Cerca nel sito

mercoledì 31 dicembre 2008

PARSIFAL, UN ROMANZO SVELA IL SEGRETO DEL GRAAL

Adolf Hitler vedeva in Parsifal, il Re del Graal immortalato da Wagner, il prototipo dell'eroeariano-germanico. Ma in realta' Parsifal non e' solo un mitoimperituro bensi nasconde un personaggio storico in carne edossa, e per di piu' di origine ebraica: la straordinariarivelazione, basata su lunghe ricerche, e' alla base del romanzo'Io,Parsifal' dello scrittore e storico spagnolo JoaquinJavaloys, pubblicato in Spagna e dalla Tre Editori di Roma(300 pp, 16,50 Euro). Il libro racconta, in forma romanzata, la vera storia diParsifal, cioe' Raymond Roger II Trencavel, visconte di Albimorto assassinato mentre guidava la rivolta dei Catari nel 1209.E di suo figlio Roger Raymond III Trencavel, Lohengrin, che nel1247 perse nello scontro con il papato tutti i suoipossedimenti, per morire infine senza eredi. A Toledo viveva nel XII secolo Abraham Ben Daud, uncabalista autore del Libro della Tradizione nel quale Javaloysha indentificato Flegetanis, il misterioso autore delmanoscritto utilizzato da un Trovatore provenzale, Kyot, alquale si ispiro' Wolfram von Eschenbach per il suo 'Parsifal',da cui l'opera di Wagner. L'identificazione di Flegetanis conben Daud conferma le indicazioni dello stesso Eschenbach secondocui i racconti cristiani del Graal (la coppa col sangue di Gesu'raccolto sotto la croce) sono in realta' di origine ebraica. EParsifal e Lohengrin erano discendenti della linea confluita neiBorboni attraverso i Capeti, quella davidico-carolingia: l'unicache consente di regnare per ''diritto divino''. L'identificazione di Flegetanis con ben Daud e' statapossibile grazie al ritrovamento, da parte di Javaloys, diun'appendice al Libro della Tradizione ove si racconta comePipino il Breve (715-768) - figlio di Carlo Martello - avessechiamato l'Exiliarca degli ebrei di Babilonia Al Makhir, direttodiscendente del re Davide, per farlo sposare con la figlia Auda.E cio' per dare legittimita' alla dinastia carolingia che avevausurpato il trono sacro dei Merovingi. Grazie al matrimonioMakhir pote' presentarsi come successore di Re Davide e venirriconosciuto protettore dei luoghi santi di Gerusalemme da Harunel Rashid, e ''unto'' imperatore dal papa. A al Makhir, ribattezzato col nome franco di Teodorico, venneconcesso nel 768 il Principato di Septimania, un territorio acavallo dei Pirenei con capitale Narbona che doveva servire datampone contro la pressione araba e che sara' un 'regno ebraico'nella cattolicissima Europa. E seguendo la discendenza diMakhir, Javaloys e' riuscito ad identificare Parsifal, il Rewagneriano del Graal e suo figlio Lohengrin. Raymond Roger II Trencavel II, Parsifal, discendevadirettamente da Guglielmo di Gellone (750-812) figlio diMakhir-Teodorico, uno dei 'pari' di Carlomagno. Fu Guglielmo aporre la corona sul capo del figlio di Carlomagno, Louis I(778-840). Alla morte di Parsifal e poi di Lohengrin si estinguela famiglia dei Trencavel e i parenti conti de Foix si pongonoalla testa della dinastia davidico-carolingia iniziata con ilmatrimonio fra Makhir e Auda, due figli dei quali sposerannorampolli di Carlomagno e del fratello Carlomanno. Cosi' ladinastia del Graal confluisce nel grande fiume delle monarchieeuropee.

AUGURI DI BUON 2009 ED ALCUNE CONSIDERAZIONI DEL DIRETTORE

AUGURI DI UN SERENO E FELICE 2009 di www.notiziesindacali.com

ALCUNE CONSIDERAZIONI DEL DIRETTORE.


A tutti i lettori di www.notiziesindacali.com porgo il mio più cordiale augurio per un Sereno e Felice anno nuovo 2009.

Colgo l'occasione per fare alcune considerazioni politiche del tutto personale.


Il nostro Paese non è stato affatto governato negli ultimi 15/20 anni infatti l'attuale situazione è figlia di scelte non fatte o fatte nel peggiore dei modi, mi riferisco ovviamente alle "Riforme", che sono diventate urgenti ed improcrastinabili, nei vari settori sociale, politico, culturale, economici; non parlo soltanto della crisi finanziario-economica che è soltanto un'aggravante alla situazione di ritardo che già persisteva e pre-esisteva nel nostro Paese.

Mi riferisco invece in particolar modo a:


La riforma della Magistratura Sono 30 anni che ad ogni inagurazione dell'Anno giudiziario si sente parlare dei problemi della Magistratura e delle relative necessarie modifiche ma...... poi tutto rimane com'è.

La Riforma della Magistratura non deve essere pensata "contro qualcuno" ma a favore dei cittadini che hanno bisogno di processi rapidi, di una Magistratura che, con prestigiosa autorevolezza, garantisce la" certezza della pena".

Purtroppo oggi la Magistratura, a mio parere, è allo sfascio: Procure contro Procure; tempi lunghissimi per avere giustizia tant'è che parecchi, sfiduciati, ci rinunciano; intercettazioni telefoniche abnormi, rispetto agli altri Paesei Europei; Magistrati che non vengono considerati responsabili degli atti compiuti durante l'esercizio della loro funzione. Quello che è accaduto a Pescara, e precedentemente tra le Procure di Salerno e di Catanzaro, è la conseguenza di un fascio che ormai è sotto gli occhi di tutti.

I magistrati con i loro atti possono causare la caduta di giunte comunali, provinciali, regionali e Governi e non pagare per gli errori commessi; eppure la Giustizia viene amministrata in nome del popolo Italiano!!!!


La riforma dell'Informazione: Pochi leggono ed approfondiscono le "questioni"; basta che un qualunque organismo dia una notizia che questa viene ripresa ed amplificata , elevata all'ennesima potenza, dai vari organi di informazione.

L'informazione in Italia, come in tutto il mondo, ha un grande potere mediatico ed è necessario fare accurate verifiche prima di divulgare fatti e notizie che possono danneggiare luoghi, "persone", organismi. Ma oggi non è così!!!!!


Le disuguaglianze: Circa il 10% della popolazione Italiana possiede il 50% dei beni della Nazione; da qui. Scaturiscono una miriade di problemi e problematiche. E' necessario mettere mano con decisione per ovviare a ciò.


Scuola, Università e Ricerca: Quando i camionisti bloccarano il Paese per avere incentivi finanziari, il "Parlamento" reperì le risorse dai Fondi per la Ricerca. Un Paese che non promuove la "Ricerca"anzi la penalizza, è un Paese destinato a perdere sempre più competitivtà e credibilità.

Una riforma della Scuola, Università e Ricerca è improcrastinabile e in questo settore, come in altri, non è possibile tener conto solo delle esigenze del personale bensì dei "cittadini" che usufruicono dei vari livelli della Scuola, Università e della Ricerca.

Bisogna passare da un sistema Universitario e della Ricerca per il quale il clientelismo è la "norma"ad un sistema "meritocratico" ove il merito è il termine di paragone a cui riferirsi..

Ambiente: La Campania è stata per anni priva di controlli; lo sversatoio dei rifiuti tossici e nocivi da parte della malavita organizzata. E' tempo di passare ad un ambiente sano e pulito; questo è possibile se vi è l'impegno di tutti: Istituzioni, Forze dell'ordine, Magistratura e Cittadini.


Riforma delle Istituzioni e Costo della politica: L'attuale articolazione dello Stato è costoso ed inefficiente. E' necessario procedere rapidamente ad una "Riforma" profonda che garantisca un minor costo ai cittadini e, nel contempo, sia in grado di assumere decisioni rapide a favore dei cittadini. Malgrado da diversi anni vi sia una legge per l'abolizione delle Amministrrazioni Provinciali questa non viene applicata. Mi domando perché??????


Lavoro e Sviluppo: La produttività è bassa e la competitività del Paese è ultima tra i Paesi dell'U.E; in questa situazione è necessario assumere tra le parti sociali (Confindustria e Sindacati ) alcune rapide decisioni liberando i rapporti di lavoro dagli impedimenti che non permettono al nostro Paese di avere produttività e quindi competività.

Questo giornale ha sviluppato un interessante dibattito sulla "Questione Meridionale" al quale sono intervenute varie personalià che hanno arricchito il livello della discussione. Il dibattito ha evidenziato che il centro-sinistra è stato fallimentare nella gestione dei "Fondi Comunitari"; d'altra parte è stato sottolineato che l'attuale Governo, per fronteggiare la "crisi ", utilizza i "Fondi Comunitari" ,destinati alla crescita di un'area in ritardo di sviluppo, con grave nocumento per una intera popolazione, già fortemente provata, e di un'area decisiva per lo Sviluppo dell'intero Paese.

Occorre , inoltre,dunque sancire e decidere che, chi non rispetta i CCNL firmati liberamente tra le parti sociali, non possa concorrere ad avere lavori e forniture dalla Pubblica Amministrazione. Le Organizzazioni dei datori di lavoro mettano fuori dalle Associazioni gli imprenditori che non rispettano i CCNL perchè questi alternano il "mercato" e danneggiano le altre imprese.


Sanità: Abbiamo un servizio sanitario costoso ed inefficiente; è neccessario, soprattutto nel Mezzogiorno, andare ad un profonda Riforma del Servizio Sanitario Nazionale.Paghiamo fior di risorse finanziarie per avere un servizio le cui barelle sono il più lampante "fallimento" di un modo di gestire.


Riforma dello Statuto dei diritti dei lavoratori: Lo statuto dei diritti dei lavoratori risale agli anni anni '70 e da allora non è mai stato riformato malgrado siano avvenuti mutamenti epocali. Circa 4.500.000 lavoratori sono senza tutela e senza ammortizzatori sociali : I Lavoratori precari. E' necessario mettere mano rapidamente ad una seria ed efficace riforma del "lavoro"; parallelamente ad essa le parti sociali definiscano un "accordo" affinché per dichiarare lo sciopero è necessario il 51% degli assensi da parte dei lavoratori che lo dichiarano. Facciamo tesoro dell'esperienza degli altri Paesi Europei!!!!!!


Servizi: Sono costosi, inefficienti e determinano sofferenza e malumore tra i cittadini. Ancora oggi, come accadeva all'inizio del secolo scorso, lo "Stato" è visto come un "nemico"che cerca solodi succhiare risorse finanziarie dai cittadini; Il Parlamento dia allora indicazioni affinché gli orari dei "servizi" siano diversi da quelli della "produzione manufatturiera" in modo che i cittadini possano usufruire dei servizi quando non sono impegnati per la produzione. Interventi sono necessari per rendere efficienti i servizi pubblici.


Infortuni sul Lavoro : Il Governo attuale ha rinviato per ben due volte l'entrata in vigore del Testo unico sulla Tutela della Salute e la Sicurezza dei lavoratori ; non è un buon segno: Nel campo delle "Morti in Bianco" quanta ipocrisia dobbiamo assistere: tutti a strapparsi le vesti, tutti a fare dichiarazioni "di maniera" allorquando avviene una qualsiasi tragedia e poi......... non si procede di conseguenza.

In questo quadro l'unica certezza è che i lavoratori continuano a morire.


Morti sulle strade: Chi oggi commette un atto che procura un incidente stradale con morti è accusato di "omicidio colposo" ed il giorno dopo dell'incidente è a casa.

In realtà , spesso , trattasi di "omicidio volontario", soprattutto quando chi procura l'incidente con morti è sotto l'effetto della droga oppure ha fatto uso di alcool in maniera smisurata o al di sopra di quella prevista dalla legge.

Per questo sono necessari controlli adeguati e più penetranti per tutelare le "persone oneste".

Si doti la Magistratura di adeguati strumenti in grado di stroncare un fenomeno che a lungo andare può diventare "eversivo"

E' intollerabile che per l'intera provincia di Milano la Polizia Stradale sia in possesso di un solo strumento di controllo per accertare il grado di alcool dell'automobilista..

Inoltre chi dovrebbe controllare è demotivato per mancanza di strumenti, stipendi inadeguati e personale insufficiente.

" Le nozze non si fanno con i fichi secchi!!!!"


Ordine pubblico e Malavita Organizzata: E' neccessario dotare le "forze dell'ordine" di strumenti per un adeguato controllo dell'ordine pubblico e della Malavita organizzata. Gli spots in questo settore non servono perché i cittadini avvertono sulla loro pelle quando, e in che misura, una località è vivibile o meno.I dati pubblicati dal un Giornale economico indicano l'invibilità di quase tutte le città del Mezzogiorno.

Se non si fa questo la situazione è destinata a peggiorare ed intere regioni, in particolare meridionali, già oggi sono in mano alla malavita organizzata., domani lo saranno compltetamente. In tali regioni i cittadini "intimiditi" non sono, come dovrebbe essere, gli affiliati alle "cosche" ma i cittadini onesti.!!!!!


Controlli : Più controlli per tutelare i cittadini "onesti". Ma chi controlla? E come vengono fatti i controlli? Questo è un Paese nel quale parecchi controlli sono inesistenti.


Al termine di queste considerazioni "personali" nel ribadire gli auguri di Buon 2009 invito le persone " pensierose" del futuro ad intervenire nel dibattito. Oggi, per fortuna, vi è uno strumento democratico a disposizione delle persone che hanno voglia di partecipare alla "cosa pubblica" o almeno contribuire alla sua gestione corretta , anche con proposte. Questo è importante in un'area dove l'articolazione "associativa" e le sedi di dibattito sono quasi del tutto inesistenti.


Napoli, 31/12/08



Raffaele Pirozzi direttore giornaleonline"www.notiziesindacali.com"

martedì 30 dicembre 2008

PREMIO GIUSEPPE SPINA PER LA STORIA

1° PREMIO "GIUSEPPE SPINA" PER LA STORIA
(Scadenza 31/01/2009)

E' indetto il premio "Giuseppe Spina" per la storia del XX secolo. Al premio potranno concorrere le opere (edite ed inedite) di autori italiani e stranieri su argomenti di Storia Contemporanea del secolo XX.

Il premio ha cadenza biennale.
Il premio sarà assegnato a Roma nel mese di Maggio 2009.

Sono bandite due sezioni:
• opere stampate in italiano
• lavori inediti: tesi di laurea, ricerche, memorie, testimonianze

Prima Sezione: opere edite
• Possono concorrere tutte le opere pubblicate dal 1° gennaio 2007 al 31 dicembre 2008 in lingua italiana da editori italiani e stranieri.
• Le opere devono pervenire alla Segreteria del Premio al seguente indirizzo
Associazione Culturale IL SIGILLO
Segreteria premio "Giuseppe Spina"
Via Santamaura, 15 – 00192 ROMA

entro e non oltre il 31 Gennaio 2009, in 3 (tre) esemplari.

• Saranno assegnati i seguenti premi:
1° class. Euro 1000,00
2° class. Euro 500,00
3° class. Euro 250,00

Seconda Sezione: opere inedite
• Possono concorrere i lavori liberi da vincoli editoriali e non ancora editati.
• Le opere devono pervenire alla Segreteria del Premio entro e non oltre il 31 Gennaio 2009 in duplice copia cartacea, accompagnate da supporto elettronico (cd rom – dischetto o altro supporto informatico).
• Saranno assegnati i seguenti premi
1° class. Euro 1000,00
2° class. Euro 500,00
3° class. Euro 250,00
Per tutti i premiati è inoltre previsto un regolare contratto di pubblicazione dei lavori con diritti d'autore da parte delle edizioni
SETTIMO SIGILLO.

Giuria
Per ambedue le sezioni le opere saranno esaminate da una Giuria composta da esponenti del mondo della cultura, il cui giudizio è inappellabile ed insindacabile.

Premiazione
I premi saranno consegnati durante una pubblica cerimonia a Roma, alla quale saranno invitati per tempo gli autori e gli editori (per la prima sezione).
Gli autori sono tenuti ad essere presenti, pena la non corresponsione dei premi. La partecipazione al Premio comporta la piena accettazione del presente bando.

Brand Milano: il logo della città gira il mondo con That’s Opera

BRAND MILANO: IL LOGO DELLA CITTA' GIRA IL MONDO
CON THAT'S OPERA

Milano, 30 dicembre 2008 - L'eleganza e la grande tradizione musicale di Milano, unita alla bicentenaria storia di Casa Ricordi e al fascino che la lirica suscita in tutto il mondo, sono alcune delle motivazioni che hanno invogliato l'Assessorato al Turismo, Marketing Territoriale, Identità e Ricordi & C. spa a realizzare il merchandising That' Opera. 25 oggetti che oltre a costituire un esclusivo ricordo della mostra omonima contribuiscono a promuovere l'immagine, la storia e l'identità di Milano di cui Casa Ricordi rappresenta una delle eccellenze più riconosciute e apprezzate.

"Un'operazione di co-marketing che rappresenta uno dei migliori strumenti di promozione dell'immagine Milano all'estero" così l'Assessore al Turismo, Marketing Territoriale, Identità del Comune Massimiliano Orsatti "Milano e Casa Ricordi – continua Orsatti – costituiscono un, un simbolico ponte che grazie al linguaggio universale dell'opera unisce popoli, culture, idee e territori in un unico spirito di dialogo e confronto."Lo stesso spirito – conclude Orsatti- che animerà Milano in vista di Expo 2015".

"That's Opera", ideata e promossa da Ricordi & C., in collaborazione con il Comune di Milano e con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, è un viaggio alla scoperta di tutte le fasi di creazione di un'Opera lirica, dalla stesura del libretto alla scrittura della partitura, dal disegno delle scenografie e dei costumi alla rappresentazione finale. Una mostra che vuole soddisfare tanto le esigenze degli esperti e degli appassionati quanto la curiosità delgrande pubblico. Grazie ad un allestimento di eccezionale impatto emotivo e di altissimo livello tecnologico, i visitatori possono scoprire l'imponente e invisibile macchina produttiva che permette ad un'idea letteraria di diventare Opera.

I 25 prodotti in catalogo sono studiati per soddisfare le esigenze di ogni tipo di clientela museale, dal bambino all'esperto. Grazie ad una grafica che unisce con stile ed eleganza il logo della mostra con il nuovo simbolo della città di Milano, lo scudo crociato con la corona ducale e due bande nere che fuoriescono lateralmente, viene esaltato l'intimo e intenso legame che unisce Milano e la musica, enfatizzato dal minimalismo cromatico del bianco e nero.

Tutti gli articoli sono stati ideati e sviluppati da Kikka Ricchio per Musicart srl e sono in vendita esclusiva presso il bookshop della mostra attualmente al Tour & Taxis di Bruxelles per proseguire il suo tour mondiale, passando da San Pietroburgo, Pechino, Berlino, New York e in molte altre capitali mondiali per approdare, nel 2015, a Milano in occasione dell'Expo dove troverà la sua sede permanente.


--
Redazione www.CorrieredelWeb.it

Brand Milano: 1a guida per scoprire Milano Città d’arte

BRAND MILANO: LA PRIMA GUIDA PER SCOPRIRE MILANO CITTA' D'ARTE

Milano, 30 dicembre 2008 - Milano città della moda e del business ma anche d'arte e di cultura, che più di altre ha saputo conservare intatti i segni distintivi del passaggio tra Ottocento e Novecento.
Questi i tratti propri di Milano Città d'arte, la breve guida alla scoperta del patrimonio artistico e culturale del capoluogo lombardo.
Realizzata dall'Assessorato al Turismo, Marketing Territoriale, Identità in collaborazione con Skira è la prima pubblicazione firmata con il nuovo brand Milano: lo scudo crociato con corona ducale su campo bianco da cui fuoriesce una lunga banda rossa.

"Una guida che si propone come agile e originale strumento di promozione in grado di fornire lo spunto per un soggiorno ogni volta diverso e affascinate tra storia, arte, cultura e divertimento" così l'Assessore al Turismo, Marketing Territoriale, Identità Massimiliano Orsatti. "La Milano di Expo 2015 – continua Orsatti – si dota oggi di una nuova guida che si rivolge al visitatore, al cittadino, al manager
ome allo studente straniero per scoprire e far conoscere Milano attraverso la sua storia e i suoi capolavori d'arte."

"Milano Città d'arte" è in distribuzione presso tutte le librerie e le edicole in italiano mentre la versione in inglese sarà disponibile da febbraio 2009. Una guida che racconta uno sviluppo urbano ricco ed eterogeneo dal quale emergono i documenti di una storia illustre che parte dall'epoca romana, attraverso l'età dei Comuni, le signorie dei Visconti e degli Sforza sino all'età spagnola e poi ancora dal settecento asburgico al fasto napoleonico e dalla prima industrializzazione al liberty e al déco, fino al secondo dopoguerra e all'età contemporanea.

Da qui nascono sei itinerari pensati come dei veri e propri percorsi che partono dal cuore della città, piazza del Duomo. Il primo giunge sino a Porta Giovia alla scoperta del cuore religioso e civile della città. Il secondo conduce a Porta Vercellina dopo aver disegnato la storia di Milano dalle origini al Novecento. Il terzo guida il turista a Porta Ticinese illustrando le principali basiliche, i caratteristici Navigli e gli antichi borghi popolari. Il quarto conduce alla scoperta di Palazzo Reale e di alcune delle più importanti architetture rinascimentali, mentre il quinto apre le porte di quelle dimore che costituiscono una delle più alte e raffinate espressioni dello stile liberty e déco. L'ultimo è una suggestiva passeggiata tra due dei quartieri più rinomati della città: Brera e il quadrilatero della moda, attraverso musei, botteghe artigiane e atelier di famosi artisti e stilisti.

La guida, curata da Roberta d'Adda, è corredata da una ricca galleria fotografica e da una utile cartina illustrata che supporta e accompagna il turista lettore nella scelta degli itinerari. Il costo al pubblico è di € 15.00


--
Redazione www.CorrieredelWeb.it

Brand Milano: con tempo zero 365 giorni in compagnia di Milano

BRAND MILANO: CON TEMPO ZERO
365 GIORNI IN COMPAGNIA DI MILANO

Milano, 30 dicembre 2008 - Milano accoglie in sé tante storie, passioni comuni, affinità elettive e identità di interessi. Immagini e storie silenziose che hanno contribuito in maniera silenziosa a fare di Milano la città che oggi tutti conosciamo. Questi i tratti distintivi di Tempo Zero 2009, il calendario realizzato dall'Assessorato al Turismo, Marketing Territoriale, Identità in collaborazione con Nava spa Divisione Design.

"Milano è una città in cui la memoria e la sua identità vengono spesso trascurate e ignorate, per questo abbiamo scelto di scandire il prossimo anno con i frammenti di memoria raccolti e conservati in tutti questi anni dal Circolo Fotografico Milanese simbolo, dell'innata vivacità culturale e intellettuale della nostra città."
così commenta l'Assessore al Turismo, Marketing Territoriale, Identità Massimiliano Orsatti. "Immagini – conclude Orsatti - che narrano i tanti volti della città e dei suoi abitanti. Milanesi per nascita o per passione che raccontandoci Milano com'era ci danno gli strumenti per capire com'è oggi., attraverso immagini che non sono altro che stralci di un diario scritto da chi Milano l'ha vissuta e la vive ogni giorno."

Il calendario Tempo Zero 2009, giunto alla sua terza edizione, la prima firmata dal nuovo brand Milano lo scudo crociato con la corona ducale su campo nero da cui fuoriesce una lunga banda rossa, rappresenta una commistione di tecnica, spontaneità, frammenti di memoria, realismo e sogno che danno vita a un calendario unico capace di raccontare, sin dal primo sguardo e in modo semplice e diretto, la città e l'essenza di Milano. E' stato l'archivio del Circolo Fotografico Milanese, che dagli anni '30 ad oggi raccoglie un immenso patrimonio di immagini, a darci l'opportunità di offrire al pubblico sguardi di autori sconosciuti che, per caso o per passione, hanno fermato in un semplice fotogramma il senso del tempo e dei luoghi della nostra città, Milano.

La volontà di proporre una variante cromatica e una galleria di immagini in bianco e nero, non identifica una scelta di stile, ma una dimensione emozionale. La precisa volontà di descrivere e comunicare una Milano vissuta e raccontata, giorno per giorno.

Il calendario giornaliero è copyright Nava, un grande classico della grafica italiana disegnato da Massimo Vignelli che dal 1977 ad oggi è presente nei più importanti bookshop dei Musei d'arte contemporanea del mondo. L'intero progetto e la grafica del calendario Tempo Zero 2009 sono stati curati dall'art director Tanja Solci e dal noto grafico Roberto Da Pozzo che hanno trasformato un semplice oggetto d'uso quotidiano in una interessante avventura.

Per Informazioni:
Mauro Rocco
Ufficio Stampa Comune di Milano
Assessorato al Turismo, Marketing Territoriale, Identità
Via Bagutta, 12 - 20121 Milano
Cell.347-7958975 e-mail: mauro.rocco@comune.milano.it

Brand Milano: la citta’ ritrova la sua birra

BRAND MILANO: LA CITTA' RITROVA LA SUA BIRRA

Milano, 30 dicembre 2009 - Dopo oltre un secolo, Milano ritrova uno dei suoi storici marchi nel settore delle bevande, Birra Milano nata ai primi del '900 e già allora considerata un simbolo della storia e dell'eccellenza produttiva cittadina. Questi gli elementi che hanno spinto l'Assessorato al Turismo, Marketing Territoriale, Identità a valorizzare in modo sperimentale quei progetti di marketing che contribuiscono a promuovere l'immagine, la storia e l'identità di Milano.

Birra Milano ripropone un prodotto storico artigianale, nato nei primi anni del '900, che oggi, dopo oltre un secolo, ritorna sul mercato.
Una birra Ale ambrata, non filtrata, ad alta fermentazione a 20°, la cui produzione è derivata da selezionate e ricercate materie prime come malto d'orzo – lievito – luppolo amaricante con una gradazione alcolica di 5% vol. I profumi intensi e egli aromi unici di Birra Milano derivano dall'altissima qualità delle materie prime impiegate oltre che dall'esperienza e dalla passione dei maestri birrai e dalla rifermentazione in bottiglia.

Il marchio Birra Milano è stato disegnato nel 1907 dall'autore Mario Borgoni, noto pittore e cartellonista dell'epoca. L'etichetta posta frontalmente sulla bottiglia raffigura una silouette di donna con i capelli al vento che regge con le mani un bicchiere di birra e sullo sfondo si intravedono le guglie del Duomo e i camini fumanti delle fabbriche. L'etichetta posteriore, oltre a riportare la storia e le caratteristiche del prodotto, riproduce il brand Milano: lo scudo crociato con la corona ducale da cui fuoriesce una lunga banda rossa e il nome di Milano, oltre allo slogan "Bere meno, bere meglio" per invitare il consumatore ad un consumo moderato e accorto delle bevande alcoliche.

Il corrispettivo della concessione del brand Milano è stato fissato nel valore del 2% del fatturato al netto di Iva, le royalties verranno corrisposte al Comune a fronte di rendicontazioni semestrali durante tutta la durata del contratto che avrà termine il 31-12-2011. Gli introiti derivati dal progetto Birra Milano saranno utilizzati dall' Amministrazione Comunale per contribuire a finanziare campagne di sensibilizzazione a favore della salute e in particolar modo a contrastare l'abuso di sostanze alcoliche nei giovani e negli adulti.


Per Informazioni:
Mauro Rocco
Ufficio Stampa Comune di Milano
Assessorato al Turismo, Marketing Territoriale, Identità
Via Bagutta, 12 - 20121 Milano
Cell.347-7958975 e-mail: mauro.rocco@comune.milano.it

I Tango Crash e Juanjo Mosalini chiudono il 4° MeditangoFestival di Roma

Chiusura d’eccezione per il 4° International Tango Festival di Roma, MeditangoFestival; il mese del Festival di Tango, Musica, Teatro e Danza più lungo della Capitale –organizzato dalla Compagnia Meditango di Alex Cantarelli e Mimma Mercurio- termina con due concerti d’altissimo livello, quello dei Tango Crash, il 2 gennaio, e quello di Juanjo Mosalini, il 3 gennaio.
I Tango Crash, duo formato da Daniel Almada e Martin Iannaccone, hanno realizzato il loro primo cd nel 2003; dopo cinque anni di attività, i Tango Crash sono esponenti di spicco di quello che viene comunemente chiamato “elettrotango”, genere che coi Gotan Project è stato diffuso particolarmente.
Il loro terzo album, Bailà Querida, è stato recensito dal Guardian come “uno dei migliori del 2008”; segreto del loro successo è la professionalità dei musicisti.
Se Almada infatti è professore di Electronic Music all'Accademia Musicale di Basilea, allievo del compositore Daniel Montes a Buenos Aires e collaboratore di musicisti del calibro di Greg Osby, Glenn Ferris, Martin Iannaccone, dal canto suo, è stato vincitore del prestigioso Bienal Arte Joven a Buenos Aires, oltre ad aver lavorato con il grande Joe Zawinul.
La loro musica è un mix perfetto di elettronica, improvvisazione, composizione, tradizione e ritmo; il risultato è assolutamente travolgente. L’avanguardia del Tango elettronico in uno show-videoconcerto.
Il concerto, previsto per le 22.30, si terrà al Salaria Sport Village, all’interno di una serata di Gran Galà, in cui, come ospite d’onore, vi sarà il più grande ballerino di Tango al mondo, Pablo Veron, noto, fra l’altro, per le sue interpretazioni in Lezioni di Tango di Sally Potter, e, più recentemente, per quella in Carmen, opera-balletto con la regia della Potter, presentata l’anno scorso al London Coliseum di Londra. In Veron si fondono le radici argentine con l’anima cosmopolita, che lo ha portato ad essere tra i più apprezzati artisti anche in altre danze, quali il tip tap, la moderna e l’hip hop; con lui, il 3 ed il 4 gennaio, workshops, divisi su tre livelli.
La poesia concluderà invece la serata del 3 gennaio, nella quale il bandoneonista Juanjo Mosalini realizzerà, a partire dalle 22.30, un Solo Project presso il Barrio, locale ospitato dal Circolo Tennis Club Lanciani.
Mosalini, erede della tradizione del bandoneòn, è appassionato interprete dei compositori del XXI secolo, con alle spalle 15 anni di carriera che lo hanno reso figura chiave dell’avanguardia musicale argentina ed europea. Parte del quartetto di Luis Bacalov -con cui ha composto tra l’altro anche Misa Tango, Stabat Mater ed il Concerto Triplo-, è stato inoltre da questi scelto come strumento solista per la sua opera in musica ..Y Borges Cuenta Que, che ha debuttato la scorsa estate all’interno della Settimana Musicale Senese, siglando la collaborazione con Alex Cantarelli, coreografo di Tango dello spettacolo.
Di nuovo ospite della serata Pablo Veron, che svolgerà questo ruolo anche nella serata conclusiva del Festival, di sola milonga, in programma per il 4 gennaio presso lo spazio del Duncan 3.0.

2 gennaio 2009
Concerto dei Tango Crash + ospite Pablo Veron
Salaria Sport Village
Via San Gaggio, 5 (Via Salaria Km. 14,500)
Dalle 22.30
Biglietto unico: 16 €

3 gennaio
Juanjo Mosalini Solo Project + ospite Pablo Veron
Barrio, c/o Circolo Tennis Club Lanciani
Via di Pietralata 135
Dalle 22.30
Biglietto unico: 13 €

4 gennaio
Milonga con ospite Pablo Veron
Duncan 3.0
Via Anassimandro 15
Dalle 22.30
Biglietto unico: 10 €

Workshops con Pablo Veron
3 e 4 gennaio
A partire dalle 15.00, divisi per tre livelli
Per informazioni: +39.349.2621186 oppure inviare una mail a tango@meditango.com

3 Gennaio 2009 Tombola Vajassa: una scostumatissima tombola napoletana

A seguito  del gran successo riscosso venerdì 26 e sabato 27 e delle tante richieste di partecipazione, l’associazione culturale Insolitaguida ha introdotto un terzo  appuntamento, previsto per sabato 3 Gennaio 2009.

Stessa location, il Teatro Cabaret Port’Alba, nella centralissima Piazza Dante; stesso divertimento e coinvolgimento, con la presenza scoppiettante di un femminiello; stesso limite di partecipanti, massimo 70, al fine di garantire una piacevole serata; cambia solo la cena, che sarà servita ai tavoli da camerieri, al fine di rendere più “comoda” la serata.

Ma che cos’è questa “Tombola Vajassa”? ” E’ quella tombola che tutte le notti e tutti i giorni ancora oggi viene giocata  nei bassi dei Quartieri Spagnoli o del Borgo S. Antonio Abate: una versione del gioco simbolo del Natale, resa piccante  e coinvolgente dalla presenza di un femminiello D.O.C. capace di restituire con una travolgente affabulazione il più palpitante vissuto dei vicoli napoletani.

Come la tradizione vuole, infatti, sarà lo stesso femminiello a tirare e proclamare i numeri secondo la smorfia più colorita che abbiate mai sentito! 

Non sono previste né scommesse né vincite ma solo tante risate e premi peperini gentilmente offerti dal sexy shop 69 (  viale Farnese 51 - Colli Aminei – NA ).

Per quanto riguarda l’aspetto “mangereccio” è previsto un assaggio di antipastini ed un primo piatto tipico della cucina partenopea, compresa una consumazione analcolica o alcolica ( che meglio si addice al “tono” della serata)

Per partecipare (contributo associativo di 22 €) occorre prenotarsi ed è possibile farlo telefonando al 338 965 22 88 oppure on-line sul sito www.insolitaguida.it dove è possibile trovare ulteriori informazioni dell’evento.

Vai su WorldLiveTV.it - Auguri di un Felice 2009 e...Sorprese per TE!

Si sta chiudendo un anno favoloso, per il neonato WorldLiveTV.it che da 5 mesi è diventato uno dei maggiori e più visitati portali di tv al mondo! Vogliamo fare un regalo a tutti i fan che potranno Guardare i film di natale in Streaming su http://www.worldlivetv.it/film e ascoltare gli mp3 in voga su http://www.worldlivetv.it/musica oltre che a gustarsi, direttamente dalle principali capitali del mondo in diretta Webcam tutti i festeggiamenti del nuovo anno su http://www.worldlivetv.it/webcam e trovare tante altre sorprese sul forum http://www.worldlivetv.it/forum
Nell'augurarvi un felicissimo 2009, cogliamo l'occasione inoltre per stupirvi segnalandovi i principali eventi e servizi presenti sul sito nella lista in basso.
SEZIONE FILM
:arrow:
Forum Relativo ai Film in Streaming :arrow: http://www.worldlivetv.it/film

SEZIONE MUSICA
:arrow:
Forum Relativo alla Musica in Streaming :arrow: http://www.worldlivetv.it/musica

SEZIONE RADIO
:arrow: Forum Relativo alle RADIO DEL MONDO in Streaming :arrow: http://www.worldlivetv.it/radio


SEZIONE WEBCAM
:arrow:
Forum Relativo alle Webcam del Mondo in Streaming :arrow: http://www.worldlivetv.it/webcam
SEZIONE SPORT
:arrow:
Forum Indice Sport Generale che racchiude le varie sezioni :arrow: http://www.worldlivetv.it/sportforum
:arrow: Pagina con i Palinsesti Sportivi del Giorno :arrow: http://www.worldlivetv.it/sport

SEZIONE CALCIO
:arrow: Forum Calcio Serie A Diretta Streaming :arrow: http://www.worldlivetv.it/serieaforum
:arrow: Forum Calcio Serie B Diretta Streaming :arrow: http://www.worldlivetv.it/seriebforum
:arrow: Forum LegaPro (Ex Serie C) Diretta Streaming :arrow: http://www.worldlivetv.it/legaproforum
:arrow: Forum Uefa Champions League Diretta Streaming :arrow: http://www.worldlivetv.it/uefachampionsleagueforum
:arrow: Forum Coppa Uefa Diretta Streaming :arrow: http://www.worldlivetv.it/coppauefaforum

SEZIONE FORMULA 1
:arrow: Forum Formula 1 Diretta Streaming :arrow: http://www.worldlivetv.it/formula1forum
:arrow: Pagina per la visione della Formula 1 in Diretta Streaming :arrow: http://www.worldlivetv.it/formula1

SEZIONE MOTO GP
:arrow: Forum Moto GP Diretta Streaming :arrow: http://www.worldlivetv.it/motogpforum
:arrow: Pagina per la Visione del Moto GP in Diretta Streaming :arrow: http://www.worldlivetv.it/motogp

SEZIONE BASKET
:arrow: Forum Basket Italiano e NBA Diretta Streaming :arrow: http://www.worldlivetv.it/basketforum

SEZIONE TENNIS
:arrow: Forum Tennis Italia e Mondiale Diretta Streaming :arrow: http://www.worldlivetv.it/tennisforum

SEZIONE CICLISMO
:arrow: Forum Ciclismo Italia e Mondiale Diretta Streaming :arrow: http://www.worldlivetv.it/ciclismoforum

SEZIONE SCI
:arrow: Forum Sci Italia e Mondiale Diretta Streaming :arrow: http://www.worldlivetv.it/sciforum

SEZIONE FOOTBALL AMERICANO
:arrow: Forum Football Americano Diretta Streaming :arrow: http://www.worldlivetv.it/footballforum

ALTRE UTILI SEZIONI NON CATEGORIZZATE

INVIO SMS GRATIS
:arrow: Pagina relativa all'invio di sms gratis da internet :arrow: http://www.worldlivetv.it/sms

TEST VELOCITA' ADSL GRATUITO
:arrow: Pagina relativa al test di velocità dell'ADSL Gratuito :arrow: http://www.worldlivetv.it/speed_adsl_test/

---
WorldLiveTV.it
------------------------------------
Tutte le TV live sul Web!
------------------------------------
http://www.worldlivetv.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI