,seguono le movenze dell’attrice tanto da sovrapporre le immagini della morte di San Sebastiano e la crocifissione di Gesù alle parole di Giordano Bruno tratte dal “De Immenso”Applausi e standing ovation da parte del pubblico hanno commosso sino alle lacrime la talentuosa attrice che si intrattiene a spiegare la forza del personaggio Giovanna D’arco e le scelte di autrice e regista. Ha voluto ringraziare e ricordare il suo maestro Giorgio Strehler ,il suo insegnamento: “ogni racconto è ispirato ad un essere umano … è una parola appassionata che racconta una breve e luminosa vita…, che tutti noi anche da soli possiamo cambiare il mondo”.Lo stile multimediale dello spettacolo come dice la Guerritore, "ha accostato al cuore la vocazione di Giovanna” e la conclusione è affidata di nuovo ai grandi autori e all'epigrafe della Dickinson "...L'anima sceglie i suoi compagni /e poi chiude la porta.."
Anna DeMarzo

Check Point VPN-1 Power VSX NGX riduce i costi virtualizzando la sicurezza di rete

I clienti dispongono di maggiori prestazioni, flessibilità e scalabilità con una riduzione nei requisiti hardware di sicurezza

Milano, 31 gennaio 2007 — Check Point® Software Technologies Ltd. (NASDAQ: CHKP), società leader nella sicurezza Internet, ha annunciato un aggiornamento di Check Point VPN-1 Power VSX NGX, la versione virtuale di Check Point VPN-1 Power, il principale gateway di sicurezza al mondo con funzionalità integrate di firewall, VPN e intrusion prevention.

Check Point VPN-1 Power VSX è un gateway di sicurezza virtuale che permette ai managed service provider, tra cui quelli di applicazioni e di servizi di telecomunicazioni, così come ad aziende con reti virtuali, di creare fino a 250 sistemi di sicurezza virtuali - con firewall, VPN e intrusion prevention – su un’unica piattaforma hardware.

Tra gli aggiornamenti al prodotto troviamo il clustering avanzato che distribuisce in maniera efficace i sistemi virtuali tra membri del cluster, permettendo una crescita lineare in termini di prestazioni, monitoraggio in tempo reale della distribuzione del traffico e una riduzione nel traffico di sincronizzazione. Virtualizzando la sicurezza di rete con Check Point VPN-1 Power VSX, i clienti possono ridurre gli investimenti hardware e risparmiare sui costi operativi associati all’acquisto e alla manutenzione dell’hardware.

“La aziende desiderano continuare a espandere la loro rete senza incorrere in elevati costi di equipaggiamento e spazio”, ha dichiarato Rich Weiss, director product marketing in Check Point Software Technologies. “Sfruttando la virtualizzazione per risolvere questa problematica, la nuova soluzione VPN-1 Power VSX ridurrà gli investimenti, limiterà lo spazio fisico necessario per l’hardware dedicato alla sicurezza e migliorerà la maneggevolezza della sicurezza di rete, oltre allo sviluppo e l’applicazione delle security policy”.

La nuova e più scalabile versione di VPN-1 Power VSX incrementa inoltre l’efficienza hardware attraverso nuovi controlli delle risorse, i quali garantiscono che l’utilizzo delle CPU da parte di ciascun sistema virtuale sia ottimizzato in funzione dell’efficienza complessiva e sicurezza della rete. Grazie a questa nuova versione, i clienti possono ottenere le massime prestazioni dai loro investimenti hardware abilitando il controllo dell’utilizzo delle risorse CPU da parte di ciascun sistema virtuale – limitando il tempo di CPU disponibile per i sistemi virtuali a più bassa priorità e assegnando più capacità a quelli mission-critical.

In aggiunta, una maggiore efficienza si ottiene attraverso un nuovo controllo ‘snello’ della qualità di servizio della rete che fornisce una gestione granulare di diverse tipologie di traffico. Questo controllo QoS supporta il protocollo Differentiated Services e consente di assegnare caratteristiche univoche di trasmissione a classi di traffico individuali con un impatto minimo sulle prestazioni per garantire un utilizzo ad elevata qualità delle applicazioni avanzate da parte degli utenti. Ne risulta che grandi aziende e managed service provider riducono l’esigenza di realizzare costose infrastrutture di rete e di sicurezza per garantire la qualità delle comunicazioni ad alta priorità.

“Check Point VPN-1 Power VSX svolge un ruolo fondamentale per i nostri clienti che utilizzano applicazioni VoIP”, ha aggiunto Ron Steffen di Sharper Technology, Check Point Gold Partner. “Il traffico VoIP richiede una limitata ampiezza di banda, ma è molto sensibile alla latenza, quindi a questa applicazione è possibile dare preferenza rispetto al traffico ad alto volume, ma poco sensibile alla latenza e con bassa priorità”.

Vantaggi di VPN-1 Power VSX NGX
· Eliminazione delle limitazioni di throughput – la nuova tecnologia di clustering a crescita lineare di VPN-1 Power VSX offre una più efficace distribuzione dei gateway virtuali – ottimizzando le prestazioni e la scalabilità della sicurezza di rete con la crescita del numero di gateway.
· Costi operativi più bassi – i controlli delle risorse in VPN-1 Power VSX migliorano l’efficienza, riducendo la spesa per costose infrastrutture di sicurezza.
· Controllo focalizzato sul business – il nuovo controllo del QoS della rete permette agli amministratori di effettuare i cambiamenti necessari per requisiti particolari legati a tipologie di traffico specifiche. Con un impatto minimo sulle prestazioni, il traffico viene prioritizzato per garantire efficienza globale e sicurezza della rete al fine di allineare le risorse con le operazioni mission-critical.

Prezzo e disponibilità
Check Point VPN-1 Power VSX NGX è già disponibile a partire da $24.000 per un sistema virtuale con 10 licenze. Per ulteriori informazioni, visitate http://www.checkpoint.com.

Check Point Software Technologies Ltd.
Check Point Software Technologies Ltd. (www.checkpoint.com) è il leader mondiale della sicurezza su Internet, sia nel mercato delle VPN che dei firewall aziendali e desktop. Grazie alla piattaforma NGX, l’azienda offre una vasta gamma di soluzioni per la sicurezza perimetrale, interna e Web che rendono sicure le comunicazioni e le risorse di business per le reti e le applicazioni aziendali, i telelavoratori, gli uffici distaccati e le extranet dei partner. L’offerta comprende inoltre la linea di prodotti ZoneAlarm, uno dei marchi più conosciuti nella sicurezza Internet che fornisce avanzate soluzioni endpoint che proteggono milioni di PC da hacker, spyware e furto di dati. La piattaforma OPSEC (Open Platform for Security), un’infrastruttura e anche un’alleanza, estende la potenza delle soluzioni Check Point attraverso l’integrazione e l’interoperabilità delle soluzioni “best-of-breed” di centinaia di aziende leader. Le soluzioni Check Point sono commercializzate, integrate e assistite da una rete che comprende migliaia di partner certificati distribuiti in tutto il mondo.

Per ulteriori informazioni:

Ufficio Stampa Check Point
AxiCom Italia
Chiara Possenti/Sandro Buti
Tel. 02 7526111 - Fax 02 75261130
e-mail: chiara.possenti@axicom.it; sandro.buti@axicom.it

Check Point Italia
Andrea Rizzi – Country Manager
Tel. 02 64672601 - Fax 02 64672400
e-mail: Info_it@checkpoint.com
Sito Web
http://www.checkpoint.com o http://www.opsec.com

Eventi in video: raccontare l'arte mentre succede

Far parlare le immagini e' sempre il tentativo di sopperire alla mancanza
di presa diretta del linguaggio sulle cose. E' un modo per tentare di
restituire piu' senso di quanto il linguaggio verbale o scritto riesca a
comunicare.
Non siamo d'accordo nel ritenere un filmato un modo per "vedere" una
mostra che non si puo' visitare, ma pensiamo che un racconto per immagini
possa stimolare la curiosita' ed essere uno strumento propedeutico capace
di promuovere e divulgare idee.
"Eventi in video" propone riprese e commenti di esposizioni e incontri,
"visite guidate", resoconti, interviste, con l'intento di affidare alla
rete testimonianze di eventi selezionati del panorama artistico.
"Eventi in video" non nasce solo per anticipare informazioni, ma anche per
offrire uno spaccato delle situazioni in corso e un esito dei loro sviluppi.

        >> http://undo.net/eventinvideo

"Raccontare l'arte MENTRE succede" e' uno degli intenti di UnDo.Net sin
dalla sua fondazione (1995). Abbiamo infatti scelto il nome UnDo perche'
e' quel comando che al computer permette di tornare indietro, smontando
e rimontando il proprio elaborato. Proprio come succede MENTRE si sta
creando qualcosa, MENTRE si sta facendo, nella contemporaneita'.

"Eventi in video" proporra' contributi realizzati dagli organizzatori degli
eventi o, su richiesta, da UnDo.Net. Per informazioni sui costi e le modalita'
di partecipazione tel 02 6684254 (dalle 15 alle 19) email: adv@undo.net

Autori e artisti hanno collaborato alla realizzazione di questi primi video
dimostrativi:

- Come premiare gli artisti?
L'incontro ad Artefiera promosso dal 'Premio Furla per l'arte' con Stefano
Arienti, Chiara Bertola, Giacinto Di Pietrantonio, Alberto Garutti,
Gianfranco Maraniello, Pierluigi Sacco, Catterina Seia.

- La Giovine Italia
Immagini dalla mostra alla Pinacoteca Nazionale di Bologna con interviste al
curatore Renato Barilli e agli artisti Francesco Spampinato, Andrea Melloni
e Sergia Avveduti.

- A.B.O. (Art Before Obvious) ad Artefiera
In questo video l'artista Franco Vaccari incontra gli architetti Mario Botta
e Franco Purini. Nell'ambito del ciclo 'Domanda d'Artista' ideato e condotto
da Achille Bonito Oliva.

        >> http://undo.net/eventinvideo

Smiling People: Da una neonata società europea, l'idea degli yacht in multiproprieta'

 Smiling People dimezza i normali costi di proprietà

    L'annuncio odierno segna il lancio della Smiling People, una società esclusiva che permette ai propri membri di accedere agli yacht situati nel Mediterraneo, tramite pagamento di una quota annuale. L'idea è quella di ridurre fortemente i costi e i lavori di manutenzione derivati dall'acquisto di uno yacht di lusso, mantenendone l'accesso e uso esclusivo per 7 settimane a stagione.

    Ogni membro condivide l'accesso allo yacht con tre altri membri, riducendo i normali costi di proprietà di più della metà. Ciò significa, inoltre, che i membri non avranno più la necessità di impegnare grossi capitali, in quanto risparmieranno sui costi annuali di manutenzione dello yacht.

    Per Uppman, Direttore Responsabile della Smiling People, dichiara:

    "Il nuovo approccio, promosso dalla Smiling People, permette ad ogni membro di pagare solo per il periodo in cui lo yacht viene effettivamente utilizzato. Uno yacht nuovo di dimensioni elevate costa circa il 20 percento del suo valore di proprietà all'anno, comprese le spese portuali, rimessaggio, ammortamento etc. Smiling People permette ai suoi membri di ridurre tali costi di più della metà".

    Attualmente, la nostra flotta è composta da yacht nuovi o quasi nuovi dai 46 ai 62 piedi di lunghezza. I nostri yacht sono scelti tra i marchi italiani più prestigiosi quali Pershing, Baia, Apreamare, Riva e Sarnico in modo tale da attrarre gli appassionati più esigenti che non vogliono scendere a compromessi sulla qualità del prodotto.

    Esempio di quote associative

    Pershing 54, sito in San Remo, valore yacht EUR880,000, periodo utilizzo 7 sett.: EUR66,000 a stagione

    Ferretti 460, sito in San Remo, valore yacht EUR600,000, periodo utilizzo 7 sett.: EUR39,000 a stagione

    Sarnico 60, sito in San Remo, valore yacht EUR1,600,000, periodo utilizzo 7 sett.: EUR101,000 a stagione

    Per visionare l'intera flotta, collegati al nostro sito www.smilingpeople.eu.

    Foto

    Sono presenti foto ad alta risoluzione al sito www.time.se/smiling.

    Smiling People - Profilo

    L'obiettivo della società è quello di rendere estremamente semplice e piacevole l'acquisto e l'utilizzo di uno yacht, e quindi, di far sorridere di più i nostri appassionati! Per il 2007, la Smiling People può contare su una flotta del valore complessivo di circa 5 milioni di Euro, riservata ai suoi membri. Per maggiori informazioni, visita i siti web www.smilingpeople.eu.

        per maggiori informazioni: Per maggiori informazioni Andreas Wadensten, +46-709-77-90-90, e-mail: andreas.wadensten@smilingpeople.se .

Nuove nomine AIDA



Comunicato Stampa

AIDA:
NUOVE NOMINE PER PROMUOVERE LO SVILUPPO A LIVELLO LOCALE

L'Associazione Italiana delle Agenzie di Sviluppo Locale e Marketing Territoriale
ha ridefinito la struttura organizzativa per il triennio 2007-2009


Sesto San Giovanni, 31 gennaio 2007. In vista del nuovo triennio 2007-2009, l'Assemblea dei Soci AIDA si è riunita il 26 gennaio presso il Laboratorio Innovazione Breda (LIB) di Sesto San Giovanni per definire gli obiettivi futuri, rivedere l'assetto associativo e nominare i nuovi organi sociali.

In questa occasione è stato riconfermato come presidente Fabio Terragni, già Amministratore Delegato di Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo, e sono stati eletti i nuovi membri del Consiglio direttivo.

Per valorizzare l'identità dell'Associazione e la sua diffusione sul territorio sono stati individuati, all'interno del Consiglio direttivo, alcuni coordinatori che avranno il compito di promuovere le iniziative di AIDA a livello locale:

per il Nord Ovest
Umberto Fava, Direttore di Langhe Monferrato Roero;

per il Nord Est
Paolo Gurisatti, Consigliere d'Amministrazione di Agenzia per lo Sviluppo della Provincia di Trento;

per il Centro
Edoardo Terenziani, Direttore di SO.PR.I.P Società Provinciale Insediamenti Produttivi di Parma e Piacenza;

per il Sud
Leopoldo Spedaliere, Amministratore Delegato di Tess Costa del Vesuvio;

per le Isole
Giuseppe Matolo, Direttore di BIC Sardegna.

Fanno attualmente parte dell'Associazione: Agenzia per lo Sviluppo della Provincia di Trento, Agintec, Agenzia Sviluppo Karalis, Milano Metropoli, ASSE Avellino Sviluppo, BIC Sardegna, Consorzio per lo Sviluppo del Polesine, GAL Alto Oltrepo, Langhe Monferrato Roero, ProMo, Risorse RpR, Società di Sviluppo Locale, SO.PR.I.P, Sviluppo Brianza, TESS Costa del Vesuvio, ASSOT, Investiacatania, BIC Lazio, Associazione GAL Alto Bellunese, Murgia Sviluppo, Zona Ovest di Torino, Consorzio Area Alto Milanese.

Possono associarsi ad AIDA le agenzie di sviluppo locale e le società costituite su iniziativa dei Comuni o delle Camere di Commercio, i centri servizio quali i BIC, le società di gestione degli strumenti di programmazione negoziata.

Per informazioni e adesioni:
Elena Milanesi, tel. 02.24126535, segreteria@aidaweb.org

Ufficio Stampa:
tel. 02.24126540, asperti@milanomet.it

www.aidaweb.org

Micrel lancia LDO duali a 2A con controllo a rampa e funzionalità integrate per la tracciatura o la sequenzializzazione


    Micrel Inc., (Nasdaq: MCRL), uno dei maggiori produttori mondiali di soluzioni IC per i mercati dell'analogico, Ethernet e per ampiezza di banda alta nel mondo, ha lanciato oggi il MIC68220, un regolatore LDO compatto a 2A destinato all'alimentazione di FPGA e applicazioni con microcontrollori che comprendono modem per banda larga, router, decoder TV, sistemi per l'intrattenimento domestico, reti di storage, stazioni base wireless, e sistemi informativi e per l'intrattenimento per veicoli. Il MIC68220 è disponibile per ordini quantitativi con prezzi che partono da 3,30 dollari USA per 1000 unità.

    "Nessun altro concorrente offre il livello di flessibilità per quanto riguarda i protocolli power-up/down in un solo prodotto", ha commentato Ralf Muenster, direttore di marketing della Micrel per i prodotti di potenza. "FPGA, microprocessori e ASIC hanno normalmente bisogno di una sequenza ben controllata di power-up/down per avere tensioni core e I/O che funzionano in modo corretto in modo da evitare di danneggiare il dispositivo. La soluzione Micrel risponde a tutti questi bisogni con un circuito integrato singolo, compatto. Inoltre, facendo parte della famiglia di regolatori lineari MIC68000, può essere facilmente integrato nella Z-One(TM) Architettura di alimentazione digitale di Power One."

    Il MIC68220 della Micrel vanta un numero estremamente ridotto di componenti che permettono una maggiore flessibilità in grado di rispondere a una vasta gamma di richieste di tensioni di alimentazione per gli FPGA attuali e futuri, per microprocessori e altri circuiti integrati logici. La bassa tensione singola di ingresso del circuito integrato di 1,65V e il dropout da 400mV riducono la necessità di dissipazione - il tutto in un solo dispositivo compatto con ingombro minimo del circuito. Il chip è anche dotato di controllo a rampa, che permette alla soluzione di supportare una vasta gamma di protocolli power-up/power-down quali la sequenzializzazione, tracciatura, ritardo regolabile di accensione/spegnimento e velocità di variazione della tensione di uscita regolabile utilizzando un numero estremamente ridotto di componenti esterni. Il MIC68220 consente di regolare indipendentemente le uscite tra 0,8 e 5V in una confezione singola da 4mm x 5mm MLF(R)- 20 per supportare t!
ensioni di alimentazioni core e I/O, con precisione del 2% in caso di surriscaldamento.

    Informazioni su Micrel Inc.

    Micrel Inc., è uno dei maggiori produttori mondiali di soluzioni IC per i mercati dell'analogico, Ethernet e per ampiezza di banda alta nel mondo. I prodotti offerti dalla Società comprendono semiconduttori innovativi a segnale misto, analogici e di potenza; sistemi di comunicazioni con elevate prestazioni, gestione di clock, commutatori Ethernet IC per ricetrasmettitori a strato fisico. Tra i propri Clienti la Società può contare produttori di grossa fama nei settori industriali, telefonia mobile, telecomunicazioni, automobilistico, e prodotti per computer. La sede della società e gli impianti di produzione all'avanguardia per wafer si trovano a San Jose, California, con uffici vendite e di assistenza, centri di progettazione e di ricerca avanzata situati in America settentrionale e meridionale, in Europa e Asia. Inoltre, la Società ha una capillare rete di distributori e depositi nel mondo. Sito Internet: http://www.micrel.co

    NOTA: MLF è un marchio registrato di proprietà di Amkor Technology.

    Sito Internet: http://www.micrel.com

        per maggiori informazioni: Julieanne DiBene, Comunicazioni marketing Communications di Micrel, Inc.,  +1-408-474-1276, o Julie.DiBene@Micrel.com

Sul web è tempo di TUC

TUC, il biscotto salato prodotto e distribuito in Italia da Saiwa SpA, è per la prima volta sul web con un’iniziativa interattiva ideata e realizzata da DMC - Gruppo FullSIX, visibile al sito www.tuctime.it.

Il concept creativo “Hai fame? Non mangiare la prima cosa che capita, scegli TUC Pocket”, già utilizzato per la campagna TV on air da lunedì su Sky e a seguire sulle reti Mediaset, si evolve sul web sfruttando l’interattività propria del mezzo, con un progetto che fonde formati innovativi ad alto impatto e creatività video realizzata con tecniche 3D e flash.
Il sito Internet propone le avventure di Mr. Hungry, vorace protagonista, che, colpito dalla fame, inizia a divorare tutto quello che gli capita sotto mano: un cactus pieno di spine, un portafoto, il telefono… e infine il PC da tavolo!

L’utente interagisce con il video, scegliendo cosa far mangiare a Mr. Hungry in una gag esilarante, grazie alla tecnologia 3D che rende “commestibili” gli oggetti presenti sulla scrivania.

La campagna di advertising online, pianificata in esclusiva su Libero.it, utilizza formati assolutamente innovativi e divertenti per le 3 settimane di campagna. Si parte dalla personalizzazione del background per arrivare ad un formato studiato appositamente, nel quale il protagonista esce dal banner sconfinando in tutta la pagina per afferrare qualsiasi cosa (bottoni, news, immagini e quant’altro) e saziare la sua irrefrenabile voracità.

La creatività nasce dall’idea della coppia creativa formata da Giuseppe Bizzarro e Luca Comino, con il supporto tecnico di Piero Orlandi (Multimedia Developer) e la supervisione di Simonetta De Brumatti (creative manager) e Daniela Robba (account manager). Casa di produzione Rumble Fish.

Marco Caradonna, General Manager di DMC, commenta: “La scelta di Saiwa di allargare la pianificazione al web nasce dall’esigenza di raggiungere il target giovane particolarmente presente su Internet e sempre più difficilmente raggiungibile con gli altri mezzi. Saiwa era però alla ricerca della modalità più corretta per sfruttarne tutte le potenzialità. La sua disponibilità a sperimentare formati e linguaggi innovativi unita alla forza creativa e alla conoscenza del mezzo di DMC e alla collaborazione di Libero e della concessionaria - che hanno “sposato” con professionalità l’iniziativa - hanno reso l’esordio di TUC online un vero evento per la rete”.
“Alla base della nuova strategia di comunicazione online e sui mezzi classici” – commenta Piergiorgio Burei, Direttore Marketing Saiwa SpA – “c’è l’intenzione di posizionare TUC POCKET e la sua variante CRISPY come gli snack salati per eccellenza dedicati a chi vuole prendersi una pausa leggera nei momenti di break dal lavoro e dallo studio. L’utilizzo del film di Mr. Hungry è stato creato nell’ottica di raggiungere quella parte del target, più giovane e meno sensibile alla comunicazione classica, attraverso la leva del web, sfruttandone l’interattività con un video divertente e un protagonista geniale.”


DMC - DMC è l’agenzia di Direct Media di nuova generazione, basata sull’integrazione multicanale e specializzata sul response media in ottica di acquisizione e sul ROI. Guidata da un approccio neutrale ai mezzi, offre servizi di pianificazione media, gestione e ottimizzazione attraverso l’uso integrato di online advertising, search engine marketing, media tradizionali e direct marketing.

Per ulteriori informazioni:
Clara Banti
Relazioni Esterne – FullSIX
Corso Vercelli 40 - Milano
Tel – 02 30 32 4357
e-mail – clara.banti@fullsix.com
www.fullsix.com

AFRICA SACCHEGGIATA

A volte anche il cinema si presta con efficacia a denunciare le atrocità che si nascondono tra le pieghe di grandi tragedie. E' accaduto con le Urla del silenzio, in cui si narrava la vicenda della guerra svoltasi negli anni 70 tra i Kmer rossi ed il governo di Lan Nol; in Tra cielo e terra, con le immagini desolate del paesaggio rurale thailandese, in cui si narra della caduta di Saigon, la fuga degli americani e il suicidio del sergente, in cui il peso d'una guerra sbagliata s'era fatto insopportabile...

Hollywood, la mecca del cinema, si è occupata molto anche di Africa, ritraendola nei suoi straordinari paesaggi ricchi di stranzianti e corroboranti solitudini; nelle sue ampie distese d'erba che paiono infinite sullo sfondo d'un cielo perennemente infuocato dal tramonto...

Attori di grande qualità, da Robert Mitchum a Robert Redford, da Charlton Heston a Stewart Granger hanno prestato i loro volti per narrarci le gesta di uomini senza scrupoli o idealisti in cerca di purificazione... Anche in Hotel Rwanda, film abbastanza recente, il cinema viene a ricordarci il tremendo genocidio che c'è stato in Ruanda all'inizio degli anni '90. Genocidio che ha spazzato via un milione di Tutsi per opera dei loro rivali Hutu, senza che la comunita' internazionale facesse nulla, se non lasciare a poche forze dell'Onu il compito di un'interdizione di scarsa efficacia.

Ma è il film che sono andato a vedere ieri, "Blood diamond", con un Frank Di Caprio certamente nel ruolo più negativo della sua carriera, a tenermi incollato alla rossa poltrona sino alla fine.

Con una musica incalzante e perfette inquadrature il film, sebbene ricordi un poco Lord of War, con un ottimo Nicolas Cage nelle vesti di un mercante d'armi, è talmente intenso da lasciare lo spettatore sgomento e disorientato di fronte l'inferno di fuoco, odio, durezza abbattutosi in quella travagliata regione africana che risponde al nome di Sierra Leone.

"Blood diamond "(diamanti insanguinati) è il primo d'una nuova serie di storie a sfondo africano che vede impegnati personaggi quali Bill Clinton, Bill Gates, George Clooney, Bruno Vox, Angelina Jolie e Brad Pitt. Il tutto messo su dalla grande major cinematografica, che ha avuto l'ardire di sfidare la multinazionale dei diamanti De Beers, la quale ha accusato la major hollywoodiana Warnerbros di sensazionalismo in quanto ai fatti narrati nel film è già stato posto rimedio da tempo.

Strana concezione...! Come se uno facesse massacri vent'anni prima e avesse da ridire quando, vent'anni dopo se ne parla: anche se poi, la guerra in Sierra Leone è finita da soli cinque anni!

L'uscita di "Blood diamond" ha fatto scendere in campo anche Nelson Mandela, il carismatico leader africano, il quale è preoccupato della grande risonanza del film in quanto teme che possano destabilizzarsi quei paesi africani produttori di diamanti.

Per Amnesty International (ne ha parlato anche la testata del network di cui il Professor €chos ne è parte), il 20 per cento delle gemme del mercato internazionale provengono da paesi in guerra, mentre per il dipartimento degli Stati Uniti la percentuale si aggira all'uno per cento.

Difatti, il World Diamond Council, il cartello che rappresenta una cinquantina di compagnie diamantifere, per correre ai ripari, è dovuta intervenire con strenuanti campagne pubblicitarie per convincere la gente che le preziosissime pietre non sono sporche di sangue.

"Anche io ho regalato e continuerò a regalare diamanti, ma dopo questo film esigerò il certificato di provenienza per essere sicuro che non arrivi da una zona in guerra" ha affermato Frank Di Caprio, nella presentazione di "Blood diamond" a Roma.

Il commercio illegale di diamanti ha alimentato per troppo tempo le guerre in Africa, causando la morte di milioni di persone in Sierra Leone, Angola, Liberia e Repubblica democratica del Congo.

Nel 2002 una corposa campagna pubblicitaria mossa da alcune Ong e da Amnesty ha portato al varo del programma di certificazione di origine dei diamanti, nota col nome di "Kimberley process certification". I 45 aderenti al "Kimberley" rappresentano quasi la totalità della produzione globale di diamanti grezzi.

Dice più crudamente il regista del film Edward Zwick: "il film è ambientato in Sierra Leone durante la guerra civile degli anni 90 e mostra la brutalità del lavoro forzato nelle miniere e l'assurdo reclutamento dei bambini guerrieri. Ma è una metafora su come si muove il mondo: che cosa ha veramente valore per le persone?"

Tuttavia, alle accuse di aver diretto un film troppo violento, Edward Zwick, già noto per "L'ultimo samurai", risponde: "Quello che ho portato sullo schermo è di gran lunga inferiore a ciò che è accaduto veramente. La distanza tra noi e l'Africa è minore di quanto crediamo e quando facciamo un acquisto le ripercussioni sono globali: essere consumatore significa anche avere un atteggiamento politico".

Mentre invece, l'attore di colore Djimon Hounsou, nato in Africa, la cui parte è quella del pescatore Solomon che incrocia il suo destino a quello del contrabbandiere Danny Archer (Di Caprio) ricorda la sua esperienza diretta di quando era bambino di tanti conflitti. "Credo che questo film sia la storia più umana uscita da Hollywood" . Da culla della vita l'Africa si è trasformata nella culla della morte e siamo tutti responsabili" spiega l'attore alla sua seconda nomination agli Oscar, con una espressione sdegnata, memore probabilmente del ricordo ancestrale che appartiene alla sua gente, che ha lasciato dietro di se milioni di vittime ma che ha cementato buona parte le radici di quello che oggi viene considerato il Paese più democratico del mondo, gli Stati Uniti d'America.

FONTE: Il professor €chos

francomarconi comunicazione: "PANTANAL", La pittura emerge dalla palude



 

 
 

"PANTANAL"

La pittura emerge dalla palude

dal 10 febbraio al 25 marzo 2007

A cura di Betta Frigieri, Luca Panaro, Laura Serri

Artisti partecipanti: Alessandra Ariatti, Daniele Cudini, Till Freiwald, Elke Krystufek, Yayoi Kusama, Giorgio Lupattelli, Marotta & Russo, Ryan Mendoza, Navin Rawanchaikul, Antonio Riello, Alessandro Roma, Francesco Spampinato, Alexandra Wacker.

Special Ironic Guest: Sure Creative Lab

Inaugurazione: 10 febbraio ore 17:30


PAGGERIA ARTE - Piazzale della Rosa - Sassuolo (MO)

info: +39 05361844718 - info@associazioneculturalebettafrigieri.it


La pittura non sta vivendo un momento esaltante. Ristagna tristemente in una grande palude (PANTANAL, in Sudamerica, è la più grande zona umida del mondo) e cerca faticosamente di rientrare a testa alta nel mondo dell'arte contemporanea. Solo gli autori più originali e coraggiosi possono sperare di riuscire ad emergere dall'ambiente malsano in cui sono stati relegati. Ma anche loro hanno bisogno di aiuto, protezione e conforto. Chi, meglio dei GUARDIAN ANGELS di Sure Creative Lab, può garantire questo essenziale servizio di assistenza spirituale? Dal 10 febbraio al 25 marzo, sette Angeli Custodi

(uno per ogni componente del gruppo) emergeranno dalla melma e veglieranno, affettuosi e premurosi, sulla sorte dei 13 pittori invitati a partecipare alla collettiva della Paggeria Arte.


TRANQUILLI! VI PROTEGGIAMO NOI...

www.surecreativelab.com

 

 



--
Redazione del CorrieredelWeb.it
corrieredelweb@gmail.com

www.CorrieredelWeb.it

THE NEW STORY PRIMI NELLA TOP TEN DI MTV-TRL

 THE NEW STORY PRIMI NELLA TOP TEN DI TRL
More Than Life sempre più votata

Milano, gennaio 2007 – Grande successo per More Than Life, terzo video dei The New Story. Già on air su tutte le emittenti televisive musicali, e a dieci giorni dalla partecipazione live del gruppo negli studi di MTV TRL, oggi More Than Life è primo nella 'top ten' del programma.
Il pubblico, teen e non solo, sembra proprio gradire la grinta e la voglia di far musica della band lombarda.

Nati e cresciuti anche grazie al web, The New Story continuano a raccogliere consensi e di sicuro vantano l'appoggio di una community sempre più ampia e proveniente da ogni parte del mondo.

E che si tratti di Myspace, YouTube o del sito ufficiale della band, www.thenewstory.net, le statistiche parlano chiaro.
L'incremento nei contatti, nelle visite e negli accessi è costante e in continua crescita, e registra dei picchi considerevoli – parliamo di quasi il 100 per cento in più di visite giornaliere - proprio in concomitanza delle varie partecipazioni di The New Story nell'etere musicale nazionale!

Rock on!

Per info, cd, foto, interviste e ogni altra informazione su The New Story:
.::Ufficio Stampa The New Story
.::Geode Comunicazione
Virginia Coletta
thenewstory.press@geodecom.it
v.coletta@geodecom.it
tel/fax. +39 039 6926739

VIP PARLANO D'AMORE SU TELEVISIONET.TV


Tutti dicono I Love You' su Televisionet.tv

Si sente spesso parlare d'amore ma è a ridosso del 14 Febbraio che tutto magicamente si trasforma: la città, i colori, i profumi, i regali e le parole …insomma l'Amore con la A maiuscola trova spazio ovunque, anche nel web.

Dal 5 Febbraio www.televisionet.tv dedica a San Valentino il suo nuovo format Tutti dicono I Love You, dieci puntate di circa tre minuti l'una che ci accompagneranno fino al giorno più rosa dell'anno.

Condotto da Lavinia Raineri, che dopo l'esperienza in Sky ora crede nella web tv come la naturale evoluzione del più conosciuto media, il format mette a confronto i volti noti del mondo dello spettacolo e della musica con la gente comune.

Il tema? Ovviamente l'amore! Auguri, consigli, dichiarazioni e curiosità… Benedetta Massola, Miriana Trevisan, Filippo Nardi, Marina Graziani, Francesco Facchinetti, Giorgio Mastrota, Elisa Triani, Strano e Thema dei Gemelli diversi, Aynet Stevens e molti altri: la nostra Lavinia riesce a toccare i cuori dei Vip intervistati, svelando così la loro personalissima idea dell'amore… Combacerà con quella di chi vip non è?

Dinamico, intrigante ed arricchito dei baci più hot del mondo del cinema, questo è Tutti dicono I Love You: in palinsesto giornaliero dal 5 Febbraio sarà visibile anche in on demand nel canale TVN Magazine, dopo la programmazione quotidiana.

Ma non è tutto. Televisionet darà spazio anche agli spot che hanno fatto la storia pubblicitaria di San Valentino, visibili al sito dedicato www.televisionet.tv/sanvalentino.html

_____________________________________
Per informazioni:
Ufficio Stampa Televisionet
Emanuela Lodolo
emanuela.lodolo@televisionet.tv

ANUIT: Seminario Verso il 2010: Evoluzione delle tecnologie ICT e servizi innovativi. Roma, 21-22 febbraio 2007

www.key4biz.it Il portale italiano dell'ICT presenta:

Seminario ANUIT …Verso il 2010
Evoluzione delle tecnologie ICT e servizi innovativi
ROMA, 21-22 febbraio 2007 Poste Italiane - Sala Asia, Viale Europa 175

L'utilizzo delle tecnologie ICT rappresenta, per le aziende operanti nei
settori dei servizi ed in particolare nei settori postali e bancari, un
importante strumento strategico per affrontare le nuove sfide del
business, in uno scenario di mercato caratterizzato da livelli crescenti
di competitività e globalizzazione.
Crescita del business, innovazione della gestione di impresa, aumenti
della produttività, efficienza e reingegnerizzazione dei processi vanno di
pari passo con la capacità di innovare le infrastrutture e i servizi
interni dell'ICT.
ANUIT, Associazione Nazionale Utenti Italiani di Telecomunicazioni,
organizza un seminario dedicato a quanti desiderano approfondire come,
sulla spinta dello sviluppo del business, stia cambiando la domanda dei
servizi ICT e come a questo corrisponda un'evoluzione dell'offerta dei
servizi di comunicazione da parte dei principali player dell'industria
ICT.
Nel corso del seminario, articolato in tre sessioni riguardanti Servizi,
Tecnologie e Regolamentazione, esperti provenienti dal mondo accademico,
dai settori postale, bancario e d'impresa, evidenzieranno come sta
cambiando la domanda di servizi ICT.
A fronte di tali interventi verranno presentate testimonianze di Relatori
provenienti dal mondo dell'industria e dei servizi
ICT - Abilab,
Cisco,
Fastweb,
HP,
IBM,
Infracom,
Nortel,
Poste Italiane,
Telecom Italia,
che forniranno un quadro prospettico di quanto ci si può attendere nei
prossimi mesi o anni. Mentre gli esperti in regolamentazione
evidenzieranno l'evoluzione dello scenario normativo, i docenti
universitari forniranno un quadro scientificamente approfondito delle
novità tecniche del settore telecomunicazioni, a livello di infrastrutture
e di servizi: Maurizio Dècina, Politecnico di Milano; Giancarlo
Ferraiuolo, Università Federico II di Napoli; Giacinto Gelli, Università
Federico II di Napoli; Davide Mattera, Università Federico II di Napoli;
Franco Mazzenga, Università degli Studi di Roma Tor Vergata; Luigi Paura,
Università Federico II di Napoli - Laboratorio Nazionale di Comunicazioni
Multimediali; Francesco Vatalaro, Università degli Studi di Roma Tor
Vergata.

PROGRAMMA Mercoledì 21 febbraio 2007
9.15 Apertura lavori (Sala Asia - piano terra): Massimo Sarmi, A.D. Poste
Italiane
SCENARIO SERVIZI - sessione mattutina. Moderatore: Sergio Antocicco,
Presidente Anuit
9.30 Governance dei processi e IT management
Massimiliano Magi Spinetti, Vice Presidente Abilab
10.00 Strategie per essere competitivi
Nicola Aliperti, A.D. HP Italia
10.30 Coffee Break (Sala Europa – 1° piano)
10.45 Servizi a larga banda del futuro e soluzioni d'accesso nelle reti
di TLC Francesco Vatalaro, Professore Ordinario di Telecomunicazioni,
Università degli Studi di Roma Tor Vergata
11.15 Evoluzione IT Agostino Ragosa, CIO Poste Italiane
11.45 Convergenza tecnologica IT-TLC
Maurizio Dècina, Professore Ordinario di Telecomunicazioni,
Politecnico di Milano
12.15 Una nuova rete per un nuovo ruolo di Telecom Italia
Stefano Pileri, CTO Telecom Italia
12.45 Stefano Venturi, A.D. Cisco Systems Italia
13.15 Pranzo (Sala Europa – 1° piano)
SCENARIO SERVIZI - sessione pomeridiana. Moderatore: Paolo Baldelli,
Presidente Consorzio Postelink
14.15 Wimax, Wi-Fi e Wireless Mesh
Piervincenzo Nardese, Wireless Network Engineering Nortel
14.45 Dalla Convergenza delle reti alla Convergenza dei servizi: nuovi
servizi per gli ICT Provider
Giovanni Zola, Direttore Generale Infracom
15.15 Innovazione nella Pubblica Amministrazione: il Sistema Pubblico di
connettività
Massimo Mancini, Responsabile PAC e Enti Fastweb
15.45 Tradurre la Tecnologia in innovazione
Andrea Pontremoli, A.D. IBM Italia
16.15 GLI ASPETTI REGOLAMENTARI:
• SETTORE TLC: Raffaele Giarda, Partner Baker & McKenzie
• SETTORE POSTALE: Vincenzo Visco Comandini, Università della
Tuscia 17.00 Domande e risposte 20.30 Cena (Ristorante "Da
Sabatino", Piazza S. Ignazio 169 - Tel. 06.6797.821)

Giovedì 22 febbraio 2007
SCENARI TECNOLOGICI: Moderatore: Sergio Antocicco, Presidente Anuit
9.30 Prospettive al 2010: i nuovi scenari tecnologici nelle
telecomunicazioni. - Argomenti trattati:reti ad hoc; reti di sensori;
reti self-organizing; il paradigma Mesh negli standard attuali;
cognitive-radio. Luigi Paura, Professore Ordinario di Telecomunicazioni,
Università Federico II di Napoli - Direttore del Laboratorio Nazionale di
Comunicazioni Multimediali
10.30 Coffee Break (Sala Europa – 1° piano)
10.45 Reti wireless: stato dell'arte e sviluppi futuri.
- Argomenti trattati: WMAN/WLAN/WPAN; standard esistenti ed emergenti;
Wimax; Wi-Fi; Hiperlan; soluzioni UWB; Bluetooth; Zigbee; soluzioni
meshwman/WLAN/WPAN. Giacinto Gelli, Professore Ordinario, Università
Federico II di Napoli
11.45 La nuova Telefonia: il Voice over IP.
- Argomenti trattati: architetture, standard e servizi innovativi; un
nuovo passo avanti per la convergenza delle reti e dei servizi; criticità
e prospettive. Giancarlo Ferraiuolo, Professore Supplente, Università
Federico II di Napoli 12.45 Domande e risposte 13.15 Pranzo
(Sala Europa – 1° piano)
14.30 Stato dell'arte e prospettive della IPTV
- Argomenti trattati: generalità sulla tecnologia IPTV; criticità e
confronto con le soluzioni alternative per la erogazione dei servizi TV.
Davide Mattera, Professore Associato, Università Federico II di Napoli
15.30 Evoluzione tecnologica dalla software radio alla radio cognitiva e
implicazioni sulle reti di telecomunicazioni - Argomenti trattati:
concetti di base dei sistemi di software radio e cognitive radio e loro
applicazioni; impatto sull'architettura delle reti di accesso wireless.
Franco Mazzenga, Professore Associato, Università degli Studi di Roma Tor
Vergata
16.30 Domande e risposte

**** Condizioni di partecipazione: Soci ANUIT: Euro 270,00 + IVA = Euro
324,00; Non Soci: Euro 390,00 + IVA = Euro 468,00. (Pagamento a mezzo
bonifico bancario). La quota comprende: due giorni di corso;
documentazione in formato elettronico; pranzi e coffee break giorni 21 e
22 Febbraio; cena giorno 21 febbraio al Ristorante "Da Sabatino".

Per informazioni e assistenza Marco Valentini, ANUIT – Tel. 06.5958.5369 /
Fax. 06.59.42.724 Cell. 348. 8298.920 Inviare richiesta di partecipazione
via e-mail a staff.anuit@anuit.it o via fax allo 06. 59.42.724
precisando: Nome, azienda, indirizzo, CAP e città, telefono, fax, email,
P.IVA

Eventi, mostre e video 31/1/2007

PRESSRELEASE: QUOTIDIANO DI CULTURA CONTEMPORANEA
http://undo.net/pressrelease

La cultura come ecosistema: Pressrelease - dove tutto e' in relazione,
territorio d'incontro, luogo senza confini geografici per una lettura
trasversale delle informazioni, per l'approfondimento e la conoscenza.

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
2 V I D E O  rassegna "trasversale" di video d'artista

questa settimana: Sfide
"Champion" di Vesna Bukovec e "Horizon" di Alessandro Piangiamore

        >> http://undo.net/2video

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
E  V  E  N  T  I     D  I     O  G  G  I    [  31  /  1  /  2007  ]

        Milano, Photology
        ALEXANDER RODCHENKO
        dal 31/1/2007 al 24/3/2007

The Museum Series Portfolios. La mostra (in collaborazione con lo Shenker Culture Club di Bologna) comprende un'ottantina di foto - scattate tra il 1924 e il 1947 - da uno dei fondatori del Costruttivismo e della grafica russa. Ritratti in studio di personaggi del mondo culturale, quali il poeta Vladimir Majakovksj al fianco del quale lavoro' in diversi progetti; dei parenti e degli amici; immagini documentarie dell'architettura di Mosca del primo ventennio del 900, nonche' il fotogiornalismo volto a supportare la politica sociale staliniana.
http://undo.net/cgi-bin/press.pl?id=1168871723
Segnalato da: Photology
#

        Milano, Unorossodue
        ANY THING
        dal 31/1/2007 al 2/3/2007

Il titolo della mostra e l'immagine che la presenta non hanno contemplato alcuna tematica, e le nette differenze di espressione degli artisti sono in realta' la struttura portante dell'esposizione. Con uno schema cosi' delineato la mostra si e' auto-curata.
http://undo.net/cgi-bin/press.pl?id=1169823619
Segnalato da: Staff unorossodue
#

        Roma, Palazzo Venezia
        GIANNI GALASSI
        dal 31/1/2007 al 25/2/2007

ExtraLight. Fotografie 2002-2006. "E' evidente come Galassi manifesti una certa predilezione per le complicate articolazioni geometriche, affinche' finalmente l'ombra, fenomeno naturale e astratto per eccellenza, giunga, tagliente e materica come mai, determinando l'impeccabilita' di quello scatto". Miriam Castelnuovo.
http://undo.net/cgi-bin/press.pl?id=1169810129
Segnalato da: Ufficio Stampa L'Articolo
#

        Roma, Accademia di Ungheria
        OMAGGIO A MILLOSS
        dal 31/1/2007 al 3/3/2007

La mostra documenta la sua formazione internazionale, i contatti con i grandi maestri storici della danza di inizio secolo, il suo lavoro come coreografo e assistente alla regia nell'Ungheria degli anni 30 e il suo rapporto privilegiato con Roma.
http://undo.net/cgi-bin/press.pl?id=1169825514
Segnalato da: Amelia Vescovi
#

        Genova, Musei di Strada Nuova - Galleria di Palazzo Bianco
        CASA E BOTTEGA
        dal 31/1/2007 al 28/2/2007

Tre generazioni di artisti. Una selezione delle piu' significative opere di Domenico Piola, Paolo Gerolamo Piola, Gregorio De Ferrari e degli altri esponenti della famiglia, evidenzia i diversi percorsi stilistici e formali seguiti dagli artisti nel panorama del Barocco genovese.
http://undo.net/cgi-bin/press.pl?id=1170163773
Segnalato da: Musei di Strada Nuova - Galleria di Palazzo Bianco
#

        Reggio Emilia, Prospero
        YURI DEGOLA
        dal 31/1/2007 al 28/4/2007

Un miscelatore di arti visive. Nelle tele dell'artista un serbatoio di memorie e ispirazioni istantanee, un dipingere espressionista e infantile, precario ma sempre in equilibrio armonico.
http://undo.net/cgi-bin/press.pl?id=1170077484
Segnalato da: Sandra Campanini
#

        Perugia, Rocca Paolina - Sala Cannoniera
        SERGIO SANI
        dal 31/1/2007 al 15/2/2007

Le ultime tele dell'artista e le immagini di un documentario ispirato alla sua personalita' e ai momenti piu' intensi della sua espressivita'.
http://undo.net/cgi-bin/press.pl?id=1169824967
Segnalato da: Alice Puleo
#

        Prato (PO), Studio di Pittura Futura
        DANIELA BILLI
        dal 31/1/2007 al 31/5/2007

Pittrice e poetessa, rappresenta sensazioni ed immagini di paesaggi e nature morte, sogni e visioni con diverse tecniche: collage, pastello, grafica, olio e quadri sculture a tecnica mista.
http://undo.net/cgi-bin/press.pl?id=1169826172
Segnalato da: Daniela Billi
#

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
N E L   M O N D O :

        Geneve, Centre pour l'image contemporaine
        TWO EXHIBITIONS
        dal 31/1/2007 al 1/4/2007

A series of drawings by Joelle Flumet and a series of animations based on the drawings by Andreas Kressig. Their collaboration is meant to play with the venue's architecture and its possibilities. Thierry Kuntzig: The Waves, interactive installations. The effect may take its own sweet time but it is gripping. Viewers, facing a screen on which a wave is shown surging forward and breaking, enter a corridor and walk towards the image, irresistibly drawn towards the swelling sea.
http://undo.net/cgi-bin/press.pl?id=1170067648
Segnalato da: Corinne de Puckler
#

        New York, Gigantic ArtSpace
        [SILENCE]
        dal 31/1/2007 al 24/2/2007

An exhibition focused on artists' uses of and responses to silence - as manifested in sculpture, in installation, in composition, in works on paper, and in time-based practices. The works on view address the futility of the chase, the beauty of absence, and the rich potential of an empty signal. Works by 18 artists, curated by Dylan J. Gauthier and Galen Joseph-Hunter.
http://undo.net/cgi-bin/press.pl?id=1170189989
Segnalato da: Dylan Joseph Gauthier
#

        Lugano, Galleria Gottardo
        ALBERT STEINER
        dal 31/1/2007 al 21/4/2007

Sopra valli e uomini. Le opere esposte - stampe ai sali d'argento eseguite personalmente - provengono da diverse collezioni private e pubbliche. Si tratta in parte di stampe a contatto e in parte di immagini su carta opaca colorata.
http://undo.net/cgi-bin/press.pl?id=1169472937
Segnalato da: UesseArte
#

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
A  L  T  R  I    E  V  E  N  T  I

- Closing party di Art for Art's Shake
La mostra ha proposto le opere di 21 artiste. Questa sera: La seconda vista, performance di Magische Zaubereien Project - Mona Lisa e Anna Maria Tina. Fill in the blanks, performance di danza di LTD - Laura Matano e Sabrina Naspi. Incastramenti, performance di Giulia Ravazzolo. Closing Party con dj Ananda e Kollontaj. Videoinstallazione, Silvia Chiarini.
ore 18 - 24 - Bologna, Palazzo Zambeccari
via Farini 13/a - tel. 051 6493772

- Raccontami una storia a cena
La rassegna, a cura di Anna Toscano, vede un autore raccontare una storia inedita. Terzo appuntamento: Roberto Bianchin.
ore 19.30 - Venezia, Fondazione Querini Stampalia
Castello 5252 (Campo Santa Maria Formosa)

- Memorie di Adriano, fino al 4/3/07
Giorgio Albertazzi interpreta l'imperatore che ha "governato in latino ma in greco ha pensato, in greco ha vissuto". Un Adriano immerso in riflessioni e malinconie i cui ricordi si materializzano sul palcoscenico.
31 gennaio - 3 febbraio ore 21, 4 febbraio ore 16.30 - Mestre (VE), Teatro Toniolo
Piazzetta Cesare Battisti, 1

- Musica per gli  occhi
Conferenza: "3 Temi musicali nella pittura veneziana del Rinascimento". Relatore: Augusto Gentili, dell'Universita' Ca' Foscari di Venezia. A cura di Enrico De Pascale.
ore 17.45, il mercoledi' - Brescia, Museo di Santa Giulia
via dei Musei 81/b

- Lezioni introduttive alla Storia dell'Arte Contemporanea
Esperienze concettuali. Incontro a cura di Giulia Formenti.
Dalle 16.30 alle 18 - Gallarate (VA), Civica Galleria d'Arte Moderna - GAM
viale Milano, 21

- La fine dell'epoca dell'immagine del mondo
Ciclo di lezioni-seminario. Incontro di oggi con Mario Costa, tema "Il lento tramontare dell'immagine".
ore 17 - Pompei (NA), Pompeilife
Via Duca d'Aosta, 15

- Quantity as quality, fino al 3/3/07
Artists: Pawel Althamer, Carol Bove, Deborah Ligorio, Wolf von Kries, Tilman Wendland, Cathy Wilkes, Andreas Zybach. The artists invited here deal in their work with the idea of easy access to a material or its transformation for a new use, playing with the paradox of rarity and with the generosity of common experiences. But this easiness can also reflect the vanity of consumerism and the fragility of the moment of a shared experience: the contradictions of the idea of quantity. Curator Fanny Gonella.
Wien, Kunsthalle Exnergasse
Wahringer Strasse 59

- Time Inside the Image [3], fino al 31/3/07
Christina Battle, Larissa Fan, Gregory King, Kristiina Lahde and Renee Lear. The show presents site-specific installations, video and film that collectively speaks to the changing landscapes and experiences of urban life.
Lennoxville, Foreman Art Gallery of Bishop's University
Rue College Street

- Giovanna Fra, Lucio Perna, Bruto Pomodoro, Stefano Soddu, fino al 28/2/07
4 vie all'arte contemporanea. Le risonanze musicali dell'immagine di Fra; i quadri scultura di Perna; le figure archetipiche di Pomodoro; il peso visivo del metallo soddiano creano un itinerario di segni, gesti e linguaggi.
Bruxelles, Istituto Italiano di Cultura
Rue de Livourne 38

- Lucy McKenzie, fino al 10/3/07
The exhibition includes McKenzie's interaction with fashion designer and printmaker Beca Lipscombe. She has made new vernacular drawings of Glasgow and a room of painted screens, illustrations for the Edinburgh periodical "The One O'clock Gun" etc.
Norwich, Norwich Gallery
St George Street, NR3 1BB

Galleria Contemporanea: BLACKINBLACK di Marco Bolognesi

BLACKINBLACK

Marco Bolognesi

G. Marziani

dal 03 febbraio al 11 marzo 2007



Opere


Dark n3


Dark n1


Dark n2


Albero 1

7 opere totali - apri galleria 

MARCO BOLOGNESI presenta una recente selezione di lavori fotografici.

Nero dominante. Stacchi con colori saturi e impattanti.

Volti femminili. Interventi di reale modificazione estetica.

Un progetto di (de)costruzione corporea e (ri)produzione iconografica.


Visioni a piano ravvicinato sul viso femminile. Un viaggio tra modelle reali, body painting, acconciature affascinanti e complesse. Un lavoro di casting, hair stylist, make up, fondali, luci di scena, pulizia di ogni dettaglio: momenti tecnici con cui l'artista analizza e ribalta gli stereotipi iconografici della moda. L'approccio iniziale gioca proprio coi canoni stilistici della fotografia glamour. Il secondo livello è quindi una riflessione sugli archetipi dello scatto fashion alla Guy Bourdin, creando cortocircuiti surreali in cui la bellezza diviene un pretesto visionario, un crocevia combinatorio che registra le molteplici frizioni della società contemporanea. I volti diventano veri mondi narranti, geografie realistiche tra Meret Oppenheim ed Enrico Baj. Ritratti di forte presa estetica in cui la donna ci invita a riflettere sui diversi canoni del bello, su come stia cambiando la fisionomia, sui recenti modelli figurativi che amalgamano memoria e tecnologia.


Un background a vari livelli nel cinema (Nanni Moretti, Daniele Luchetti, Fandango) e in Rai, un successivo spostamento a Milano nel mondo della moda, quindi il trasferimento a Londra dove oggi Marco Bolognesi vive e opera. Reduce dal successo del volume "Woodland" (Bomar Edizioni), l'artista vede in questi stessi giorni una sua mostra presso La Nuova Pesa di Roma.

 


Galleria Contemporanea. Via Tommasi, 27 Pescara. Email: info@galleriacontemporanea.it .

Tel e fax: 085 4503242.


martedì 30 gennaio 2007

Sugar Cabaret allo Sugar Reef Musicology - Arezzo




Sugar Reef Musicology    e    SOS Spettacolo presentano

SUGAR CABARET
domenica 4 e 18 febbraio '07 – ore 21.15
domenica 4 e 18 marzo '07 – ore 21.15

UN FULMINE COMICO SQUARCIA I CIELI DI AREZZO!
Sono loro, sono arrivati, anzi… sono tornati!

Squadra che vince non si cambia! Ed ecco che, dopo la prima edizione dello scorso anno, lo Sugar Reef Musicology organizza, insieme a SOS Spettacolo, la seconda rassegna di Sugar Cabaret.

Sono i nove comici più pazzi in circolazione (tutti con una esperienza pluriennale nei teatri italiani o in set televisivi), capaci di infrangere il muro della tristezza, di farvi morire dal ridere con gag e battute nelle loro deliranti serate tutte da gustare!
Sul palco dello Sugar Reef  di Arezzo (via Setteponti 7/1), torna il CABARET sotto la regia del duo comico aretino "da esportazione" NOIDELLESCARPEDIVERSE .

Il cast:
•    Noidellescarpediverse all'anagrafe Samuele Boncompagni e Riccardo Valeriani, i capocomici, i registi del delirio comico
•    Alan&Lenny, maghi e cowboy dal Casentino
•    Eduardo Cocciardo, il napoletano toscano d'adozione
•    Gil&Proccia, la strana coppia del wrestling comico
•    Michele Crestacci, il toscanaccio di Livorno
•    Daniele Magini, il comico con gli sci direttamente dal Monte Amiata


Al bando tristezza e depressione: allo Sugar Reef, dal 4 febbraio '07,
vi aspetta un uragano di risate!

Ingresso: € 8,00
Per info e prenotazioni: 3395201898 oppure 3356775798 - live@sugarreefmusicology.com
Sugar Reef Musicology
Via Setteponti, 7/1 - Arezzo


 

I comici:
•    I Noidellescarpediverse arrivano direttamente dal Laboratorio ZELIG di Firenze, apparsi sul piccolo schermo in emittenti televisive quali Odeon TV, Italia 1 (Wozzup con Daniele Bossari, anno 2001), Rai Due (Bulldozer – Pezzi di ricambio, anno 2003) e Canale 5 (Cultura Moderna di Antonio Ricci con Teo Mammuccari, anno 2006) e in varie trasmisissioni sui canali satellitari RAIsat, Happy Channel, Toscana Channel e Family Life Tv della piattaforma SKY.
•    Alan & Lenny sono un duo toscano di cabaret composto da Alan Bigiarini , che proviene da esperienze artistiche diverse che spaziano da l' animatore al presentatore di iniziative varie e Lenny Graziani, dotato di una enorme carica di simpatia e di un grande talento naturale . Il loro  spettacolo  è una presa in giro scanzonata del mondo della magia e dell' illusionismo nel eseguono e smascherano alcuni tra i piu' noti trucchi dei prestigiatori. Varie le partecipazioni in televisione, in teatro e in rassegne e festival nazionali.
•    Eduardo Cocciardo, laureato in Lettere Moderne, settore Musica e Spettacolo, con una specializzazione in storia e critica del cinema, presso l'Università di Siena. Ha partecipato a corsi di Lello Arena, Dario Fo e oggi  lavora come attore ed autore di un teatro monologante ad una o due voci. Nel 2003 ha vinto il Premio per il Miglior Testo al Festival Nazionale del Cabaret di Torino. Ha pubblicato un saggio critico sul cinema di Massimo Troisi; dopo aver realizzato una serie di cortometraggi e documentari, scrive, produce e dirige il suo primo lungometraggio, Assemblè, in proiezione nelle sale d'essai di tutta Italia.
•    Gil & Proccia, all'anagrafe sono Gilberto Pellegrini e Cristian Materazzi, il primo aretino e il secondo montigiano (ovvero di Monte San Savino) entrambi personalità comiche doc, anzi docg del nostro territorio! S'incontrano artisticamente nel laboratorio comico tenuto dai Noidellescarpediverse nel 2005 e le rispettive follie si trovano subito d'accordo. Nasce così il wrestling comico, una nuova fantomatica disciplina che prende spunto dal successo del wrestling americano e ne mette in ridicolo le caratteristiche principali: le urla, le sfide e le "mosse" speciali.
•    Michele Crestacci, diplomato alla scuola di dizione e recitazione "Vertigo" di Livorno, ha partecipato allo stage sulla storia del teatro curato da Claudio Marmugi. Tanta esperienza teatrale e varie partecipazioni a trasmissioni televisive di Cabaret ( Bravo Grazie, Rai 2; Cominciamo bene, Rai 3; Laboratorio di Cabaret,  Radio Popolare a Milano; Comici e La Ribollita su Toscanachannel; Familylife, piattaforma Sky … ). Attualmente partecipa a laboratori comici in Toscana: Aurora ridens ad Arezzo come ospite fisso, a Livorno come direttore artistico del laboratorio comico "Sono ottimista" e al Laboratorio Zelig presso il Teatro di Rifredi a Firenze.
•    Daniele Magini, ha seguito corsi di teatro con registi professionisti, primo tra tutti Massimo Masini. Fa parte di una Compagnia Teatrale locale con la quale svolge circa 4 spettacoli l'anno. Nel 1999 ha iniziato a seguire i corsi teatrali di EGUMTEATRO con Annalisa Bianco e Virginio Liberti, arrivando così al Teatro Professionale. Nel 2003 ha presentato al pubblico il suo primo spettacolo di cabaret, diretto da EGUMTEATRO "Io Ci Provo", un atto unico di circa 80 minuti.
    Scrive testi di grande forza, immersi nella realtà e chi assiste ai suoi spettacoli si accorge di     vivere in un mondo assurdo, ridicolo e sgangherato. Giovanissimo, 25 anni, ma con una maturità     artistica acquisita grazie alla collaborazione con Egumteatro, una delle compagnie di punta del nuovo  teatro italiano.


--
Duende comunicazione:
Gloria Peruzzi Tel. + 39 349 3588645
Francesca Bassani Tel. + 39 320 0340334
duendecomunicazione@gmail.com

Pillole del CorrieredelWeb.it: Ugo Ojetti

L'amore assomiglia a Dio: per raggiungerlo bisogna crederci.

 Ugo Ojetti

International Union Against Cancer (UICC): Giornata mondiale contro il cancro (World Cancer Day), 4 Febbraio 2007 Lancio della Campagna mondiale contro il cancro

Messaggi che offrono sani esempi per i genitori da condividere con i propri figli

    È una statistica sorprendente: è possibile prevenire il 43% dei casi di tumore mediante uno stile di vita sano appreso durante l'infanzia. La campagna mondiale contro il cancro, "Today's Children, Tomorrow's World"/"I bambini di oggi, Il mondo di domani", pone l'accento sulla prevenzione grazie alla condivisione di informazioni riguardo gli stili di vita.

    (Foto: http://www.newscom.com/cgi-bin/prnh/20070130/CLTU006 )

    L'associazione International Union Against Cancer (UICC), una ONG con sede a Ginevra e organizzazioni membro in 86 Paesi lancerà la campagna durante la Giornata mondiale contro il cancro. Diretta a genitori, professionisti del settore medico-sanitario e politici, la campagna presenta un tema comune: promuovere abitudini sane durante l'infanzia aiuta a prevenire il cancro in seguito nella vita. ( campaign.uicc.org)
    I quattro messaggi fondamentali della campagna mondiale contro il cancro sono:

- offrire ai bambini un ambiente libero dal fumo
- fare attività fisica, seguire una dieta sana ed evitare l'obesità
- informarsi sui vaccini per i tumori al fegato e al collo dell'utero causati da virus
- evitare l'eccessiva esposizione al sole

    Più di sette milioni di persone muoiono per il cancro e quasi 11 milioni di nuovi casi vengono diagnosticati ogni anno. Nel 2006 il cancro ha ucciso più persone dell'AIDS, della malaria e della tubercolosi messe insieme. ( facts.uicc.org)

    "Il cancro colpisce tutte le fasce sociali in ogni Paese. La buona notizia è che il cancro è in gran parte prevenibile", spiega Isabel Mortara, direttore UICC. "I primi passi verso la prevenzione sono l'educazione e l'azione. Bisogna iniziare dai bambini."

    Oltre a rivolgersi alle persone, la campagna mondiale contro il cancro incoraggia i politici a mettere il cancro nella loro agenda politica.

    "Il controllo del cancro può essere efficace solo se gli viene data la priorità ai massimi livelli decisionali. L'autocompiacimento e la mancanza di azione da parte della comunità internazionale contribuirà a più di 10 milioni di morti ogni anno entro il 2020", afferma il dottor Franco Cavalli, presidente UICC.

    L'ex First Lady degli Stati Uniti, Barbara Bush, Sua Altezza Reale Lalla Salma del Marocco, il presidente nigeriano Olusegun Obasanjo, e la star del tennis Steffi Graf sono tra coloro che prestano voce alla campagna mondiale contro il cancro incoraggiando chi è stato colpito dalla malattia. ( voices.uicc.org)

    UICC è una risorsa globale per azioni con più di 270 organizzazioni  membro in Africa, America, Asia-Pacifico, Europa e Medio Oriente. East.  ( http:///members.uicc.org.)

    Sito Web: http://campaign.uicc.org
              http://facts.uicc.org
               http://voices.uicc.org
              http://members.uicc.org

        per maggiori informazioni: Europa, Medio Oriente e Africa:  J.J. Divino, Ginevra: +41-22-809-1878  Mobile: +41-79-811-7049  ( divino@uicc.org) America e Asia-Pacifico: Washington, D.C. +1-202-558-3583  Mexico City +525-585-252806 , Debra Daugherty (daugherty@uicc.org)/  Foto:  NewsCom:   http://www.newscom.com/cgi-bin/prnh/20070130/CLTU006/  Archivio AP:  http://photoarchive.ap.org/  AP PhotoExpress Network:  PRN1/  PRN Photo Desk, photodesk@prnewswire.com/  Nota del giornalista:  iconografia disponibile su (http:///artwork.uicc.org)

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI