Cerca nel sito

domenica 28 febbraio 2010

B&B Day 2010 - inventati un week end; il sabato è gratis


Manca meno di una settimana al B&B Day, l’evento giunto alla quarta edizione e organizzato dal portale www.bed-and-breakfast.it, che permetterà ai viaggiatori di “inventare” un ponte a marzo pernottando gratis una notte in uno delle migliaia di Bed and Breakfast aderenti e appartenenti al circuito www.bbday.it.

Il pretesto per una breve vacanza è facile da trovare e quale migliore occasione del B&B Day per conoscere l’Italia, le sue città, i suoi borghi e per trovarsi a contatto con la sua straordinaria gente?

Il B&B piace, il B&B punta su una dimensione dell’ospitalità meno formale e più genuina nella quale il valore aggiunto rispetto alla ricettività tradizionale è dato dalla possibilità di confronto, dall’opportunità di allacciare legami di stima e di amicizia che vanno al di là dello standardizzato rapporto gestore-cliente. Una formula vincente in grado di interpretare un bisogno diverso e certamente più personale di viaggiare e risiedere in Italia.

Dopo il lusinghiero riscontro dello scorso anno l'evento continua ad avere successo ed è diventato un appuntamento fisso nel calendario delle vacanze degli italiani. Un appuntamento, quello del B&B Day che ha permesso a moltissimi viaggiatori di approfondire o sperimentare per la prima volta il soggiorno in B&B divenuto, in pochi anni, uno dei capisaldi del turista consapevole e informato.

I NUMERI DEL QUARTO B&B DAY

Per il quarto anno i numeri sono eccezionali: più di 15.000 richieste di prenotazione; il 70% delle strutture aderenti all’evento hanno già esaurito la disponibilità; oltre 100.000 i visitatori sul sito www.bbday.it; oltre 7000 fan su Facebook (http://www.facebook.com/pages/BB-Day/241299297807).

Le regioni più richieste sono, nell’ordine: Toscana, Liguria, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Umbria, Lazio, Piemonte e Sicilia. Le città più richieste: Firenze, Roma, Venezia, Verona, Bologna, Siena, Genova, Torino, San Gimignano, Perugia, Napoli.

Partecipare al B&B Day è semplicissimo: nel weekend del 6 e 7 marzo, turisti e vacanzieri potranno pernottare gratis una notte se ne prenoteranno almeno un'altra nelle strutture affiliate al circuito www.bed-and-breakfast.it che aderiscono all'iniziativa.

Coloro i quali prenoteranno il 6 e il 7 marzo pagheranno solamente il 7 marzo. Se le prenotazioni riguardano il 5, 6, 7 marzo si pagherà solo il 5 e il 7 marzo.

Potrete scegliere tra diverse tipologie di alloggio in B&B dalle residenze storiche a quelle di design, dalle country house ai B&B metropolitani, in tutte troverete la cordialità e la premura dei gestori, cuore pulsante della microricettività italiana e internazionale.

E se volete qualche idea per approfittare del weekend del B&B Day e pernottare una notte gratis nelle migliaia di strutture aderenti consultate, all’interno del sito www.bed-and-breakfast.it, gli eventi, le mostre, le feste che si svolgono in Italia durante il weekend del 6 e 7 marzo.

Buon B&B Day a tutti!!

INFO: www.bbday.it

LA FESTA DELLA JOYA'. CATANIA, 8 MARZO 2010

L'8 MARZO 2010 A CATANIA LA FESTA DELLA JOYÀ

Gli imprenditori Renato Gervasi e Salvo Filetti trasformeranno

via Scuto Costarelli in un grande palcoscenico all'aperto

Con la partecipazione di Rita Botto e Alfio Antico 

CATANIA - «La bellezza è cosa nostra». Parola degli imprenditori catanesi Renato Gervasi e Salvo Filetti, che lunedì 8 marzo regaleranno una festa alla città di Catania, trasformando via Scuto Costarelli (nei pressi delle Ciminiere) in un vero e proprio palcoscenico all'aperto.  

Un'iniziativa, coordinata dalla regia di Turi Greco, che vede la collaborazione della Provincia Regionale di Catania, del Comune di Catania, dell'Accademia delle belle Arti, dell'Istituto Musicale Vincenzo Bellini, della Scuola di Recitazione di Lucia Sardo, dell'Istituto Statale d'Arte e di Radio Zammù. 

Un evento a cui parteciperà anche Rita Botto, interprete della musica e della tradizione vocale della Sicilia, e Alfio Antico, percussionista tra i maggiori interpreti della musica popolare, che nei garage-teatro - aperti al pubblico - si esibiranno alternando le loro performance a quelle degli allievi degli istituti coinvolti e agli interventi dei giovani che hanno fatto della radio il proprio mondo culturale, informativo e musicale.  

L'occasione è quella dell'inaugurazione di Joyà Accademy – un laboratorio aperto di formazione, in cui docenti, appassionati ed esperti si confronteranno sulle ultime tendenze, per un approfondimento culturale e professionale – progetto ideato dall'Associazione Accademia del Sole.

Il taglio del nastro avverrà in occasione del Congresso nazionale che si svolgerà alle Ciminiere di Catania, nei giorni 6, 7 e 8 marzo 2010, riunendo oltre 500 partner che operano in tutta Europa sotto il marchio creato dal life designer Renato Gervasi e dell'hair designer Salvo Filetti. Parte così da Catania un progetto unico nel suo genere: la nascita di una vera e propria Università del prêt-à-coiffer.  

Appuntamento in via Scuto Costarelli alle 20.30 con il mondo imprenditoriale e istituzionale del capoluogo etneo; mentre alle 22.00 saranno i cittadini i veri protagonisti della festa della Joyà, che vedrà anche la premiazione dei "testimonial di gioia" segnalati attraverso un sondaggio che sta coinvolgendo in questi giorni oltre 2000 persone.

Un vero e proprio coinvolgimento della città «che si trasformerà in un girotondo di felicità – commentano Gervasi e Filetti - contro il bigottismo degli stereotipi e l'assopimento delle emozioni, vogliamo premiare l'uomo/donna della porta accanto, quello/a che dispensa sorrisi, gentilezza, energia, che rappresenta la brama di autenticità».  

Nasce così dalla sperimentazione di un nuovo concetto di ricchezza, un evento che vedrà l'elezione di un sindaco e di una giunta della "città diversa", quella che si costruisce dal basso verso l'alto e che vuole sviluppare una gioia condivisa da esportare.   

            

Il tuo browser potrebbe non supportare la visualizzazione di questa immagine.

BTC 2010 A RIMINI

Roadshow in 4 città italiane per presentare la Btc 2010 di Rimini: Caserta, Milano, Firenze e Rimini le città interessate dall'iniziativa itinerante.

Il primo appuntamento è a Caserta, il 13 marzo, durante la convention nazionale di Federcongressi.
A Milano, invece, la presentazione sarà il 18 marzo alle ore 18 al Palazzo dei Giureconsulti. Ancora in fase di definizione le date per Firenze e Rimini.

L'obiettivo del roadshow, condotto da Gabriella Ghigi, exhibition manager di Btc, è illustrare agli operatori del settore, ai player della filiera e alla stampa le novità della Borsa del sistema congressuale che si terrà al Palacongressi di Rimini dall'1 al 2 luglio e fornire un contenuto professionale di rilievo.

L'intervento di apertura sarà di Antonio Ducceschi, director of sales and partnership development Emea di Mpi, che presenterà il Future Watch 2010, la ricerca annuale sul mercato degli eventi realizzata in collaborazione con American Express.

Alla presentazione di Milano sarà presente Paolo Audino, a.d. di Exmedia, la società organizzatrice di Btc, che conferma le ragioni della nuova data e della nuova sede: "Abbiamo voluto affrancarci da calendari fieristici vecchi. Rimini, inoltre, è una destinazione centrale per il settore, e il nuovo Palacongressi rafforza ulteriormente un contesto terrritoriale d'eccellenza".

Graffiti di parole

 
Posted by Picasa

BERLUSCONI INVITA TIM BURTON ALLA CASA BIANCA

IN OCCASIONE DELL'IMMINENTE PRESENTAZIONE DEL FILM 'ALICE', SILVIO BERLUSCONI HA INVITATO TIM BURTON ALLA CASA BIANCA. Questa e’ la notizia, punto. Ma ??????!!!!!!! L’informazione, uscita,forse, su un blog americano e', beh, si, un po' strana: Si intende dire 'Barack Obama invita...' o 'Berlusconi lo invita ad Arcore'? NO. Il fatto (non Quotidiano) e' che il primo premier 'rockstar' del mondo,che sul comodino conserva il libro di ricordi di Isa Bowman,la Vera Alice nel Paese delle Meraviglie, si e' svegliato una mattina e, uscito nel giardino ha visto un grande Coniglio Bianco..., ecco questo pero’ lo ha gia' raccontato meglio, forse, Lewis Carroll..

Insomma, si, E' VERO CHE BERLUSCONI VUOLE INVITARE TIM BURTON, che c'e' di strano? Presto sara' confermato, O NEGATO, ufficialmente. Il resto e’ gossip. Ovvero la notizia, come si sa, non c’e’ o non serve. Ma immaginiamo cosa accadrebbe se fosse tutto confermato e quindi, COME DICE L’ECO DI UN TEMPO, ‘davvero vero’. L’opposizione, sia di sinistra che, ebbene si, di destra, coglierebbe l’occasione per ricordare che nel film di Burton, Alice e' cresciuta, non e' piu' la bambina per la quale Carroll scrisse il suo capolavoro, no, ha almeno 16 anni. Insomma il messaggio politico e' che non si deve capire niente del film e neppure di Berlusconi; per questo si continuano a perdere, non come dice Bonaiuti elezioni, che non importano piu’ a nessuno, ma OCCASIONI; e nessuno legge piu’ l’Eco di un tempo.

La gente ama il premier perche’ ‘non e’ un premier’; perche’ mentre parla del ‘fare’ colma di illusioni inutilmente gioiose uomini, donne e bambini; perche’ e’ divertente, scherza persino con se stesso, solleva dalla mesta quotidianeita’ noiosa dei Bersani e dei Di Pietro, facce tristi e irate con tutti che usano i dati per ''dirci la verita’'': Come se il ‘nonsense’ di Carroll non fosse mai esistito. L’Eco di un tempo accusa gli italiani di essere ‘’il problema’’ perche’ votano Berlusconi. E cio’ che dice e’ ‘un nonsense’ carrolliano, solo che non lo sa, e’ troppo preso dalla serieta’ dell’allocuzione. Quella che secondo Ludwig Binswanger, il celebre psico-psichiatra svizzero, e’ all’origine di tutte le malattie ‘vere’ o non vere che siano. ''La malattia mentale e’ l’immagine della riduzione della ripetitivita’ quotidiana a riflesso della nevrosi'' diceva, ovvero, per semplificare, 'gli slogan non solo non servono ma fanno anche male'. E per ‘slogan’, una parola che pero' non gli appartiene, Binswanger, con tutto il movimento della ‘psichiatria fenomenologica’, intende la stupidita’ imposta al malato e alla societa’. E Berlusconi, lui solo, sta imparando che… (il resto alla prossima puntata, se ci sara’!)

Madonna dei Poveri: restauro statua in legno


Basilica-Santuario della Madonna dei Poveri
Restauro statua in legno "Madonna dei Poveri"
Seminara (Rc) 1 marzo 2010 – 0re 12.00
CONFERENZA STAMPA
Lunedì  primo marzo, alle ore 12.00, a Seminara (Reggio Calabria), presso la Basilica-Santuario della Madonna dei Poveri, si terrà la conferenza stampa di presentazione del restauro della statua in legno raffigurante la Madonna dei Poveri. Parteciperanno all'iniziativa: S.E. mons. Luciano Bux, vescovo della Diocesi di Oppido-Palmi; Fabio De Chirico, Soprintendente BSAE della Calabria; Paolo Martino, direttore  ufficio regionale della CEC per i BB.CC.EE.; don Gildo Albanese, parroco; Santo Gioffrè, assessore provinciale ai Beni culturali; Antonio Bonamico, sindaco di Seminara e il restauratore incaricato Sante Guido di Roma.
Nel pomeriggio, alle ore 15,30, nel corso dell'incontro con la comunità religiosa saranno esposte le problematiche che interessano lo stato di conservazione della scultura e verranno inoltre accuratamente illustrate le delicate fasi del prossimo intervento di restauro.
L'iniziativa è certamente attesa e partecipata poiché il culto della sacra effige si estende dalla Calabria Meridionale alla Sicilia Orientale. 
------------------------------------------------------------------------------------------------------
Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria
Soprintendente: Fabio De Chirico
Basilica-Santuario della Madonna dei poveri
Restauro statua in legno "Madonna dei poveri"
Seminara (Rc) 1 marzo 2010 – 0re 12.00
CONFERENZA STAMPA

Ufficio stampa: Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria
Silvio Rubens Vivone  - Patrizia Carravetta
Tel.:  0984 795639 fax  0984 71246

Dal Friuli al Veneto contro gli elettrodotti



Il coordinamento dei comitati anti elettrodotto prende energia contro Terna in difesa della salute.


Il CAT Comitati Ambiente Territorio, Cappellavive,Paeseambiente e Comitato per la Vita del Friuli Rurale,  prendono forza e sviluppano la loro azione di coinvolgimento dei vari Comitati sparsi nel territorio che si interrogano sull'utilità degli elettrodotti ad altissima tensione, sulla scelta dei loro tragitti e sulla possibilità di realizzarli interrati > qualora siano effettivamente necessari.

Il giorno 25 febbraio a Cappella di Scorzè, organizzato dal Comitato Cappellavive, si è svolto un incontro informativo alla presenza di una sala gremita. Presenti molti comitati e i sindaci di Zero Branco e di Scorzè.

Il Coordinamento dei Comitati ha evidenziato il tentativo di imposizione di Terna, che da azienda privata vorrebbe suggerire le politiche della trasmissione dell'energia al Governo per vederle trasformate in legge.

Ha poi preso atto del comportamento della provincia di Treviso che tenta in ogni modo di indurre i Comuni trevigiani a sottoscrivere la convenzione con Terna (solo Volpago e Quinto hanno aderito).

Sono poi state espresse le motivazioni contrarie, espresse fin dal 2008 da Andrea Zanoni presidente di Paeseambiente, e la richiesta di interramento degli elettrodotti lungo la A27 e la A4 inviate dal coordinamento dei comitati al Presidente dell'Unione Europea, alla Regione Veneto, al Ministro dell'Ambiente, al Ministero delle attività produttive, al Ministero delle infrastrutture, al Ministro delle Politiche Agricole e alla Provincia di Treviso.

La richiesta è stata comunicata anche per conoscenza alla Provincia di Venezia, alla Provincia di Padova e a tutti i Comuni interessati.

Andrea Zanoni, presidente di Paeseambiente candidato capolista di Treviso alle prossime elezioni regionali con Italia dei Valori ha dichiarato: "La salute viene prima di ogni altra cosa. Terna non può imporre i megaelettrodotti solo perché consegue un risparmio che si traduce in utile per gli azionisti. E qualora siano proprio necessari, per i tragitti si sfruttino i territori già deturpati dal sistema viario, scegliendo la modalità dell'interramento più sicura per la salute, senza recriminare sulle spese. La salute non ha prezzo! Sono anni che lo grido, chissà se i comizi elettorali hanno aperto le orecchie anche a quei politici che non hanno mai voluto sentire"

Gruppo Paeseambiente 31038 PAESE (TV) cell. 347/9385856 web: www.paeseambiente.org

Email: paeseambiente@ecorete.it

sabato 27 febbraio 2010

ALFREDO CORREANI
Giubbe Rosse 6 Marzo 2010-PERSONALE DI PITTURA
Inzio : 6/3/2010 - 17:00 Fine : 19/3/2010 -
Il Caffè Storico Letterario Giubbe Rosse è lieto di invitarVi alla

"PERSONALE DI PITTURA DEL MAESTRO ALFREDO CORREANI"

Accarezzando il silenzio meraviglie e colori di Toscana

Notturni

Presenta: Roberta Degl' Innocenti
intervento di Tiziana Curti

Alfredo Correani vive ed opera tra i suoi due studi che si trovano uno a Grassina e uno a Greve in Chianti.

Ha studiato all’Istituto d’Arte di Porta Romana dove è stato allievo del Prof. Renzo Grazzini dal quale ha acquisito, oltre alla magia dei colori (viola, verde ed ocra), anche la tecnica dell’affresco.

Ha frequentato, inoltre, la Piccola Accademia Lo Sprone con il Prof. Francesco Messina e la Scuola Libera del Nudo all’Accademia delle Belle Arti di Firenze.

La sua prima personale risale al 2000 in occasione della rievocazione storica del venerdì Santo a Grassina.

Nel 2006 ha tenuto la sua personale “Passeggiata lungo l’Arno” nello spazio espositivo di Villa Bandini, curata da Roberto Cellini e, sempre nello stesso anno, un’altra personale dedicata a Montefioralle, nel Comune di Greve di Chianti, curata da Federico Napoli

Nel 2007 e nel 2009 ha esposto di nuovo a Villa Bandini con la due personali: “A spasso nelle vigne del Chianti”, “Arte e natura”, sempre con il Centro d’Arte Modigliani.

Nel 2008 è stato invitato al palazzo del Fiorino nel Comune di Greve in Chianti per la personale:
“Tra vigne e borghi del Chianti” e nel 2009 a S.Quirico con la personale “L’immaginario della pittura”.

Su di lui hanno scritto: Sonia Salsi, Eleonora d’Aquino, Mario Mazzoni (Pegaso), Roberto Cellini, Federico Napoli, Lia Bronzi, Roberta Degl’Innocenti.

E’ inserito nell’antologia Pittori e scultori toscani del terzo millennio (Bastogi editore)

Fa parte del Consiglio Direttivo del Centro d’Arte Modigliani.Una pittura, quella di Alfredo Correani, che mantiene sempre un tono gentile, pacato, nella compostezza dei borghi che rivelano un sapore di antica armonia, nel rigore della memoria che si fa luce ed ombra, nei profili delle case, nel verde che riposa, nella macchie di colore che frantumano il silenzio. Tutto è colore tenue, discreto, una gentilezza da assaporare in quelle sfumature del viola e nel passo leggero del bianco che illumina i paesaggi invernali.
Nell’avvicendarsi delle stagioni dove dimora il tempo.
La mostra, Accarezzando il silenzio / Meraviglie e colori di Toscana, aperta al Caffé Storico Letterario Giubbe Rosse dal 6 al 19 marzo 2010, rappresenta quasi un’antologica, che racchiude insieme le maggiori caratteristiche del pittore, utilizzando tavole conosciute, unite a dipinti recenti e mai esposti finora.
Così, insieme ai colori ovattati di uno scorcio sul Ponte Vecchio, ritroviamo la vigna alla quale lui spesso rivolge uno sguardo quasi amoroso. Il dipinto è realizzato su quattro tavole, in riferimento alle stagioni: il silenzio dell’inverno nei rami nudi, nodosi, la primavera, rinascita del verde, l’estate, dove il verde della vigna intreccia il giallo, profusione gentile. Infine l’autunno, dove questa fusione di colori ha un caldo sapore, un intuito espressivo di grande armonia. Un’altra caratteristica, della personale di Alfredo Correani, sono i notturni che rappresentano chiese, sia dell’ambito fiorentino che toscano, viste e dipinte da un’angolazione differente alla quale lui ci ha abituato: la luce della notte. (Roberta Degl'innocenti).

La pittura di Alfredo Correani esprime situazioni ed emozioni in una visione fluttuante tra il realismo paesaggistico e l'interpretazione personale e fantasiosa.
Riferendosi a luoghi ed immagini ,non necessariamente univoche,ne omogenee tra loro, i suoi paesaggi ,le sue vedute ,sempre estremamente decorative e gradevoli, hanno campi ture di pennellate intense ,delicate e trasparenti.
Come se intendesse sezionare la luce che si percepisce a raggi che piovono in line radenti e vengono assorbiti del fondo.
Le condizioni atmosferiche alterano la situazione. Ad esempio se il soggetto è un paesaggio innevato la scelta del colore può variare a seconda se siamo in presenza di una sole caldo o di una giornata fredda e umida.
Esprimendosi con caratteri grafici e cromatici non omologati in modo canonico, queste opere hanno come caratteristiche fondamentale ,l'assenza di tecnicismi artificiosi e l'uso di un linguaggio essenziale e semplice ,riscattato da una forte e distintiva capacità espressiva .(tiziana Curti)

)

La Barbera, un grande vino piemontese

La Barbera, celebre vino piemontese, proviene da un’ampia area delle province di Alessandria e Asti. Il Barbera, nome del vitigno utilizzato per la produzione di questo vino, non è antico come il Grignolino, il Moscato o il Nebbiolo, ma nel corso del tempo si è sviluppato notevolmente, arrivando a diventare il vitigno a bacca rossa più diffuso sul territorio piemontese.
I territori di Asti e di Alessandria sono proprio quelli in cui si sono sviluppate le denominazioni più importanti di questo vino: la Barbera d’Asti e la Barbera del Monferrato. Entrambi vini dal sapore pieno e fruttato, sono stati dichiarati vini a Denominazione di Origine Controllata dal 1970.
La Barbera è stata considerata un ottimo vino da pasto per parecchio tempo, fino a quando è stata rivalutata dagli esperti del settore, giungendo ad ottenere grandi riconoscimenti ed essere considerata uno dei migliori vini rossi italiani.
La sua fortuna è derivata principalmente dal favore che gli hanno accordato i contadini nel corso del tempo, grazie alla sua produzione sostanziosa e alla sua grande resistenza agli attacchi esterni, come ad esempio quelli dei parassiti e della muffa.
Il colore caratteristico di questo vino è il rosso rubino, connotato da una crescente intensità nel tipo Superiore. Il processo di invecchiamento tende a farlo virare su una tonalità granata.
Il profumo è particolarmente persistente ed intenso e si rivela particolarmente fruttato: si possono infatti rinvenire sentori di prugna, ciliege e bacche scure, uniti a note floreali e speziate, grazie ai profumi di cacao, vaniglia e liquirizia.
La Barbera comprende diverse tipologie di vino: La Barbera d’Asti, la Barbera del Monferrato e la Barbera d’Alba.
La prima è prodotta in tutto il territorio della provincia di Asti, ma comprende anche alcune zone della provincia di Alessandria. Dato che si sovrappone alla zona di produzione della Barbera del Monferrato, un tempo I contadini potevano decidere a quale tipo di vinificazione destinare le loro produzioni di uve. Oggi invece, dopo l’introduzione della DOCG per la Barbera d’Asti, devono fare tale dichiarazione di destinazione in maniera preventiva e non possono più cambiarla nel corso dell’anno.
La Barbera d’Asti è di colore rosso rubino, con profumi di frutta fresca. Dall’anno 2000 sono state individuate tre sottozone di produzione di questo vino:
Nizza, Tinella e Colli Astiani.
Si tratta di un vino da consumare durante tutto il pasto, ma è indubbiamente consigliato in abbinamento con formaggi abbastanza stagionati e con i salumi.
La Barbera del Monferrato Superiore DOCG, caratterizzata da una nota più speziata rispetto alla tipologia precedente, va abbinata con arrosti, bollito misto e agnolotti al sugo d’arrosto.
Per quanto riguarda invece la Barbera d’Alba DOC, ricordiamo che viene prodotta sulle colline che circondano Alba e nel territorio della provincia di Cuneo. Si sposa molto bene con le carni rosse cucinate alla griglia, con la fonduta e con i formaggi stagionati o mediamente stagionati.

Dott.ssa Chiara Bardini – Responsabile Comunicazione Everywine.biz

Everywine.biz
C.da Cetti, 36/D - Francavilla al Mare 66023 Chieti
Tel: 085 815853
customer@everywine.biz - www.everywine.biz

Comunicazione Chiara – Comunicati Stampa, Article Marketing e promozione online
www.comunicazionechiara.com - chiara@comunicazionechiara.com

Portale olandese , tradotto anche in danese, tedesco, inglese, francese per inserire la Vostra attività turistica

Portale olandese per bed and breakfast,ville,appartamenti e agriturismi
Fonte: Guadagnare con i bed and breakfast
Questo portale,dell`agenzia turistica olandese IntraHoliday, si trattiene una percentuale del 20 % delle prenotazioni da Voi confermate.La pubblicazione del Vostro annuncio comparirà anche sui siti: "www.ItaliaVacance.com" e su "www.italienholiday.com"
Per la pubblicazione della vostra struttura Vi viene chiesto un canone annuo di Euro 65,che verrà scontato dalla prima prenotazione.
Secondo quanto dichiara la mail ricevuta da questo sito per farsi conoscere ,i loro siti vengono visitati da circa 5500 utenti ogni giorno e sono a centinaia le
richieste di ogni genere che giornalmente ricevono.
L'iscrizione a questo portale per bed and breakfast, ville, appartamenti per le vacanze, campeggi, hotels e agriturismi, ha come servizi la traduzione in 6 lingue di tutti i testi inerenti alla vostra struttura. Le lingue , in cui il Vostro annuncio per pubblicizzare la Vostra attività turistica verrà tradotto, sono olandese, inglese, tedesco, danese e francese.
I pagamenti Vi verranno inviati attraverso un bonifico bancario prima dell`arrivo di ogni cliente.
Il menù del Vostro annuncio prevederà cinque voci: "prenota","descrizione","risorse",servizi","listino prezzi".Inoltre è possibile accedere alla Vostra galleria delle foto,inviarVi direttamente una mail e vedere su una mappa dove si trova la Vostra attività tusitica.

Portale per inserire il Vostro bed and breakfast o agriturismo

FONTE : www.portaliturismo.blogspot.com

www.tuttoturismoweb.com
E' un portale che si occupa di pubblicità online. Questa forma di pubblicità è considerata come la pubblicità del futuro, in quanto “tutto il mondo” è raggiungibile tramite internet, e si ha cosi’ la possibilità di far conoscere la propria attività sia al vicino di casa che non la conosce, sia all’abitante di qualunque paese del globo terrestre.
Il portale offre la possibilità di inserire moltissime categorie di attività,ricettive e no, eccone un breve elenco:affittacamere,agriturismi,bed and breakfast,appartamenti,campeggi,case vacanze,beauty farm,dimore storiche,ostelli,residence,aziende agricole e molte altre categorie.

Il portale è diviso in tre macrocategorie: “Mangiare”, “Dormire”, “Tempo Libero”, all’interno delle quali possono essere inserite tutte le relative categorie che ne fanno parte. Ogni Cliente ha diritto ad una pagina dedicata di tipo professionale, inserita all’interno della categoria di cui l’attività fa parte. Nella pagina si potrà visualizzare un’ampia descrizione della Vostra attività , il link diretto verso il Vostro sito internet , e tutti i contatti (indirizzo, numeri di telefono, email) per essere raggiunti. Si potranno inserire fino ad un massimo di 8 fotografie che il potrete cambiare in qualunque momento, facendo il log in nel sito con l’username e la password che Vi saranno assegnati.

Oltre ad essere inseriti nel portale, la Vostra attività sarà presente all’interno della fan page di Facebook che,al momento, conta oltre 1600 contatti.Ciò vuol dire che tutti questi contatti, e non solo, in quanto la pagina è pubblica, vedranno ogni giorno apparire il link che porta alla pagina Vostra dedicata sul portale. Inoltre il link della Vostra attività ricettiva verrà introdotto, e vista, nella pagina del social network Twitter.

Oltre a tutto ciò, riceverete una newsletter con cadenza mensile che Vi informerà sulle statistiche (tramite Google Analytics) del sito e della Vostra pagina.
Per tutti questi serviziil costo è di 50 € all’anno più iva.

CAVA MORGANELLA: bomba ad orologeria minaccia le falde acquifere.

Comunicato del 27 febbraio 2010

 

Cava Morganella: una bomba ad orologeria minaccia le falde acquifere. Fermialmola!

Conferenza a Ponzano Veneto – Lunedi' 1 Marzo 2010 – h.20.45

 

Paeseambiente il 1 marzo organizza una conferenza per dire tutta la verità sulla cava più profonda d'Italia.

 

Gli attivisti di Paeseambiente, che per primi hanno sollevato forti critiche sul progetto della Cava Morganella, sono rimasti molto delusi delle risposte ricevute dai relatori intervenuti all'incontro organizzato la scorsa settimana da ponzanoinfo.

Troppo ancora i punti oscuri del progetto e, soprattutto, molti i dubbi sulle ragioni che hanno consentito ai cavatori Biasuzzi, Grigolin e Calcestruzzi di presentare un progetto di escavazione sottofalda sino alla profondità di 65 metri.

Il pubblico presente ha potuto apprendere dal geologo dei cavatori, Roberto Pedron, che tutti i più importanti e gravi inquinamenti sono avvenuti a causa dei pozzi e che in fin dei conti la cava Morganella altro non è se non un enorme pozzo.

Prontamente Geremia Bonan, responsabile per il settore energia e risorse del Wwf Veneto, ha precisato che in caso di inquinamento è sempre possibile sigillare e isolare un pozzo, tuttavia non ha idea di come si potrebbe isolare una cava di quelle dimensioni. Bonan aveva appena fatto presente che il progetto avrebbe dovuto riguardare la riqualificazione in quanto l'escavazione era terminata.

Invece il progetto si preoccupa in primo luogo di scavare gli otto milioni di ghiaia, poi delle compensazioni e per ultima cosa della riqualifica. "Si potrebbero inquinare in un colpo solo 20 milioni di metri cubi di acqua" ha dichiarato Bonan. "E se questo dovesse accadere, visto che la cava resterebbe in proprietà al Comune di Ponzano, chi la bonificherà?" Si chiede Andrea Zanoni, presidente di Paeseambiente e consigliere comunale di Paese che per fermare il progetto ha presentato interrogazione al Comune di Paese, ha presentato osservazioni alla commissione regionale VIA e ha aiutato i privati a fare osservazioni.

All'incontro era presente anche un altro geologo Umberto Tundo che ha voluto sottolineare che ci troviamo in presenza del bacino acquifero più importante d'Europa e che ai veneti è stato raccomandato di salvaguardare questo patrimonio. "Invece con questa operazione – sottolinea Zanoni – si apprestano a consegnare una bomba ad orologeria alle future generazioni. Il rischio è grave, serve fermare subito un tale scempio".

Zanoni, candidato alle elezioni regionali nella lista di Italia dei Valori e da sempre impegnato contro gli abusi dei cavatori, ha dichiarato: "La grande assente all'incontro dell'altra sera era la politica, l'unica che veramente decide le sorti di questa e di tutte le cave. Si parla del potere della Regione come se si trattasse di un potere che viene da un altro mondo, come se Venezia fosse su Marte o su Giove, come se a comandare in questo paese extraterrestre ci fosse il partito dei Marziani! E invece gli stessi che si dicono contrari a Ponzano o a Paese fraternizzano giornalmente con chi comanda a Venezia. Ci si dimentica poi che fra un mese questi Marziani potrebbero essere spazzati via semplicemente con una croce sul posto giusto in una cabina elettorale!" Per tenere alta l'attenzione sull'argomento e per dare risposta alle numerose domande scomode che i relatori lo scorso 19 febbraio non hanno voluto dare, Paeseambiente organizza per lunedì 1 marzo, alle ore 20.45, un incontro pubblico presso la Barchessa di Villa Serena a Paderno di Ponzano. Il titolo della serata è: "Cava Morganella: vogliono il buco più profondo d'Italia - fermiamoli!"

Interverranno Andrea Zanoni, l'arch. Umberto Zandigiacomi, presidente di Italia Nostra di Treviso, l'on. Valentino Perin – già deputato della Lega Nord e autore del libro "Veneto lavora e tasi" Seguiranno gli interventi del pubblico. Per info sulla serata: spinademul@alice.it cell.328/5448358.


Nokia lavora al nuovo Symbian 4

E’ stata appena presentata la versione “3” del sistema operativo Symbian e già si parla della prossima relase 4. Infatti, in rete ci sono già alcuni video dimostrativi delle novità estetiche e tecniche di Symbian 4. Questo lavoro è ancora in fase di sviluppo pertanto il risultato finale, molto probabilmente, sarà diverso da quello mostrato finora.
La nascita di nuovi sistemi operativi di nuova generazione come Maemo, Android e il neonato Bada, senza considerare l’ormai affermassimo OS X di Apple, hanno evidenziato un gap enorme in cui il sistema operativo Symbian appare quantomeno obsoleto, pertanto occorre mettersi in linea con gli standard qualitativi dei concorrenti, altrimenti appare inevitabile un calo delle preferenze verso i terminali che usano questo S.O..
Nokia, proprietaria della piattaforma Symbian, sta facendo degli sforzi enormi per sviluppare un sistema operativo che esalti le enormi capacità degli smatphone Touch Screen di ultima generazione, che, benché dotati delle migliori soluzioni tecnologiche sul mercato, spesso pagano i limiti di un software non all’altezza.
Basti pensare ai vari Nokia N97, Nokia 5800 fino al più recente Nokia 5230, tutti terminali dalle ottime capacità tecniche, ma spesso limitati da un sistema operativo che troppo spesso fa i capricci.
Il grande successo dell’iPhone, ed in particolar modo dell’iPhone 3G, non è imputabile alle sole caratteristiche tecniche ed estetiche del terminale, che pur essendo di altissimo livello, sono comunque caratteristiche individuabili in altri terminali di fascia alta, il suo successo è da attribuire soprattutto al suo sistema operativo, molto versatile e stabile, che riduce quasi a zero i problemi software e permette agli sviluppatori di realizzare le più svariate applicazioni che impreziosiscono il terminale. Non è un caso che in meno di un anno l’AppStore si sia arricchita di oltre un milione di applicazioni.
Si spera che Nokia riesca a portare il nuovo Symbian 4 ai livelli dei concorrenti, in modo che gli utenti possano godere di cellulari sempre più performanti.

Trading intraday sulla borsa italiana

Oggi vorrei presentarvi un nuovo trading system offerto da tradingmatica che nell'ultimo mese si è posizionato primo in classifica rispetto ai suoi diretti concorrenti, realizzando ben 1.685 punti che tradotti in soldoni corrispondono a 8.425eur.

Di seguito alcune caratteristiche:

SPMIB_PTL2X2 è un trading system intraday e fornisce segnali d’entrata solo durante la mattina. Appena si presentano le condizioni necessarie, il sistema provvede a fornire uno o due ordini per entrare al rialzo o al ribasso con due contratti contemporaneamente. Subito dopo l'entrata fornisce uno stop di protezione e due livelli di target per chiudere singolarmente i due contratti aperti. Se nel pomeriggio non è stato raggiunto né lo stop, né il target viene abbassato il livello di rischio. In ogni caso le operazioni verranno chiuse a mercato alle 17:35.

Punti di forza: Cavalca la direzione mattutina del mercato ed in caso di errore effettua un tentativo contrario. Anche in caso di perdite consecutive il suo recupero è molto veloce.

Punti deboli: Non opera nel pomeriggio anche se ci sono forti direzionalità. In caso di movimenti a V o W nell’arco della mattina può venire stoppato in entrambe le direzioni.

TIPO DI OPERATIVITA'

Intraday con operatività automatica
Presenza richiesta: solo mattina
Margine SIM 16.500
Capitale richiesto: Richiedilo QUI

Specifiche:
- Orario di invio ordini: dalle 10:05 alle 12:10
- Contratti d'entrata contemporanei: 2
- Numero min/max di operazioni in giornata: 0 / 2
- Stop and Reverse: non previsto
- Target primo contratto: variabile circa da 80 a 180 punti
- Target secondo contratto: variabile circa da 150 a 300 punti
- Stop loss: presente in %
- Stop loss variabile: a pareggio ad orario prefissato
- Stop profit: presente sul secondo contratto
- Orario di chiusura: alle 17:35 al meglio

potete richiedere una prova gratuita della durata di sette giorni direttamente da questo link!

"Fashionares Arts" a Palazzo San Teodoro nell'ambito della serata evento "Flash of Gold"


“Flash of gold”, ha sicuramente confermato le aspettative degli oltre trecento ospiti che hanno deciso di trascorrere a Palazzo San Teodoro una serata davvero unica organizzata da Palazzo San Teodoro e da Luciano Ferrara (l’art director di tutti gli eventi culturali del palazzo rosso pompeiano della riviera di Chiaia) . Nei saloni di Palazzo San Teodoro si sono susseguite un’incredibile rassegna di colori, sapori e suoni dando modo alla creatività di esprimersi a trecentosessanta gradi. A cominciare dall’opportunità data a tutti gli ospiti di diventare “golden reporter” per una serata, grazie a fotocamere monouso offerte da www.sifacademy.org , la Scuola Accademica di Fotografia, ma soprattutto interagendo con un vero set fotografico e con fotografi professionisti, guidati da Stefano Nasti, fotografo di moda, con la performance del “Fashionaires Arts”, format londinese dedicato alla moda - che si ramifica in Italia, Barhein e prossimamente anche a Berlino e New York. A sottolineare l’importanza della iniziativa, la presenza di Oliver Morris, fotografo londinese– ideatore del format Fashionaires, venuto appositamente a Napoli con alcune delle sue modelle di punta, di Valentina Milano e Josue Choppy. A curare il make up, le acconciature ma soprattutto gli abiti di scena sono stati: Monica Robustelli con i prodotti di Ultima II, marchio di nicchia della mitica casa americana Revlon, Tony Papis e Amedeo Luggo e Carmine Vallone con le sue creazioni indossate dalle modelle.
Ogni ospite prima di lasciare la serata, ha consegnato la fotocamera assegnatagli: gli scatti più significativi saranno selezionati da una giuria estremamente qualificata, composta da Mario Avallone (La stanza del Gusto), lo stesso Ferrara e Antonio Fiore (Corriere del Mezzogiorno), i migliori tre verranno premiati con dei cadeaux offerti da Ileana della Corte, nel corso di un aperitivo al Seventy Lounge Bar di via Bisignano.Un ulteriore premio “Tecnico”, scelto da Ferrara, verrà consegnato dalla Sif nel corso della sua inaugurazione che avverrà a marzo, con la pubblicazione sul sito delle foto più meritevoli.
Ma il discorso creatività e arte non si esaurisce qui: Danilo Ambrosino ha esposto una sua opera in tema con l’evento; mentre il soprano Anna Maria Sica e il maestro di piano Sasà Mendoza (in questa occasione alla fisarmonica), si sono esibiti in performances di grande suggestione.
E siccome si può declinare l’arte anche attraverso l’enogastronomia, agli ospiti di Flash of Gold è stata offerta una degustazione organizzata da Confagricoltura Napoli, a base di vini de “la Strada del Vino del Vesuvio” e di prodotti gastronomici tipici del comprensorio vesuviano, con grande attenzione all'eccellenza, nel solco della politica di ospitalità di Palazzo San Teodoro.

venerdì 26 febbraio 2010

Comune Milano: domenica a Impatto Zero

 

DOMENICA A IMPATTO ZERO®

PER IL COMUNE DI MILANO

 

Il Comune di Milano sceglie il progetto Impatto Zero® di LifeGate per compensare le emissioni di CO2 generate dagli eventi organizzati e dalle auto in circolazione domenica 28 febbraio. Verranno create e tutelate 25.700 mq di nuove aree verdi nel Parco del Ticino.

 

Domenica 28 febbraio giornata all'insegna della sostenibilità ambientale per la città di Milano.

Oltre al blocco del traffico previsto, che permetterà di ridurre notevolmente l'inquinamento dell'aria e le emissioni di CO2, il Comune di Milano ha scelto di regalare a tutti i cittadini un una domenica a Impatto Zero®!

Con il progetto Impatto Zero® di LifeGate, infatti, si compenseranno le emissioni di CO2 generate dai mezzi che - per utilità pubblica, professionale o di servizio- potranno circolare, attraverso la  creazione e tutela di 25.700 mq di nuove aree verdi nel Parco del Ticino.

"La collaborazione con LifeGate nella giornata di blocco delle auto – commenta l'assessore alla Moda, Eventi e Design del Comune di Milano Giovanni Terzi – conferma la volontà dell'amministrazione di tutelare e promuovere il rispetto dell'ambiente. Per questo, inoltre, abbiamo messo a punto un calendario di eventi a Impatto Zero per coinvolgere, e al tempo stesso sensibilizzare, i milanesi."

Impatto Zero® è il progetto di LifeGate che concretizza, per primo in Italia, gli intenti del Protocollo di Kyoto: riduce le emissioni di anidride carbonica e le compensa attraverso la creazione di nuove foreste. Grazie alla collaborazione con Università italiane e straniere, Impatto Zero® è in grado di calcolare le emissioni di anidride carbonica generate da qualsiasi attività, proporre delle iniziative per ridurre tali emissioni e compensare le restanti tramite la creazione di nuove foreste in Italia e nel Mondo.

Legambiente. Un Patto per il Tevere. Roma, 16 marzo 2010

Un Patto per il Tevere

Proposte e azioni per la riduzione del rischio idrogeologico

Roma, Martedì 16 marzo

9,30-13.30

Sala della Mercede, Camera dei deputati

Via della Mercede, 55 Roma

Legambiente e Anci lanciano, dal bacino del fiume Tevere, il Patto per il territorio, chiedendo l’impegno di Enti locali, Autorità di bacino e Associazioni di categoria per promuovere una nuova cultura del territorio e dei fiumi applicando una seria politica di prevenzione e previsione capace di avanzare proposte d’intervento per una concreta azione di mitigazione del rischio idrogeologico

Un Patto per il Tevere

Proposte e azioni per la riduzione del rischio idrogeologico

Roma, Martedì 16 marzo

ore 9,30

Sala della Mercede, Camera dei deputati

Via della Mercede, 55 Roma

Legambiente e Anci lanciano, dal bacino del fiume Tevere, il Patto per il territorio, chiedendo l’impegno di

Enti locali, Autorità di bacino e Associazioni di categoria per promuovere una nuova cultura del territorio

e dei fiumi applicando una seria politica di prevenzione e previsione capace di avanzare proposte d’intervento

per una concreta azione di mitigazione del rischio idrogeologico.

PROGRAMMA PROVVISORIO

Presiede

Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale Legambiente

Introduce

Giorgio Zampetti, coordinatore ufficio scientifico di Legambiente

Ne discutono

Flavio Morini, delegato ambiente e territorio di Anci

Giorgio Cesari, Segretario Generale Autorità di bacino del Tevere

Massimo Gargano, presidente ANBI - Associazione nazionale bonifiche e irrigazioni

Paolo Buzzetti, presidente Ance - Associazione nazionale costruttori edili

Massimo Bastiani, coordinatore scientifico Forum Nazionale Contratti di Fiume

Alessandra Paciotto, presidente Legambiente Umbria

Lorenzo Parlati, presidente Legambiente Lazio

Conclude

Maurizio Gubbiotti, coordinatore segreteria nazionale di Legambiente

Intervengono

Angelo Alessandri*, Presidente Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera dei

deputati

Ermete Realacci, Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera dei deputati

· in attesa di conferma

Per disposizioni della Camera dei deputati bisogna confermare la presenza entro giovedì 11 marzo

Per gli uomini è obbligatoria la giacca.

Segretaria organizzativa:

Legambiente Direzione nazionale – via Salaria 403 – 00199 Roma

mail: scientifico@legambiente.it – tel. 0686268347 - 0686268401 – fax: 0686218474

Porte a scomparsa e porte a battente: addio coprifili

Henry glass ha realizzato ISY, un nuovo sistema brevettato internazionalmente di stipiti per  porte a battente e per porte scorrevoli a scomparsa, progettato per consentire la compensazione delle irregolarità del muro senza l'uso dei coprifili, una sintesi di perfetto equilibrio estetico tra porta e spazio architettonico.

Semplice da installare, con un sistema di viti che permettono una facile regolazione della posizione consentendo una piena libertà di espressione ai materiali delle pareti circostanti, ISY coniuga flessibilità e design in un'unica soluzione perfetta sia per tradizionali porte a battente che per porte scorrevoli a scomparsa. Queste quindi le sue caratteristiche principali:

- le porte dialogano in modo nuovo con l'architettura contemporanea;
- risultato estetico in sintonia con le tendenze dell'arredo moderno;
- semplicità e velocità di installazione;
- facilità di regolazione;
- brevetto internazionale.
.
ISY, proposto in diverse essenze legno e in alluminio con finitura anodizzata o verniciato grigio Vulcano, s'inserisce armoniosamente in qualsiasi ambiente e, grazie alla sua discrezione, consente una piena libertà d'espressione alle pareti circostanti.

ISY legno viene realizzato con la combinazione di due materiali: estrusi di alluminio anodizzato e legno massello lamellare assemblati attraverso un sistema di viti che permettono una facile regolazione.
Il fissaggio dello stipite al muro avviene semplicemente attraverso dei tasselli a espansione.
ISY è stato concepito per essere installato in un vano non grezzo ma finito (intonaco o altro materiale di rivestimento: piastrelle, legno, mattoncini, pietra, ecc.). Il legno dello stipite, essendo in essenze pregiate e lavorato con una tecnica di lamellare molto particolare, viene finito a olio (e non a vernici) cosa che consente la massima valorizzazione dei legni. In questa maniera il materiale offre una sensazione tattile molto calda e naturale garantendo una perfetta atossicità poiché gli oli non rilasciano sostanze nocive nell'ambiente.
Essenze legno disponibili: ciliegio, rovere naturale, wengè, ulivo, teak.


ISY alluminio viene realizzato in estrusi di alluminio anodizzato con finitura spazzolata assemblati sempre attraverso un sistema di viti. Il fissaggio al muro e le specifiche tecniche per il montaggio sono le medesime dello stipite ISY in legno. È disponibile anche nella versione verniciata grigio Vulcano o laccata RAL a richiesta.

Entrambi i materiali in cui è disponibile ISY possono essere ovviamente utilizzati indifferentemente per porte a battente e porte scorrevoli a scomparsa.

Il controtelaio metallico indispensabile per i'installazione delle porte scorrevoli a scomparsa, nel caso dello stipite ISY deve essere fornito direttamente da Henry glass.


Igen: il gel per l’igiene e disinfezione mani presidio medico chirurgico

I gel per l'igiene delle mani e la prevenzione della trasmissione per contatto di virus batteri e funghi non sono tutti uguali e quindi tutti efficaci. Bisogna infatti distinguere fra i gel cosmetici, che non forniscono alcuna garanzia di disinfezione e i gel alcolici, che sono registrati come P.M.C. (Presidio Medico-Chirurgico), sono approvati dal Ministero della Salute e contengono una quantità di alcol tale da renderli efficaci per la disinfezione della cute (almeno il 60%).

Per questo motivo Eurospital propone oggi anche in farmacia Igen, un gel igienizzante mani che già viene utilizzato in ambito ospedaliero e che è stato realizzato e pensato per l'igiene e la disinfezione delle mani del personale sanitario impegnato in una prevenzione quotidiana e continuativa della trasmissione di virus, batteri e funghi (basti pensare al solo lavaggio chirurgico necessario prima di ogni operazione).

La registrazione come Presidio Medico-Chirurgico è certifica dal numero di registrazione che viene riportato su ogni singola confezione e che quindi garantisce l'attività di disinfezione del gel.

Igen, inoltre, è anche testato clinicamente per quanto riguarda l'impatto sulla salute della pelle. Uno studio clinico dermatologico, condotto su volontari sani, ha confermato che Igen non alterare la normale fisiologia della pelle e ne aumenta l'idratazione anche dopo ripetute applicazioni protratte nel tempo.

Igen infine è un gel igienizzante mani che, come consigliato dalle linee guida dell'OMS sull'igiene delle mani,  non contiene profumi o essenze che potrebbero causare dermatiti allergiche da contatto o sensibilizzazione delle vie respiratorie.


Prodotti senza glutine: tortine alla carota

Piaceri Mediterranei offre ai celiaci un'ampia e variegata gamma di prodotti senza glutine che tipicamente rientrano nel modello alimentare mediterraneo, capace di coniugare un corretto mix di principi nutritivi al piacere della buona tavola.

Le tortine alla carota Piaceri Mediterranei sono uniche nel loro genere nei prodotti senza glutine ad oggi a disposizione. Confezionate singolarmente sono perfette come merenda a scuola, spuntino dolce e in generale per qualsiasi momento di festa e convivialità.

Gli ingredienti:

zucchero, uovo intero pastorizzato, acqua, amido di mais, farina di riso, olio vegetale, carota disidratata 7% (fonte di fibra e vitamina A), stabilizzante (sciroppo di sorbitolo), agenti lievitanti: (difosfato disodico, carbonato acido di sodio), emulsionanti: E471, addensanti: gomma di xantano, conservanti: potassio sorbato, aroma

, alcool etilico.
L'opinione della dietista (tutti i prodotti senza glutine Piaceri Mediterrani sono frutto di un lavoro di ricerca e sviluppo in stretto contatto con gli esperti del settore, tra cui anche una dietista che ne valuta le caratteristiche e le proprietà nutritive):

la fonte proteica è l'uovo intero che garantisce qualità e contenuto proteico nel prodotto finito mediamente più elevato di molti altri prodotti senza glutine del commercio. Va sottolineato come può essere difficile, nei prodotti gluten free, ottenere apporti proteici in linea con quelli presenti in analoghi prodotti con glutine. 
La fonte dei grassi è l'olio di semi di girasole che contiene una percentuale molto elevata di grassi polinsaturi, in particolare l'acido linoleico (fino al 75%), e una notevole quantità di vitamina E. 
La scelta dell'olio essenziale di limone, prodotto dalle proprietà disinfettanti molto usato in erboristeria e aromaterapia, ha consentito di ottenere un prodotto fresco e fragrante.


“Cominciamo Bene” con Casa Domotica


Il talk show mattutino di Rai Tre ha dedicato un servizio alla casa dotata di impianti domotici realizzata da Area Group Immobiliare e Vividomotica. Nel filmato una dimostrazione di come le nuove tecnologie possono contribuire a risparmiare energia ed elettricità.

Nella puntata della trasmissione televisiva "Cominciamo Bene" di lunedì 15 febbraio si è parlato di quegli oggetti del nostro passato che stanno scomparendo, spesso sostituiti da nuove tecnologie.

Durante il talk show mattutino in onda su Rai Tre, Fabrizio Frizzi ed Elsa Di Gati insieme ad Enza Sampò e l'attore Paolo Ferrari si sono confrontati su "vecchi" e nuovi dispositivi domestici.

In questa cornice è stato tramesso un servizio dedicato alla Casa Domotica che Area Group Immobiliare e Vividomotica hanno realizzato a Pieve di Campi (PR). L'obiettivo era proprio di far conoscere le numerose potenzialità degli impianti domotici al grande pubblico sia per quanto riguarda il risparmio energetico e luminoso che le possibilità di programmare e gestire diversi dispositivi domestici tramite touch screen o tramite l'uso della voce.

La villetta è dotata di impianto fotovoltaico e solare termico, per sfruttare le fonti rinnovabili invece del gas metano. Per riscaldare gli ambienti si usano apposite membrane termoelettriche posizionate sotto i pavimenti, mentre il piano di cottura funziona con piastre elettriche a induzione.

Nel servizio è stato spiegato che con l'utilizzo di determinati scenari è possibile ridurre gli sprechi energetici e luminosi: possiamo programmare il sistema perché le luci si spengano quando usciamo da una stanza. Se dimentichiamo accesa una piastra di cottura, gli impianti domotici sono in grado di rilevarla e spegnerla.

Inoltre, grazie alla domotica Easydom, illuminazione e gestione dei carichi sono pensati in modo da ottimizzare i consumi domestici. Infine, i telespettatori hanno potuto vedere in funzione alcuni sistemi di controllo vocale.

Casa Domotica è nata per mostrare i vantaggi e le molteplici applicazioni dei moderni impianti elettrici, per questo è possibile visitarla gratuitamente, basta semplicemente inviare un messaggio utilizzando il form dei contatti sul sito internet oppure chiamare in orario di ufficio al numero 0525 916171.


Per avere maggiori informazioni, visita il sito www.vividomotica.it


Contatti:

Layoutweb, Layout Advertising Group

Public Relation Department

Simona Bonati

E-mail: bonati@layoutweb.it

www.layoutweb.it





Mini+: la lavasciuga pavimenti di Leader2000 con minimo ingombro e massima maneggevolezza


Facile da usare, leggera e di piccole dimensioni, è studiata per raggiungere anche i punti più difficili. Lava tutti i tipi di pavimenti sia in interno che in esterno e insieme alla spazzatrice aspirante Pollicino regala una pulizia perfetta. 

Se volasse, anche la Befana abbandonerebbe la sua vecchia scopa  per passare alla Mini+, la lavasciuga pavimenti realizzata da Leader2000. Pratica, maneggevole e di piccole dimensioni, questo prodotto è stato progettato proprio per operare in spazi ristretti. Grazie al manubrio reclinabile quasi fino a terra, si riescono a raggiungere anche punti difficili, come sotto i tavoli o sotto gli scaffali o, in generale, sotto tutte quelle strutture con un'altezza limitata.

Con La Mini + si possono lavare tutti i tipi di pavimenti: cemento, gres, ceramica, linoleum, ma anche superfici in cotto, porcellana o marmo. Ideali sia per interno che per esterno, queste macchine  per la pulizia attaccano tutti i tipi di macchie, restituendo igiene e pulito. Il serbatoio superiore di recupero dell'acqua sporca è posizionato nel manubrio, cosicché l'operatore può sfilarlo senza difficoltà e portarlo nel luogo più adatto per lo smaltimento e la successiva pulizia.
Larga soltanto 40 centimetri e alta un metro, questa lavasciuga pavimenti non è solo facile da utilizzare, ma anche da trasportare.

In abbinamento con Mini + Leader2000 suggerisce di provare Pollicino, la spazzatrice aspirante, piccola, leggera e facile da trasportare, che garantisce un pulito perfetto negli spazi domestici e nei piccoli giardini.

Tutte le macchine dell'azienda – lavapavimenti industriali, motoscope, spazzatrici industriali – sono progettate e realizzate internamente da un pool di esperti, che seguono con cura quasi artigianale ogni fase della realizzazione senza dimenticare il design. 

Per maggiori informazioni, vi invitiamo a visitare il sito www.leader2000.it

Contatti:
Layoutweb, Layout Advertising Group
Public Relation Department
Simona Bonati






Certificazione legno arredo: che differenza c’è tra accreditamento e certificazione

Qual è la differenza tra accreditamento e certificazione e qual è il significato dell'accreditamento di un laboratorio di prove, un tema al quale il CATAS ha sempre dedicato molta attenzione ed energie, rappresentando anche un importante riferimento nei rapporti internazionali dell'Istituto e delle aziende che usufruiscono dei suoi servizi?

Il "Sistema Nazionale per l'Accreditamento di Laboratori", il cui acronimo è SINAL, è l'Ente italiano competente a concedere l'accreditamento di laboratori di prova con i quali ha stipulato una convenzione di accreditamento. Per "accreditamento" si intende il riconoscimento formale delle idoneità di un laboratorio a determinare le caratteristiche di un prodotto in base a specifiche procedure.

Dal 22 dicembre 2009 SINAL si è fuso con SINCERT dando vita ad ACCREDIA, l'Ente unico nazionale di accreditamento dei Laboratori di prova e degli Organismi di certificazione e ispezione.


Accredia concede l'accreditamento a un laboratorio di prova quando ne abbia accertato la competenza tecnica e gestionale in conformità ai requisiti previsti dalla norma internazionale UNI CEI EN ISO/IEC 17025. Uno degli scopi dell'accreditamento è quello di ridurre le barriere tecniche che ostacolano il commercio internazionale stipulando accordi di mutuo riconoscimento e/o di reciprocità tra gli organismi dei vari paesi. Il SINAL fa parte dell'ILAC che è l'associazione internazionale degli organismi di accreditamento dei laboratori di prova e taratura. Nata nel 1977 a Copenhagen come conferenza internazionale permanente, l'ILAC ha lo scopo di promuovere il coordinamento e l'armonizzazione delle attività di accreditamento dei laboratori di prova e di taratura di tutto il mondo.

Relativamente alla competenza gestionale delle attività di prova, i laboratori accreditati sono considerati rispondenti ai requisiti contenuti nelle norme della famiglia ISO 9000. Con l'accreditamento quindi, a differenza della certificazione, il laboratorio deve dimostrare si la competenza gestionale (ISO 9001) che la competenza tecnica nell'esecuzione delle singole prove.

Il CATAS è accreditato dal SINAL sin dal 1991 essendo stato uno fra i primi laboratori in Italia ad ottenere tale riconoscimento, con numero di accreditamento 27. L'elenco delle prove accreditate è consultabile direttamente dal sito del CATAS o da quello del SINAL

Comunicato stampa: The Legendary Kid Combo & SICKGIRLS @ Snob


Sabato 27 febbraio, ore 22:30

Cock'a'Billy Show:

LEGENDARY KID COMBO & SICKGIRLS

A seguire dj set

Snob Club

Via Madonna del Prato, 129 - Arezzo

 

Sabato 27 febbraio, il Far West allo Snob Club di Arezzo!

Nel neonato locale del centro storico sarà di scena il Rock'n'Roll più sfrenato. Una serata all'insegna del country e del classic rockabilly western in cui ricreare atmosfere da saloon, sentendosi cowboys per una notte.

Punto d'incontro fra country, punk, psychobilly, bluegrass, folk, gothic e balkanica: questo è il Cock-a-Billy.

The Legendary Kid Combo da anni imperversano per l'Italia incendiando le platee della penisola, miscelando stili musicali diversi, giocando e scherzando con il pubblico e con loro stessi.

Finalmente la loro diligenza di fermerà ad Arezzo per esibirsi in un esplosivo spettacolo a cavallo fra teatrino ambulante e concerto vero e proprio. E' così che "la miglior party band italiana", come è stata definita da molti giornali, contaminerà il pubblico aretino con tutta la sua energia e la sua carica esplosiva.

Al fianco della band le mini gag SickGirls, per dare un tocco malizioso e seducente alla serata.

Queste splendide ragazze, che hanno fatto del neo-Burlesque una carta vincente, accompagneranno la musica dei Kid Combo con la loro esibizione a cavallo fra delicato erotismo e irresistibile umorismo.

Il sabato live dello Snob, per chi vorrà, avrà inizio già dalla cena. Il ristorante del locale sarà aperto dalle 20:30, per assicurare ai clienti una serata speciale: un menù semplice ma di qualità, rigorosamente alla carta, e l'ingresso gratuito alla serata per chi vi avrà cenato.

 

 

E' possibile (ma non obbligatorio) prenotare la cena al numero 393 9427812

 

Per informazioni: chiedi@snobclub.it - 393 9427812



Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI