Cerca nel sito

mercoledì 30 giugno 2010

CUBA, Yoani Sanchez: noi cubani ci aspettavamo di più da Obama



ECORADIO - LA VOCE DEL PIANETA

*Yoani Sanchez: noi cubani ci aspettavamo di più da Obama*


"Ci aspettavamo di più dall'amministrazione Obama, invece l'avvicendamento alla presidenza degli Stati Uniti si è rivelato un fatto più che altro simbolico" queste le parole di Yoani Sanchez, blogger dissidente cubana che, ai microfoni di Ecoradio, commenta la situazione dei diritti umani nell'isola nel giorno della pubblicazione del dossier di Amnesty International "Restrizione delle libertà di Espressione a Cuba".

"Sono mancati dei passi verso la distensione da parte di entrambi i Governi, quello di Obama e quello di Raul Castro, con maggiori responsabilità del secondo" ribadisce la dissidente commentando il rapporto tra Stati Uniti e Cuba . "Sicuramente Barack Obama all'inizio aveva buone intenzioni, ma poi ha un po' allentato l'impegno e non ha messo in pratica quanto preventivato. Nonostante ciò -- prosegue - questo cambiamento è servito a demolire lo stereotipo del nemico feroce e dell'impero minaccioso pronto a colpirci. Ormai questa caricatura non sarebbe credibile neanche sui nostri mezzi di comunicazione".

Poi Yoani Sanchez, simbolo della critica al regime Castrista, commenta il rapporto di Amnesty International sulla libertà di espressione nell'isola. "E' un buon ritratto della Cuba attuale e dei fenomeni che stanno emergendo nella società civile. Essendo una blogger, lavorando con la parola -- spiega la scrittrice cubana - ho dovuto lottare costantemente con il muro del controllo, della censura e del castigo di Stato. Dal 2007, quando ho fondato il blog 'Generazione Y' sono stata vittima di varie intimidazioni, non posso uscire dal paese, subisco la pressione costante da parte di polizia e servizi segreti. Un controllo soffocante e continuo".

Il risentimento della blogger dissidente coinvolge anche l'immagine edulcorata dell'isola caraibica promossa dal regime e dall'industria culturale. "Quando si parla di Cuba -- dice la Sanchez - si immagina un paese di gente che ride, che balla Salsa tutto il giorno, che gioca a Domino e beve rhum. La propaganda turistica ed ideologica vuole mostrare questo al mondo. Ma per capire cosa significa essere cubano bisogna venire qui e tentare di sopravvivere con un salario in Pesos, aspettare varie ore per prendere un autobus, sbattere contro il muro della censura quando ti dice che non puoi associarti e che non puoi leggere la stampa estera".

E poi c'è l'embargo: "A Cuba possono accedere alla distribuzione razionata di latte solamente i bimbi di meno di sette anni. I genitori che hanno figli di 10-12 anni devono rivolgersi al mercato del Peso convertibile o al mercato nero dove i prezzi sono duecento volte più alti. Ovvero -- conclude Yoani Sanchez -- siamo costretti a delinquere per dare una tazza di latte ai nostri figli a colazione".



Ufficio Stampa Ecoradio
06.42045248
ufficiostampa@ecoradio.it/


C: "La Cultura italiana vale 140 miliardi di PIL"


 

LA CULTURA ITALIANA VALE 140 MILIARDI DI PIL    

Secondo la ricerca "Sponsor Value®- Cultura e Spettacolo" realizzata da StageUp – Sport & Leisure Business e Ipsos la domanda di cultura cresce anche in tempo di crisi. Se l'Italia investisse in cultura quanto mediamente fanno Francia, Gran Bretagna, Germania e Spagna, il PIL nazionale indotto raggiungerebbe i 140 miliardi, con un incremento rispetto ad oggi del 253%. Il "Carnevale di Venezia" si conferma leader nell'interesse culturale degli italiani seguito dalla "Mostra del Cinema di Venezia"

 

Il patrimonio culturale italiano ha un potenziale di indotto economico di 140 miliardi di Euro (pari all' 8,1% del Prodotto Interno Lordo nazionale) con un incremento del 253% rispetto ad oggi, dove si attesta a quota 39,7 miliardi. Il dato emerge nella presentazione annuale delle risultanze ricerca "Sponsor Value® - Cultura e Spettacolo" effettuata oggi in netcasting sul portale www.stageup.com dal presidente di StageUp, Giovanni Palazzi.

 

Se l'Italia investisse in cultura la media di quanto già fanno Francia, Gran Bretagna, Germania e Spagna, avrebbe, a parità del moltiplicatore di investimento attualmente ottenuto in Italia (21,3), un ritorno sul PIL superiore ad ogni altro Paese europeo raggiungendo un indotto pari a 140 miliardi di euro.

 

Nazione

Spesa in Cultura

(mld di €)

 

A

Contributo attuale del settore Cultura al PIL

(mld di €)

B

Moltiplicatore di spesa

 

B/A

Italia

1,8

39,7

21,3

Francia

8,4

74

8,8

Germania

8

68,2

8,5

Gran Bretagna

5,1

53,3

10,5

Spagna

5,1

27,4

5,4

            Fonte:  elaborazione StageUp® – Sport & Leisure Business su dati della ricerca UE "Economy of Culture"

 

Crescono i fruitori di cultura nonostante la crisi economica

La ricerca demoscopica "Sponsor Value® - Cultura e Spettacolo" analizza la domanda e l'offerta connessa ad eventi culturali e spettacolistici.

In Italia nel 2009 si è registrato un generale aumento dei fruitori delle attività culturali e di spettacolo rispetto al 2008 nonostante la crisi economico-finanziaria questo, spiega la ricerca, a causa di un cambiamento strutturale del modello di consumo degli italiani e di un effetto "catartico" dell'emozione e dell'intrattenimento sulle difficoltà della vita di tutti i giorni.

In particolare si è assistito ad un maggior interesse per le "Notti Bianche" (16,9 milioni di italiani interessati per un +15,1% sul 2008), per le visite ai musei (21,4 milioni per un +8,8%) e per le visite alle mostre d'arte (19,4 milioni per un +7,9%).

 

La TOP 10 dell'interesse per gli eventi culturali e di spettacolo in Italia

Nel 2009 l'evento più seguito, sia dal vivo sia a livello mediatico, si conferma il Carnevale di Venezia con 31,8 milioni di interessati (+5,7% sul 2008), davanti alla Mostra del Cinema di Venezia con 29,6 milioni di interessati (+4%) e il Palio di Siena con 28,4 milioni (+8,5%). 

 

Classifica

Evento

Interessati 2009

(in mln)

Variazione di classifica

2009Vs.2008

1

Carnevale di Venezia

31,8

=

2

Mostra del Cinema di Venezia

29,6

=

3

Palio di Siena

28,4

+1

4

Eurochocolate di Perugia

28,0

+1

5

Carnevale di Viareggio

27,8

-2

6

Festa Internazionale del Cinema di Roma

25,5

+1

7

Fiera del libro di Torino

23,1

+2

8

Festival del cinema Giffoni

21,7

+3

9

Miss Italia

20,4

+4

10

Vinitaly di Verona

17,1

+6

Fonte: Indagine Sponsor Value® Cultura e Spettacolo di StageUp e Ipsos

 

 

 

Fra gli eventi che hanno ottenuto il maggior tasso di crescita di interesse fra il 2008 e il 2009 si segnalano il Festival dell'Economia di Trento (7,3 milioni di interessati, +16,1%), il Festival del Cinema per ragazzi di Giffoni (21,7 milioni, +13,4%), EuroChocolate di Perugia (28 milioni, +12,8%), il Ferrara Buskers Festival (7,1 milioni, +11,3%) e Roma Fiction Fest (13,7 milioni, +10,8%).   

 

Commento

"Come dimostrano i 140 miliardi di potenziale crescita del PIL, il futuro del nostro Paese è certamente legato alla capacità di utilizzare i nostri giacimenti culturali trasformandoli in crescita e sviluppo economico. – afferma Giovanni Palazzi, presidente di StageUp – Sport & Leisure Business – Oltre la metà delle risorse culturali mondiali sono infatti detenute dall'Italia ma questa risorsa appare sottoutilizzata. Occorre acquisire consapevolezza che già oggi l'apporto al PIL della cultura è superiore a quello di settori industriali come il tessile o il chimico e che il potenziale di crescita della cultura, del tempo libero e del turismo rappresentano in prospettiva la principale risorsa del nostro Paese. Risorsa che deve essere valorizzata con interventi specifici, legati al coordinamento tra Stato ed Enti Locali; alla formazione manageriale e valorizzazione dei talenti; agli incentivi alle aziende culturali; agli stimoli all'affidamento di patrimoni culturali a privati secondo gare pubbliche e standard minimi di servizio; ad un vasto utilizzo della tecnologia per la valorizzazione, il monitoraggio, la sicurezza."

 

Su www.stageup.com è possibile scaricare un estratto della ricerca.

--------------------------------

Sponsor Value® Cultura e Spettacolo è la prima indagine di mercato che analizza, con modalità multiclient: i consumi culturali e spettacolistici degli italiani, l'interesse per i singoli eventi nazionali, il ritorno per gli sponsor. Realizzata in partnership da StageUp (che cura la strutturazione del piano di ricerca, la stesura del questionario e l'elaborazione ed interpretazione dei dati) e Ipsos (che si occupa delle rilevazioni demoscopiche), integra le expertise specifiche delle due società: la conoscenza del mercato della comunicazione e del leisure per StageUp e le ricerche di mercato per Ipsos. La ricerca è orientata alla soluzione delle problematiche di marketing e comunicazione di tutte le organizzazioni coinvolte nella gestione dell'evento culturale e/o di spettacolo. Sponsor Value Cultura e Spettacolo, nella sua versione standard, analizza in particolare: 1) il potenziale del mercato culturale e spettacolistico, attraverso la quantificazione e profilazione degli italiani che: visitano musei; visitano mostre d'arte, di oggetti o di design; frequentano il teatro; frequentano il cinema; partecipano a concerti di musica pop/rock; partecipano a sagre e feste di paese; partecipano a fiere dei sapori, enogastronomia; partecipano alle "Notti bianche"; 2) per tutti gli eventi oggetto di analisi, il livello di interesse suscitato tra il pubblico e il profilo del target: quantificazione ed analisi socio-demografica degli interessati a ciascun evento (sesso, età, titolo di studio, professione, area geografica, dimensioni del centro abitato, dimensioni del nucleo familiare, responsabilità degli acquisti, responsabilità degli investimenti); 3) la modalità di fruizione (dal vivo, televisione, radio, stampa, Internet, mobile) con cui gli appassionati seguono gli eventi; 4) la notorietà delle sponsorizzazioni: misurazione del ricordo degli sponsor presenti negli eventi analizzati; 5) il posizionamento valoriale dei singoli eventi culturali e di spettacolo.

 

StageUp – Sport & Leisure Business (www.stageup.com) opera nel mercato del leisure business (sport, cultura e spettacolo, testimonial, eventi speciali) ed è tra le aziende di riferimento, nell'ambito del business della cultura, con particolare riferimento al marketing, ai diritti audio-visivi ed alla comunicazione, oltre che nella consulenza alle operazioni di Product Placement.

La sua offerta comprende consulenza di direzione, ricerche di mercato, attività di negoziazione e buying di diritti, informazione e formazione. Attraverso la sua gamma di servizi, StageUp interviene su tutta la catena del valore dei clienti, occupandosi di strategia, progettazione, pianificazione e controllo, negoziazione e buying, nonché della supervisione e realizzazione di progetti operativi.

Tramite la divisione "StageUp Consulting", la Società opera anche nella consulenza di direzione e nell'advisoring connessi all'internazionalizzazione, all'innovazione e alla tecnologia.

Fra i clienti di StageUp si annoverano: sport & leisure makers (tra cui Endemol, Ferrari, Fipav, Juventus, Lega Basket Serie A, Lega Pallavolo Serie A, Lega Pallavolo Serie A Femminile, Magnolia, Milan), aziende e sponsor (Assicurazioni Generali, Coca-Cola, Edison, Il Sole 24 Ore System, Intesa Sanpaolo, La7, Luxottica, Mercedes-Benz, Michelin, Obiettivo Lavoro, Peroni, Rcs Pubblicità, Samsung, Sky, Telecom Italia), istituzioni ed enti pubblici (Comune di Venezia, Provincia di Milano, Regione Calabria).

StageUp fa parte di European Sponsorship Association (Esa), la più grande associazione europea di aziende legate al mondo della sponsorizzazione.

Sono partner di StageUp: Ipsos (per le ricerche demoscopiche), Global Startups (per le attività di advisoring legate all'innovazione e alla tecnologia), Osservatorio di Pavia (per le ricerche di media analysis connesse alla valutazione del Product Placement).

 

Ipsos (www.ipsos.it) è una delle società leader a livello mondiale nei servizi di ricerca di marketing di tipo survey based: le informazioni di specifico interesse dei committenti vengono raccolte direttamente intervistando gli individui.

Il Gruppo nasce in Francia nel 1975 ed è attualmente presente in 64 paesi con 80 uffici, oltre 9.100 dipendenti e - con oltre 5.000 clienti - occupa la seconda posizione a livello mondiale nel segmento delle ricerche survey based. Il Gruppo è inoltre quotato alla Borsa di Parigi ed i dipendenti controllano oltre il 30% del capitale.

La sede italiana del Gruppo Ipsos, guidata da Nando Pagnoncelli, si trova a Milano e con i suoi 150 dipendenti ed oltre 200 clienti si posiziona come leader italiano nel settore delle ricerche survey based, operando in 5 aree di specializzazione: le ricerche sulla Comunicazione Pubblicitaria; le ricerche sul Marketing Mix; le ricerche sui Media (tradizionali e new); le ricerche di Public Affairs; le ricerche sulla Qualità, Customer Satisfaction e CRM.

Ipsos effettua sia ricerche quantitative sia indagini qualitative per le principali aziende internazionali.

Associata all'Esomar (l'associazione mondiale dei professionisti del marketing e dei sondaggi d'opinione), è partner di StageUp per quel che riguarda le ricerche demoscopiche sul mercato dello sport e del leisure.

 

Per ulteriori informazioni e approfondimenti:

Daniele Cencioni

StageUp        - Sport & Leisure Business

Via Cairoli, 11 - 40121 Bologna

Cel. +39.339.120.81.52                                                    

Tel. +39.051.58.71.554                                 

Fax. +39.051.58.71.504                                          

Email: dcencioni@stageup.com

 

 

                       

InfoPrint Solutions Company diventa una consociata del Gruppo Ricoh

 

Raggiunto l'obiettivo previsto dalla joint venture triennale di IBM e Ricoh

 

Milano, 30 giugno 2010InfoPrint Solutions Company, azienda del Gruppo Ricoh, è diventata una consociata interamente controllata da Ricoh Company, Ltd., come previsto dalla joint venture che per tre anni ha unito IBM e Ricoh. InfoPrint Solutions supporta le aziende e i fornitori di servizi nell'ottimizzazione dei processi di stampa anche in ambienti di stampa digitale altamente complessi.

 

"Siamo lieti che InfoPrint Solutions entri a pieno titolo nel Gruppo Ricoh. Con il prestigioso apporto di InfoPrint intendiamo aumentare la capacità di soddisfare le esigenze dei nostri clienti grazie a soluzioni sempre più efficienti per la gestione di volumi di stampa medio-alti" ha dichiarato Shiro Kondo, Presidente e CEO di Ricoh. "Con una vasta gamma di soluzioni di stampa, servizi professionali e software, ampiamente premiati e riconosciuti dagli analisti InfoPrint Solutions si inserisce perfettamente nella nostra famiglia. Grazie a un vasto know-how in campo IT, InfoPrint consentirà al Gruppo Ricoh di ampliare l'offerta di servizi, assistenza e soluzioni tecniche studiate ad hoc per i nostri clienti."

 

InfoPrint Solutions coniuga l'esperienza cinquantennale di IBM nel settore della stampa con le competenze di Ricoh nelle soluzioni di output per l'ufficio e gli ambienti di produzione, per creare un'offerta fondata su attività di ricerca e sviluppo all'avanguardia. InfoPrint è leader di mercato nella fornitura e implementazione di soluzioni ADF (Automated Document Factory) e Print On-Demand, tra cui soluzioni data-driven come il Precision Marketing e il TransPromo nonché di hardware e servizi professionali di alto livello. Tali soluzioni e servizi rappresentano per le imprese un ventaglio di offerte estremamente personalizzabili, con le quali rispondere alle sfide specifiche del mercato, riducendo i costi e ottimizzando la redditività degli investimenti (ROI).

 

La collaborazione tra InfoPrint Solutions e Ricoh consentirà di formulare la risposta più idonea a qualsiasi esigenza di stampa, anche se molto diversificata e complessa. Inoltre servizi consulenziali, di assistenza e supporto saranno erogati secondo le specifiche richieste prima, durante e dopo l'implementazione.

 

"Quando abbiamo costituito la joint venture nel giugno del 2007 guardavamo pieni di aspettative a questo traguardo. E così come abbiamo cominciato un nuovo viaggio tre anni fa, ne cominciamo un altro oggi" ha detto Daisuke Segawa, Presidente e CEO di InfoPrint Solutions. "La nostra filosofia, fortemente incentrata sulle soluzioni, porta grandi elementi di differenziazione sul mercato. La piena appartenenza al Gruppo Ricoh amplierà il nostro raggio d'azione, permettendoci di continuare la fattiva collaborazione con i nostri clienti."

 

InfoPrint Solutions è stata creata il 1° giugno 2007, come joint venture tra la Printing Systems Division di IBM e Ricoh. Nei tre anni successivi, Ricoh ha acquisito gradualmente da IBM il capitale della società. Questo periodo di transizione si conclude il 30 giugno 2010.

 

Per ulteriori informazioni sulle soluzioni di stampa InfoPrint visitate http://www.infoprint.com/internet/wwsites.nsf/vwwebpublished/ai_transhome_xn

 

 

 

 

###

 

InfoPrint Solutions

InfoPrint Solutions Company, azienda del Gruppo Ricoh, è un fornitore leader di soluzioni per l'output digitale, che unisce 50 anni di esperienza maturati da IBM nel campo della stampa di produzione all'eccellenza di Ricoh in fatto di innovazione tecnologica. Per maggiori informazioni, visitate www.infoprint.com. Seguiteci su Twitter: www.twitter.com/infoprint o www.twitter.com/adfsavings. 

 

Ricoh Company

Ricoh Company Ltd (Ricoh Company) è leader nelle soluzioni di stampa office e di production printing, con una quota di mercato del 27%. Fondata nel 1936, Ricoh Company Ltd ha registrato, negli ultimi 15 anni, una crescita costante fino a raggiungere un fatturato di oltre 21,1 miliardi di dollari. La crescita è il risultato di due leve competitive: la ricerca e sviluppo (ogni anno il 6% del fatturato è investito in innovazione) e l'acquisizione di competenze specialistiche per estendere la presenza di mercato. A livello globale Ricoh conta 272 filiali e 108.500 collaboratori. www.ricoh.com

È appena nato il nuovo TerreMobili.com: storie di straordinaria ospitalità.

È appena nato il nuovo TerreMobili.com: storie di straordinaria ospitalità.

Da tour operator di nicchia innamorato del Mediterraneo diventiamo magazine online curato nella grafica e nei contenuti, in italiano e inglese. Uno spazio di incontro tra viaggiatori e ospiti, completamente al di fuori dalla logica dell'intermediazione, che negli anni ha mostrato le sue debolezze. TerreMobili.com è una guida alle Persone attraverso itinerari poetici e inediti.

Il taglio è culturale: nella sezione ISPIRATI ogni settimana compaiono nuovi articoli su letteratura, arte, musica, eventi, iniziative, mostre, attualità, cultura del viaggio. 
Parliamo di esperienze culturali, artistiche, sociali, molte delle quali “testate sul campo”, che arricchiscono e svelano le molteplici identità di ogni territorio.

Partiamo da Puglia e Sicin hotel,palermo,catania,piazza armerina,palazzolo aclia, le prime due terre in cui abbiamo cercato bagliori di straordinaria ospitalità, mettendo da parte senza rimpianto i luoghi comuni e raccontando persone che vivono il bello e l'asprezza con uguale lucidità: la Sicilia è anche un'isola che a sorpresa semina germi di sperimentazione e poetica hacker, la Puglia non è solo pizzica e taranta.

Nella sezione VIAGGIA proponiamo percorsi per viaggiatori curiosi, che vanno anche oltre i soliti itinerari. Parliamo di musei, parchi naturali, riserve protette, ristoranti, enoteche, botteghe artigianali che non sempre trovano spazio nelle guide.
Nella sezione DIMORA presentiamo b&b, agriturismi, masserie, art hotel, country house: solo ed esclusivamente dimore che abbiamo scelto perchè ci piacciono e ci assomigliano, pensate per essere vissute, non solo per dormirci. 
Dove si viene accolti da persone profondamente radicate nel territorio e capaci di raccontarlo nei suoi aspetti meno conosciuti.

Aspettiamo volentieri contributi e collaborazioni di ogni genere, racconti, consigli, commenti, critiche, proposte... da viaggiatori e nomadi, ma anche da chi vive Puglia e Sicilia tutti i giorni.

Siamo anche su Facebook, Twitter, Anobii, Youtube



VIDEO: GUARDA IL TRAILER DEL NOSTRO VIAGGIO!

TERREMOBILI

+39 051 58 80 686
info@terremobili.com redazione@terremobili.com

Hotel Orient&Pacific a Jesolo: il piacere di sentirsi in vacanza

L’Hotel Orient & Pacific è una rinomata struttura quattro stelle situata in favorevole posizione fronte mare nella zona est del Lido di Jesolo, nelle immediate vicinanze della verde pineta.
L'Orient & Pacific rappresenta la perfetta fusione tra design e architettura. Si offre infatti ai propri ospiti un ambiente accogliente e confortevole, pensato per il benessere e il divertimento, frutto di un recente intervento di restauro che ne ha sapientemente ridisegnato gli spazi interni. Il tutto senza ovviamente trascurare un servizio efficiente perché affidato a personale esperto e qualificato. Anche le camere, tutte dotate di balcone con vista mare, sono moderne e funzionali, spaziose ed accoglienti, nell’ottica del vero relax.
L’hotel Jesolo quattro stelle mette a disposizione della clientela una ricca e variegata serie di servizi:

  • ampia e accogliente terrazza affacciata sul mare e sulla spiaggia antistante all'hotel
  • sala ristorante panoramica, climatizzata e affacciata sul mare, con piatti tipici della tradizione veneta e italiana
  • piscina riscaldata per adulti e bambini
  • spiaggia privata con lettini, sedie, sdraio e ombrelloni
  • Internet Corner con linea ADSL gratuita e una connessione Wi-Fi funzionante nelle aree comuni dell'albergo
  • per gli amanti dello sport, offerta di biciclette, ping pong e bocce, oltre a campi da tennis e corsi di sub e nuoto in strutture convenzionate
L'hotel è presente on line all'indirizzo www.orient-pacific.net. Il sito web è realizzato e gestito in collaborazione con MM ONE Group, che fornisce la piattaforma di booking, e cura le strategie di web marketing.

All'interno del sito, disponibile in lingua italiana, tedesca, inglese e francese, si possono trovare, oltre a tutte le informazioni turistiche e sull'hotel, prezzi, disponibilità e offerte. Ad esempio da segnalare l’opzione family room, ovvero la possibilità di avere camere comunicanti su richiesta.
Il processo di prenotazione on line si rivela molto semplice e immediato. In ogni caso i clienti possono contattare direttamente l’hotel per richiedere maggiori informazioni sulle proposte e sulle modalità per effettuare le prenotazioni.
HOTEL ORIENT & PACIFIC
Via Leonardo da Vinci, 2 - Jesolo – Italy
Tel 0421 961285 - Fax 0421 961621
www.orient-pacific.net
Ufficio Stampa MM One Group

Profilo dell'italiano instancabile che rinuncia alle ferie

Qualcosa sta cambiando nell'atteggiamento degli italiani verso le vacanze. Forse per merito del "metodo Brunetta" il binomio italiani-fannulloni potrebbe essere sulla via del tramonto. Sebbene quest'anno sia aumentato in media il numero di giorni di ferie disponibili (32,5 contro 31 dello scorso anno), è cresciuto anche il numero di giorni di vacanza non goduti (6, ossia il 18,4% dei giorni disponibili rispetto al 16% del 2009) e la fetta di connazionali che sostengono di non sfruttare tutti i giorni a disposizione (49% contro 44% del 2009). Con queste credenziali - emerse dalla decima edizione dell'indagine realizzata da Harris Interactive per conto di Expedia sul rapporto dei lavoratori con le ferie - gli italiani sono primi in Europa per giorni di vacanza lasciati sul piano ferie, secondi solo ai giapponesi (7,5 giorni avanzati) che rappresentano il vero modello di stakanovisti, con il record negativo di giorni disponibili (16,5 - quasi la metà degli italiani) e oltre il 45% di giorni di ferie non sfruttati.

Profilo dell'italiano instancabile che rinuncia alle ferie
In Italia l'era della parità tra i sessi è ancora lontana e anche quando si parla di vacanze sono le donne ad avere la peggio: secondo quanto emerso dal sondaggio, le rappresentanti del gentil sesso dispongono in media ogni anno di 28,5 giorni di ferie, contro i 31,5 degli uomini e mediamente ne sfruttano solo 23, contro i 26 dei colleghi maschi.
Sono i giovani tra i 25 e i 34 anni quelli che sono costretti alle maggiori rinunce: si concedono solo 23 giorni di vacanza, contro i 25 giorni dei ragazzi tra i 18 e i 24 anni e degli adulti tra i 35 e 44 anni e i 28 giorni dei lavoratori della fascia d'età 45-54. Il sud Italia - con una media di 23 giorni di ferie sfruttati all'anno - si conferma la macro-regione italiana meno vacanziera, diversamente da Italia settentrionale e centrale, rispettivamente con una media di 26 e 24,5 giorni. Forse più fortunati dei colleghi del nord, i lavoratori dell'Italia meridionale possono maggiormente sfruttare la vicinanza al mare durante i weekend per staccare la spina o addirittura concedersi un bagno o una passeggiata sulla spiaggia in pausa pranzo, risparmiando così sui giorni di ferie.

Per ovvi motivi sono i lavoratori appartenenti alle fasce di reddito più basse a rinunciare a partire: 21 giorni contro i 26,5 giorni di lavoratori con reddito medio e alto. Il 28% degli italiani dichiara di lavorare più di 40 ore la settimana: sono più uomini che donne (27% contro 16%) tra i 18 e i 24 anni (35%), del nord Italia (26%) e con un reddito alto (33%). Stremati da un anno di fatiche e sacrifici, per il 58% degli italiani che non rinunceranno a partire la priorità sarà trovare la soluzione al giusto rapporto qualità prezzo, mentre per il 28%l'importante sarà staccare dal lavoro.

"A dimostrazione dell'importanza che le ferie ricoprono nella vita degli italiani, quasi la metà degli intervistati (47%) che si godono le vacanze affermano di ritornare agli impegni quotidiani più riposati e con un rinnovato equilibrio tra vita privata e lavoro, mentre quasi un terzo di loro (28%) si sente più produttivo" commenta Giovanna Picciano, Marketing Manager di Expedia per l'Italia. "Per aiutare i viaggiatori che vogliono risparmiare sul volo restando nel nostro paese o semplicemente concedersi un paio di giorni alla scoperta delle bellezze italiane o del mare nostrano, stiamo arricchendo il nostro sito con offerte speciali valide per tutta l'estate su gran parte degli oltre 11.000 hotel italiani disponibili su Expedia.it, per non rinunciare a viaggiare nemmeno in luglio e agosto, la stagione di viaggio preferita dagli italiani".

La classifica mondiale
Giapponesi e americani sono i lavoratori che mediamente ogni anno si concedono il minor numero di giorni di ferie (rispettivamente 9,5 e 14), agli antipodi dei francesi che anche quest'anno con ben 37,5 giorni di vacanza disponibili e 34,5 goduti, si confermano i più vacanzieri del mondo. Seguono canadesi e svedesi, che rispettivamente si concedono 17,5 e 24 giorni di ferie. Spiccano, invece, per giorni di vacanza sfruttati - dopo i già citati francesi - spagnoli e danesi (28,5 e 27). Se si guarda alle ore di lavoro settimanali sono maggiormente francesi, tedeschi e americani a lavorare più di 40 ore (rispettivamente il 54%, il 47% e il 46%), seguiti da inglesi (37%), svedesi e norvegesi (30%), italiani (28%) e a chiudere danesi e spagnoli (26%).

Gli italiani si distinguono in Europa per giorni di ferie avanzati (6, lasciando sul piano ferie circa il 18,4% dei giorni disponibili), secondi nel mondo solo agli stakanovisti giapponesi, che con 7,5 giorni avanzati rinunciano al 45,4% dei giorni di vacanza. Secondo quanto emerge dal sondaggio, poi, i lavoratori del Bel Paese primeggiano anche a pari merito con i danesi, per percentuale di lavoratori che ammette di non sfruttare tutti i giorni disponibili (49%), seguiti da americani (37%) e norvegesi (26%).

A prova della loro attitudine a "work addicted" il 33% dei tedeschi ammette di aver cancellato o rimandato le proprie vacanze per motivi di lavoro, ben lungi dai danesi, a cui è capitato solo nel 13% dei casi. Gli italiani si collocano nel mezzo, con un 18% di lavoratori che ha subito questo tipo di inconveniente. Norvegesi e americani, invece, sono i meno capaci a staccare completamente dal lavoro durante le ferie: ben il 34% dei norvegesi e il 30% degli americani controllano la casella mail di lavoro anche in ferie.

Perché si rinuncia alle vacanze?
Ma quali sono le ragioni che spingono a rinunciare alle ferie? Il 10% rinuncia per l'impossibilità del proprio partner a prendersi giorni di vacanza, preferendo rinunciare pur di abbandonare la meno fortunata dolce metà, confermandosi secondi in romanticismo solo ai colleghi spagnoli, abituati nel 12% dei casi a questo tipo di sacrificio. Un 8% preferisce essere pagato per le ferie non usufruite (come molti dei lavoratori delle nazionalità prese in considerazione), cercando di sfruttare maggiormente i weekend e i piccoli break.

Lo confermano i dati Expedia, da cui emerge che si tratti di voli, hotel o pacchetti, la durata media delle soluzioni di viaggio scelte dagli italiani è decisamente inferiore rispetto a quella dei viaggiatori di gran parte dei paesi europei. In particolare, gli utenti del Bel Paese registrano una durata media di viaggio di meno di tre giorni per il solo albergo, cinque giorni per i pacchetti e nove per i voli, differentemente dagli oltre tre giorni per l'acquisto del solo hotel da parte degli spagnoli, quasi sette giorni per i pacchetti da parte dei danesi e circa quindici giorni per i voli da parte dei norvegesi.

L'8% degli italiani sono costretti a rinunciare a causa degli impegni scolastici dei propri figli - la percentuale più alta in Europa - mentre un ulteriore 8%, lamenta di non aver abbastanza preavviso per riuscire a sfruttare le vacanze come si vorrebbe. Questo a dimostrazione degli impedimenti pratici che ancora oggi ostacolano una maggiore diffusione in Italia del concetto di "early booking" e poca la consapevolezza dei vantaggi derivanti dalla prenotazione anticipata del proprio viaggio. In media, infatti, i tempi di prenotazione registrati dagli utenti italiani sono davvero bassi: circa 25 giorni di anticipo sulla partenza.

Diversamente, il 45% dei giapponesi dichiara di essere troppo impegnato riuscire a partire, mentre il 12% dei tedeschi il lavoro rappresenta la vita e sono per questo disposti a far a meno delle ferie.

"Sappiamo che noi italiani tendiamo a prenotare le vacanze all'ultimo momento e nonostante sia possibile trovare buone offerte in questo senso, prenotare in anticipo rappresenta sicuramente l'occasione per scegliere tra un'offerta più ampia di voli e alberghi, usufruendo di maggiori risparmi e più flessibilità", aggiunge Giovanna Picciano. "In quest'ottica è anche più semplice trovare la soluzione di viaggio che meglio si adatta alle esigenze del partner o dei figli. Con il tool "il mio itinerario" disponibile su Expedia.it vogliamo ulteriormente facilitare le coppie e le famiglie nella scelta della loro vacanza".

Expedia, Inc. (EXPE) è la società leader a livello mondiale nel settore del turismo e dei viaggi online grazie all'ampia offerta di prodotti e servizi per i mercati business e consumer disponibili negli Stati Uniti ed in altri paesi del mondo.
Se cerchi un hotel a Budapest, un hotel a San Francisco o un hotel a Dublino prova prima su expedia.it
Con Expedia - società leader a livello mondiale nel settore del turismo e dei viaggi online - puoi confrontare e prenotare alberghi online a prezzi convenienti, spaziando da strutture ricettive low cost a 3* stelle a hotel di lusso, da hotel con servizi business in centro a romantici cottage in campagna. I pacchetti vacanze Expedia ti consentono inoltre di creare combinazioni flessibili di alberghi e voli personalizzate in base alle tue esigenze.

Matrimoni nei giardini delle ville lucchesi

Sposarsi al tramonto nel Giardino di Villa Garzoni a Collodi vicino Montecatini Terme e Lucca

Giardino di Villa Garzoni al tramonto
Per i futuri sposi c’è una importante novità offerta dal Comune di Pescia in collaborazione con la Fondazione Nazionale Carlo Collodi.
Da quest’anno sarà possibile celebrare la cerimonia civile in una location esclusiva, circondati da fiori e piante ornamentali, zampilli d’acqua e statue antiche, oltre che ospiti di eccezione: splendidi cigni, magnifici pavoni e curiose anatre.
Potrete sposarvi, alla presenza del Sindaco di Pescia o di una persona delegata, negli orari desiderari:
al mattino, durante l’orario di servizio;
al pomeriggio
e alla sera, per un romantico matrimonio al tramonto.con la complicità delle stelle e della luna.
Per dettagli sull’organizzazione e per visionare foto e video del Giardino di Villa Garzoni visitate il sito
http://www.matrimoniosposa.it/matrimonio-parco-toscana-giardino-garzoni.php
http://www.pinocchio.it/matrimonio.pdf

Idee regalo e arredamento: Portacellulari con foto online.

Le idee regalo non sono mai semplici da scegliere, lo sappiamo, a meno che non sappiate dove andare a recuperarle. Se infatti siete stanchi di rivolgervi ai negozi di tipo tradizionale che richiedono di muoversi con l'auto, cercare parcheggio, superare pazientemente i capricci del traffico e dovere scegliere tra una scarna vetrina di idee regalo, abbiamo forse la proposta che fa per voi. Perché infatti non decidete di rivolgervi alle stampe digitali online ad alta qualità come negozio per le vostre idee regalo? In questo modo infatti potrete donare un qualcosa di assolutamente unico e prezioso, di meraviglioso ed incredibile, e soprattutto su misura su quelli che sono i gusti del vostro caro e prezioso amico. Attraverso le stampe digitali arredamento online infatti avrete modo di emozionare e commuovere il vostro caro festeggiato con un dono che è realmente inimitabile ed unico, studiato appositamente sui gusti del vostro amico e del futuro festeggiato.

Le stampe su portacellulari con foto sono senza dubbio una tipologia di dono assai preziosa e assai apprezzata anche e soprattutto per via dell'utilizzo quotidiano che si fa dei cellulari e dunque dei portacellulari stessi. Ed avere un portacellulare personalizzato con le nostre foto scelte da noi sicuramente è un qualcosa di più e di più apprezzabile piuttosto che avere un portacellulare banale e senza la minima personalità o senza cuore. Insomma, attraverso tale tipologia di idea regalo, potremo accompagnare il nostro amico al lavoro, piuttosto che nel ritorno a casa o nei momenti di gioia e di svago. E potremo scegliere oltre al design e all'immagine da applicare al portacellulare anche la tipologia di effetti da applicare alla foto su tela o altro, così come il formato e le dimensioni del portacellulare personalizzato stesso. Insomma, si tratta di una stupenda tipologia di idee regalo perfettamente realizzabili secondo i nostri gusti e le nostre preferenze.

Insomma, a parte delle stampe su misura ad alta qualità su portacellulari abbiamo dunque a vostra disposizione una stupenda tipologia di idee regalo ad altissima qualità e di altissimo livello. A voi sta scegliere che tipo di dono preferirete dare al vostro caro e prezioso amico festeggiato tra tutta l'infinita gamma di doni personalizzati da realizzare presso il nostro sito, leader in Italia per quanto riguarda la realizzazione di idee regalo digitali su misura online. Ebbene, a noi non resta che augurarvi una buona festa con i nostri regali!

Lo Staff di FotoRegali.com

Cisco potenzia gli strumenti di gestione dell'energia dedicati alle utility, agli utenti e alle aziende

 

 

 

 

 

Cisco potenzia gli strumenti di gestione dell’energia dedicati alle utility,

agli utenti e alle aziende

 

Una nuova soluzione ad uso residenziale e nuove soluzioni della linea Smart Connected Building ampliano l’offerta Smart Grid studiata per ridurre i costi e il consumo energetico

 

                                                                   

Milano, 30 giugno 2010 – Cisco presenta oggi nuove tecnologie che si basano sul portfolio di soluzioni  Connected Grid e che consentono agli utenti così come alle aziende di monitorare e gestire al meglio i propri consumi energetici con l’obiettivo di risparmiare e ridurre le emissioni di gas serra. In particolare, la soluzione Cisco® Home Energy Management permette ai clienti di controllare in modo semplice il loro consumo di energia; Cisco Network Building Mediator Manager 6300 permette una gestione centralizzata dei Smart Connected Buildings in tutte le diverse aree, ed i nuovi Router e Switch Connected Grid  permettono alle utility di fornire in modo più efficiente ed affidabile ad aziende e abitazioni l’elettricità proveniente dagli impianti di generazione, il tutto con una migliore gestione dell’energia ottenendo sia benefici economici che ambientali.

 

 

Soluzioni per la casa

·         La soluzione Cisco Home Energy Management (HEM) per le utility è caratterizzata dal Home Energy Controller (CGH-100), un display montato a muro che comunica con altri dispositivi domestici intelligenti come ad esempio contatori, prese e termostati programmabili, per ottimizzare la gestione energetica all’interno dell’abitazione, così come i relativi servizi consumer.

·         L’Home Energy Controller coordina le diverse reti presenti in casa e supporta i protocolli di networking associati, come lo  Zigbee, Wifi e ERT. Gli utenti e le utility  si possono coordinare lato nuovi prezzi e servizi gestiti, abilitando un’automazione domestica per la gestione energetica.

·         I clienti saranno in grado di effettuare scelte più informate e potranno impostare le policy e gli orari per l’utilizzo dell’energia  in base al consumo degli apparecchi in tempo reale, storico e individuale.

·         Home Energy Controller include un portale per gli utenti a cui è possibile accedere remotamente e che include informazioni sui costi energetici previsti così come suggerimenti su come risparmiare

·         Alcuni studi mostrano che la tecnologia è uno strumento efficiente per promuovere una migliore gestione dell’energia da parte dei consumatori. Secondo IDC i clienti riducono il consumo di energia dal 4% al 15% quando ricevono feedback in tempo reale sui propri consumi.

 

La gestione energetica per gli edifici intelligenti

 

·         Cisco Network Building Mediator Manager 6300 è una componente fondamentale dell’iniziativa Smart Connected Buildings di Cisco per trasformare il modo in cui gli edifici vengono costruiti, gestiti e vissuti.

·         E’ la prima soluzione disponibile sul mercato che visualizza informazioni di presenza della rete, fornendo agli operatori una visibilità in tempo reale relativa allo stato e all’accessibilità dei loro impianti.  Tutto ciò fornisce strumenti pratici per ridurre il consumo generale energetico e il dowtime del sistema, e offre avvisi di sistema proattivi che permettono di manutenere preventivamente i dispositivi critici. 

·         Le principali funzioni del Cisco Network Building Mediator Manager includono un navigatore che offre una visibilità delle attività e della presenza di tutti gli impianti e funzionalità di controllo degli allarmi per una gestione centralizzata degli eventi.

 

Le soluzioni “Connected Grid” di Cisco per lo Smart Grid

 

·         Cisco ha inoltre presentato nuovi router e switch progettati specificatamente per le infrastrutture di comunicazione Smart Grid. Insieme, queste nuove soluzioni, particolarmente resistenti e ideate per le sottostazioni, formano una soluzione di rete altamente sicura e gestibile per integrare le comunicazioni basate su IP (Internet Protocol) con la potenza grid  per un controllo e un monitoraggio intelligente. Il portfolio Connected Grid permetterà alle utility di fornire l’energia elettrica proveniente dagli impianti di generazione ad aziende e abitazioni in modo più affidabile ed efficiente, il tutto con una migliore gestione dell’energia ottenendo sia benefici economici che ambientali.

·         Insieme, il Cisco CGR 2010 e il Cisco CGS 2520 formano un’infrastruttura di comunicazione sicura per disporre  delle informazioni ed analizzarle in tempo reale direttamente da diversi dispositivi elettronici intelligenti presenti nelle sottostazioni. Ciò permette agli operatori delle utility di gestire e mantenere al meglio i dispositivi per la trasmissione e la distribuzione dell’alimentazione, così come di aumentarne l’affidabilità identificando, isolando, diagnosticando e riparando automaticamente i guasti.

·         Inoltre, le soluzioni Cisco estendono alle sottostazioni le policy di sicurezza e gestione, supportando accesso remoto da parte di tecnici specializzati e supportando programmi proattivi di mantenimento.

·         I prodotti si basano sul software Cisco IOS®, un sistema operativo che fornisce totale affidabilità così come diversi servizi di rete incluso il supporto per controlli di supervisione e di acquisizione dati, o SCADA.

·         Il software Cisco IOS consolida la sicurezza di rete, la qualità del servizio e la segmentazione della rete su una comune piattaforma di comunicazione, fornendo affidabilità mission-critical e riducendo le spese operative.

 

Conformità alla sicurezza e agli standard di mercato

 

·         I router della serie Cisco 2000 Connected Grid e gli switch della serie Cisco 2500 Connected Grid offrono una soluzione completa per la sicurezza informatica. I prodotti includono un’ampia gamma di funzionalità per la sicurezza di rete per permettere alle utility di essere conformi con gli standard NERC/CIP (North American Electric Reliability Corp./Critical Infrastructure Protection). Le principali funzioni di sicurezza includono il Cisco Intrusion Prevention System, Cisco Network Access Control, VPN Multiprotocol Label Switching, firewall, funzionalità di controllo delle identità e degli accessi utenti/dispositivi. Tutte queste soluzioni forniscono un’affidabilità e protezione grid senza precedenti.

·         Inoltre, Cisco supporta il portfolio completo di soluzioni per la sicurezza fisica basate su IP, come ad esempio il controllo all’accesso fisico alla videosorveglianza, ideale per la conformità NERC/CIP.

·         I prodotti soddisfano e in alcuni casi superano gli standard IEEE 1613 e IEC61850-3 per gli ambienti delle sottostazioni, inclusa la capacità di sostenere un’ampia gamma di temperature così come protezione estensiva contro sovratensioni elettriche e interferenze elettromagnetiche (EMI).

Dichiarazioni:

 

·  Paola Petroni, vice president, infrastructure and networks division, Enel Group

"Enel ha una visione proiettata al futuro su come sviluppare l'infrastruttura Smart grid del 21° secolo, in grado di fornire opportunità economiche e benifici ambientali. Siamo lieti di lavorare con aziende come Cisco con l'obiettivo di fornire energia elettrica a milioni di clienti in modo efficiente e affidabile".

 

 

# # #

Cisco

Cisco (NASDAQ:CSCO) è il leader mondiale del networking che trasforma il modo in cui le persone si connettono, comunicano e collaborano. Informazioni su Cisco si trovano su http://www.cisco.com. Per ulteriori informazioni, visitate http://newsroom.cisco.com. Le apparecchiature di Cisco sono fornite in Europa da Cisco Systems International BV, una consociata interamente controllata da Cisco Systems, Inc.

 

# # #

 

Ufficio Stampa

 

Cisco

Cristina Marcolin

 

Tel: 800 787 854

email: pressit@external.cisco.com

Prima Pagina Comunicazione

Marzia Acerbi/Silvia Bassi

 

Tel: 02/76.11.83.01

email: ciscotech@primapagina.it

 

 

 

http://www.primapagina.it/firma_digitale/dot.gif

http://www.primapagina.it/firma_digitale/dot.gif

 

 

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI