Cerca nel sito

lunedì 30 settembre 2013

Convertitore analogico-digitale (ADC) SAR bipolare a 18 bit




Convertitore analogico-digitale (ADC) SAR bipolare a 18 bit, 1Msps, ±10,24V semplifica il condizionamento dei segnali
per le applicazioni a ±10 Volt
  
Linear Technology Corporation presenta l'LTC2338-18, un convertitore analogico-digitale (ADC) a latenza nulla da 1Msps a 18 bit con una ampia gamma differenziale di segnali di ingresso bipolari pari a ±10,24V, i per le applicazioni industriali ad alta tensione. Il dispositivo funziona da un'alimentazione singola a 5V, raggiunge un valore SNR di 100dB e THD di -110dB e presenta un riferimento interno da 2,048V (20ppm/oC max) e un buffer di riferimento. Una rete interna scala e sposta di livello il segnale di ingresso, eliminando i complessi circuiti richiesti per l'interfacciamento diretto dei segnali bipolari.
            L'LTC2338-18 fa parte di una famiglia di ADC SPI SAR seriali a 18 bit compatibili a livello di pin esoftware con velocità comprese tra 250 ksps e 1Msps. È disponibile anche una famiglia a 16 e a 18 bit compatibile a livello di pin con ingressi bipolaripseudo‑differenziali (LTC2328-18). Il buffer di riferimento interno proprietario mantiene un errore inferiore a 1LSB durante il burst improvviso delle conversioni, consentendo il funzionamento one-shot dopo lunghi periodi di inattività. Questi convertitori analogico-digitali funzionano da un unico ingresso da 5V e consumano solo 50mW a 1Msps. A velocità di campionamento inferiori la potenza si riduce in modo lineare. Una modalità di shutdown dissipa solo 300μW in condizioni di riposo.     
            La scheda di dimostrazione DC1908A consente la facile valutazione della famiglia LTC2338 unitamente alle schede di raccolta dati DC590B (QuikEvalTM) o DC718C (PScopeTM). La famiglia LTC2338-18 con differenziale completo e la famiglia LTC2328-18 con pseudo-differenziale sono disponibili in package MSOP-16 compatti con gradi di temperatura per applicazioni commerciali, industriali e automotive. I prezzi partono da $29,10 per quantità da 1.000pezzi. Per maggiori informazioni, visitare la pagina www.linear.com/product/LTC2338


Riepilogo delle caratteristiche: LTC2338-18

  • Throughput a 1Msps
  • INL max da ±4LSB
  • Ingressi differenziali completi
  • Range di ingressi bipolari da ±6,25V, ±10,24V, ±12,5V
  • SNR da 100dB (tipico) a fIN = 2kHz
  • THD da –110dB (tipico) a fIN = 2kHz
  • Funzionamento garantito fino a 125°C
  • Alimentazione da 5V
  • Riferimento interno con bassa deriva (20 ppm/°C max) da 2,048V
  • Buffer di riferimento single-shot onboard
  • Nessun ritardo di pipeline, nessuna latenza del ciclo
  • Tensioni di I/O da 1,8V a 5V
  • I/O seriale con compatibilità SPI e modalità di collegamento a margherita (daisy-chain)
  • Clock di conversione interno
  • Dissipazione di potenza di 50mW (tipica)
  • Package MSOP a 16 conduttori

European Cancer Congress, MolMed su farmaco sperimentale NGR-hTNF

MolMed S.p.A. presenterà ulteriori dati sull’efficacia del farmaco sperimentale NGR-hTNF nei sarcomi dei tessuti molli domani allo European Cancer Congress.

Logo MolMed


MolMed S.p.A. (MLM.MI) presenterà domani allo European Cancer Congress 2013 (ECCO-ESMO-ESTRO), in corso ad Amsterdam (Olanda) dal 27 settembre al 1 ottobre 2013, dati ulteriori sull’efficacia del proprio farmaco sperimentale NGR-hTNF in combinazione con la doxorubicina nei sarcomi dei tessuti molli.
La Dr.ssa Emanuela Palmerini dell’istituto ortopedico Rizzoli di Bologna farà una presentazione orale dal titolo “Due dosi di NGR-hTNF somministrato da solo o in combinazione con doxorubicina nei sarcomi dei tessuti molli” alle ore 9:12 di Martedì 1 ottobre 2013, durante la sessione “Sarcomi: tessuti moli e ossa”.
Nuovi dati presentati durante il convegno saranno oggetto di comunicati successivi, rilasciati a margine del convegno stesso.
Studio randomizzato di Fase II di NGR-hTNF nei sarcomi dei tessuti molli
Questo studio a quattro-bracci è stato disegnato per selezionare il migliore regime terapeutico di NGR-hTNF per i pazienti affetti da sarcoma. L'obiettivo primario di raddoppiare il tasso di sopravvivenza a tre mesi senza progressione di malattia (40% vs 20%) è stato raggiunto dalla combinazione di basse dosi intensificate di NGR-hTNF (trattamento settimanale con 0,8 μg/m
2) con la doxorubicina, sia nel primo sia nel secondo stadio dello studio.
Dati preliminari mostrati a giugno al 49° convegno annuale della American Society of Clinical Oncology (ASCO) mostrano inoltre che la superiorità in termini di sopravvivenza libera da malattia (con un aumento della durata media di tre volte) di questo regime rispetto agli altri si è tradotta in un analogo vantaggio in termini di sopravvivenza globale (con un aumento della durata media di due volte).
NGR-hTNF
NGR-hTNF è un nuovo agente terapeutico per i tumori solidi che mostra un'attività antitumorale attraverso il suo legame specifico con i vasi sanguigni che alimentano la massa tumorale. NGR-hTNF è oggetto di in un largo programma di sviluppo clinico, che comprende uno studio di Fase III nel mesotelioma pleurico maligno e sei studi di Fase II nei tumori del colon-retto, del polmone (a piccole cellule e non a piccole cellule), del fegato e dell’ovaio, e nei sarcomi dei tessuti molli.
MolMed
MolMed S.p.A. è un’azienda biotecnologica focalizzata su ricerca, sviluppo e validazione clinica di terapie innovative per la cura del cancro. Il portafoglio-prodotti di MolMed comprende due terapeutici antitumorali in sperimentazione clinica: TK, una terapia cellulare che consente il trapianto di midollo osseo da donatori parzialmente compatibili con il paziente, in assenza di immunosoppressione post-trapianto, in Fase III per la cura delle leucemie ad alto rischio; NGR-hTNF, un nuovo agente mirato ai vasi sanguigni tumorali, in Fase III nel mesotelioma pleurico maligno e in Fase II in altre sei indicazioni: carcinomi del colon-retto, del fegato, del polmone a piccole cellule, del polmone non microcitico e dell’ovaio, e nei sarcomi dei tessuti molli. MolMed offre anche competenze di alto livello in terapia genica e cellulare per sviluppo, realizzazione e validazione di progetti conto terzi; tali competenze spaziano dagli studi preclinici alla sperimentazione clinica di Fase III, inclusa la produzione a uso clinico secondo le GMP correnti di vettori virali e di cellule geneticamente modificate specifiche per il paziente. La Società ha sede a Milano, presso il Parco Scientifico Biomedico San Raffaele. Le azioni di MolMed sono quotate al MTA gestito da Borsa Italiana. (Ticker Reuters: MLMD.MI)

FONTE: MolMed.com

La TARES e i Comuni: esperienze a confronto



convegno organizzato dalla ERICA soc.coop.

Giovedì 10 ottobre ore 9,30
Expo Lavori Pubblici, Piacenza Expo, Loc. Le Mose Via Tirotti 11
9.30 - Registrazione Partecipanti
9.45 - Saluti di Luigi Rabuffi, Assessore alla Città Sostenibile del Comune di Piacenza
10.00 - Umberto Gianolio, E.R.I.C.A. soc.coop: "Introduzione alla TARES, il ruolo dei Comuni"
10.30 Elisabetta Martignoni, Amga Legnano e Referente Gruppo Tares: "Gli aspetti applicativi della TARES: dalla determinazione della tariffa alla riscossione"
11.00 Paolo Contò, Consorzio Priula TV: "Esperienze di tariffa puntuale nel Consorzio Priula"
11.30 Tavola rotonda "Esperienze a confronto sull'adozione della TARES"
Alberto Bellini, Assessore all'Ambiente Comune di Forlì
Mayra Paolillo, Assessore all'Ambiente Comune di Marcignago (PV)
Carlo Lucio Ferrè, Presidente del Consorzio dei Comuni dei Navigli
Modera: Gaetano Drosi, Softline Srl e Coordinatore del Gruppo TARES
12,30 Dibattito col pubblico
Conclusioni a cura di Stefano Ciafani, vicepresidente di Legambiente, che presenterà la petizione nazionale sulla tariffa puntuale

La partecipazione è GRATUITA
Registrazione obbligatoria effettuabile QUI
Per accedere ad Expo Lavori Pubblici è possibile registrarsi gratuitamente alla pagina
http://www.expolavoripubblici.it/registrazione_per_operatori.html
Cordiali saluti

Expo Lavori Pubblici
quota neve s.r.l.
Via Panizza 12 - 20144 Milano
Tel. +39 02 4983120
Cel. +39 333 8350036
Fax. +39 02 4985157
E-mail: info@expolavoripubblici.it
www.expolavoripubblici.it


IVA: a mezzanotte scatta l'aumento al 22%. Male per i consumatori bene per lo Stato

Roma, 30 Settembre 2013. A mezzanotte scattera' l'aumento dell'IVA dal 21 al 22%. L'aumento produrra' un aumento del costo dei carburanti con perdita per i consumatori e guadagno per le casse dello Stato. In aggiunta, tutte le merci subiranno un aumento considerato che il trasporto in Italia e' praticamente su gomma. Insomma, l'aumento si scarichera' sulle tasche degli italiani.

Da considerare che, comunque, l'aumento dell'IVA era stato solo rimandato al 1 gennaio 2014; si trattava, quindi, di uno slittamento; nel frattempo si sarebbero predisposte nuove tasse (service tax) per il prossimo anno,  in aggiunta all'aumento dell'IVA.

Dell'IMU non si hanno notizie: va a finire che si dovra' pagare, con grande sollievo per le casse erariali e dolore per quelle dei consumatori.

Primo Mastrantoni, segretario Aduc
COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC




Comitas (microimprese) su aumento IVA

IVA, COMITAS: COLPO DI GRAZIA PER MIGLIAIA DI ATTIVITA' IN CRISI  MICROIMPRESE NON RIUSCIRANNO AD ASSORBIRE L'AUMENTO DELL'ALIQUOTA


PER EFFETTO DELL'IVA CHIUDERANNO CIRCA 50.000 NEGOZI ENTRO IL 2014. 150MILA POSTI DI LAVORO A RISCHIO

L'aumento dell'Iva che scatterà domani sarà il colpo di grazia per migliaia di attività in crisi. Lo afferma Comitas, l'associazione delle piccole e microimprese italiane.

L'incremento dell'aliquota al 22% non potrà essere assorbio dalla quasi totalità delle imprese, già schiacciate dalla crisi economica, e si riverserà direttamente sui prezzi al dettaglio, determinando una contrazione dei consumi fino al -3% - spiega Comitas – L'ulteriore riduzione degli acquisti porterà migliaia di piccole attività a chiudere i battenti nel corso del 2014.

In base alle stime dell'associazione, saranno circa 50.000 gli esercizi commerciali al dettaglio che, per gli effetti diretti e indiretti dell'Iva, saranno costretti a chiudere entro la fine del prossimo anno.

Per questo – prosegue Comitas – è giusto affermare che l'aumento dell'Iva sarà un vero e proprio "colpo di grazia" per il commercio, e produrrà la perdita di almeno 150mila posti di lavoro nei prossimi mesi.


Italia: Final Destination, IVA al 22% ; Tutta colpa del Mes o irresponsabilità politica ?

Siamo arrivati alla data fatidica dell’aumento dell’IVA che dal 1 di ottobre passerà al 22%, per molti prodotti tra cui Benzina, Auto ed altro sarà l’ora della verità. A soffrirne il popolo dei consumatori , e  le aziende  che avranno la loro batosta finale , tra le verità quella universalmente riconosciuta  che valuta come da meno consumi  si recuperano meno introiti collegati  all’ IVA . La Politica non si e’accorta della riduzione dei consumi che nell’ultimo anno, ha portato  a 5 miliardi in meno  di entrate per lo stato di IVA. A cosa serve l’aumento dell’IVA ? Una delle conseguenze sarà l’aumento del sistema evasivo fiscale, che già rappresenta in Italia una grande piaga , pagata sistematicamente con miliardi di euro di evasione ogni anno. Un vero boumerang per l’Italia e per i Politicanti che non riescono a capire come  il sistema contributivo fiscale venga favorito solo dalla diminuzione delle tasse e dall’aumento dei consumi da parte della popolazione. Volendo considerare le cause di un sistema già fallito al nascere, dobbiamo valutare uno dei problemi principali collegati a dalle scelte politiche fatte anni orsono dal governo Prodi che con testardaggine ha voluto entrare nel sistema Euro non cautelandosi con il mantenimento della doppia moneta (Lira) per gli scambi interni cosa che invece ha fatto l’Inghilterra.  I conti Italiani sono sotto il controllo dell’Europa che impone le regole e può Commissariare l’Italia per l’incapacità politica di favorire la crescita, siamo già al limite prossimo e l’aumento dell’IVA sarà la destinazione finale di un fallimento annunciato. Un quadro drammatico che fonda le basi sul MES (Meccanismo Europeo di Stabilità) una struttura intergovernativa sul modello del FMI composto da un consiglio di governatori degli stati membri ma amministrato da una struttura di potere occulta che impone tutte le scelte di politica macroeconomica attraverso la gestione di un fondo di circa 700 miliardi di euro. Ogni membro deve rientrare dal debito sovrano in tempi utili e fornire un lauto compenso al fondo, l’Italia dovrà dare 125.395.900.000 di euro. Il Mes nasce dal trattato di Lisbona che assieme ad altri trattati quali quello di Velsen hanno permesso all’Europa di chiudersi dietro una pena di morte annunciata. Il trattato per l’Italia fù firmato da Romano prodi e Massimo D’alema il 13 dicembre del 2007. La nuova carta europea ha abolito la sovranità popolare sia in ambito decisionale ed eliminato le carte costituzionali nazionali. Il governo del sistema è stato dato ai banchieri che sono stati posti nel cardine decisionale dell’Economia e della tesoreria europea (Bilderberg). La struttura politica degli stati membri secondo la ratifica di Lisbona avrà solo il dovere di seguire le direttive europee, i partiti dovranno uniformarsi ad una valenza europea. Un sistema certamente di potere universale che stà provocando una vera guerra bianca senza bombe o morti con un solo obbiettivo quello di creare sempre più poveri tra le popolazioni degli stati membri. L’Italia è sotto il mirino di questa destinazione finale perché la nostra politica oggi gioca con i bisogni della popolazione creando solo povertà in molte fasce sociali. 

                                                                                            Di Maurizio Cirignotta

"Empowering people. Award", il concorso organizzato da Fondazione Siemens arriva alla fase finale

"empowering people. Award", il concorso organizzato da Fondazione Siemens arriva alla fase finale

Le migliori soluzioni tecnologiche per lo sviluppo della cooperazione premiate a Nairobi il 30 ottobre: selezionati i 23 finalisti

Fondazione Siemens ha organizzato un concorso internazionale per trovare soluzioni tecnologiche semplici ma intelligenti che aiutino a migliorare la vita delle persone nei Paesi in via di sviluppo
Una giuria internazionale, che ha valutato 800 candidature provenienti da 90 Paesi, proclamerà i tre vincitori nel corso di una cerimonia a Nairobi il 30 ottobre, in cui sarà assegnato un premio del valore totale di 100.000 Euro
I criteri di selezione dei 23 progetti selezionati hanno riguardato non solo la qualità tecnica e gli aspetti ambientali, ma anche il potenziale economico e sociale. 
Fino al 21 ottobre, chiunque può prendere parte alla votazione online indicando il proprio favorito per il premio speciale della community. Una piattaforma online consentirà inoltre di mettere in contatto i potenziali investitori con tutti i partecipanti e gli utenti delle soluzioni tecnologiche. 

"Le proposte in concorso illustrano in maniera impressionante come semplici soluzioni tecnologiche possano migliorare nettamente le condizioni di vita. Permettono, infatti, di avere l'accesso all'acqua, all'energia, alla salute, all'educazione e alla comunicazione in modo semplice ed economicamente efficiente. Danno inoltre la possibilità di creare piccole imprese, nuovi modi di generare reddito e di migliorare la vita quotidiana", spiega Rolf Huber, Managing Director di Fondazione Siemens. "Supporteremo lo sviluppo delle soluzioni vincitrici e speriamo che partner di tutto il mondo si uniscano a noi in questa iniziativa".

Fondazione Siemens allestirà inoltre una banca dati che raccoglierà tutte le soluzioni tecnologiche selezionate dagli esperti. In questo modo gli interessati, così come i potenziali investitori, potranno ricevere ulteriori informazioni sulle applicazioni.
Continua Rolf Huber: "Siamo convinti che la trasparenza, la collaborazione tra i partner e il trasferimento delle conoscenze siano i requisiti fondamentali per un efficace miglioramento delle condizioni di vita. Con il lancio di questo premio, abbiamo potuto realizzare una rete, che collega le persone interessate di tutto il mondo agli attori della cooperazione, allo scopo di formare una comunità attiva". 

I primi tre vincitori riceveranno durante la cerimonia di Nairobi rispettivamente 50.000, 30.000 e 20.000 Euro. Gli altri 20 finalisti invece riceveranno 5.000 euro ciascuno. 

Nell'ambito della cerimonia di premiazione si svolgerà un workshop a cura di Social Impact Development Group, un'iniziativa di Fondazione Siemens e Ashoka. Sarà l'occasione per i partecipanti di discutere le loro invenzioni con imprenditori sociali, arricchendo così il proprio approccio di business e metodo di lavoro. 

Infine, per partecipare al premio della community è possibile votare seguendo il link: www.empowering-people-award.siemens-stiftung.org. Il vincitore del contest online riceverà attrezzature tecniche a scelta del valore di 3.000 euro utili per il suo progetto. 

Ed ecco l'elenco dei 23 progetti finalisti:

BioGas Backpack
Contenitore di biogas portatile. Lo zaino è particolarmente adatto per il trasporto di biogas, per esempio, dall'impianto di produzione direttamente alle famiglie che ne necessitano o per scopi commerciali. Lo zaino è costituito da un palloncino con strati interni di materiale a tenuta di gas e si riempie mediante una semplice equalizzazione della pressione. Lo zaino attualmente costa 12,25 Euro.

ElectroChemical Arsenic Remediation (ECAR) 
Depurazione delle acque. Un processo di elettrolisi permette di estrarre arsenico tossico dall'acqua potabile. Questo processo converte l'arsenico in ioni di arsenico che possono essere filtrati dall'acqua. Il fabbisogno energetico è di circa 0,05 kWh per metro cubo di acqua. 

Eliodomestico 
Distillazione dell'acqua con energia solare. Sviluppato per il fabbisogno idrico delle famiglie, il distillatore dell'acqua permette di purificare l'acqua salmastra e salata. Tutte le parti del distillatore possono essere prodotte a mano con argilla e metallo; non sono necessari filtri. Il costo del prototipo è di circa 75 Dollari.

Fish Farm
Coltura di pesci micro - intensiva per la sicurezza alimentare. Un sistema lungo 12 metri, che contiene serbatoi, filtri e pompe necessarie all'allevamento dei pesci, può produrre fino a quattro tonnellate di pesce all'anno. Sistema economico, mobile e poco ingombrante.
 
Jompy Water Boiler
Tutto in un unico sistema: efficienza energetica durante la cottura e disinfezione dell'acqua. Il depuratore dell'acqua permette di riscaldare l'acqua durante la cottura. La temperatura raggiunta distrugge il 98% dei germi nocivi. Il costo del prodotto, 30 Dollari, permette di risparmiare in gas.

Leveraged freedom chair 
La carrozzina fuoristrada. Composta da pezzi di biciclette, con una sedia a rotelle azionata da leve. L'utente può raggiunge un rapporto di trasmissione di 3:01 muovendo semplicemente le leve.

MakaPads - assorbenti
Gli assorbenti sanitari che aiutano le donne e creano posti di lavoro. Prodotti con fibre di papiro, carta e acqua, non hanno quasi bisogno di energia elettrica. Il calore del sole, infatti, permette di essiccare, levigare e comprimere meccanicamente. Gli assorbenti costano il 75% in meno rispetto ai normali assorbenti igienici e biodegradabili al 100%.

Mapeo de Napas con Georadar - Soil Research
Georadar che identifica una falda acquifera. Il terreno (l'acqua, il sale, la pietra, ecc.) viene esaminato tramite onde elettromagnetiche e attraverso un dispositivo di registrazione digitale ad una profondità di 4-10 metri. Il sistema aiuta a salvaguardare i raccolti tramite la diretta consultazione delle acque sotterranee.


Mobile Solar Cellphone Charger
Stazione di ricarica del cellulare. Moduli solari pieghevoli (da 20 watt) costruiti con una batteria al litio e una unità di ricarica. Possono essere utilizzati dagli utenti di telefonia mobile che non hanno accesso all'elettricità. E' possibile crearne un franchising.

OneDollarGlasses
Occhiali a meno di un dollaro, accessibili anche alle persone povere e con disabilità visive.  Costituiti da un filo di acciaio dalla molla leggera ma estremamente robusta, e da due lenti in plastica infrangibili. I telai sono fabbricati con un dispositivo di piegatura appositamente progettato a questo scopo.

OpenIR – Democratizing Infrared Satellite Data 
Applicazione web per i dati satellitari a infrarossi. I geo-dati vengono preparati e resi disponibili sotto forma di mappe in modo tale che risultino uguali per tutti. In questo modo si può stabilire, per esempio, quali siano le aree a rischio di alluvione o creare dei piani di utilizzo del territorio.

Pee Poo – toilet monouso
Sacchetti igienici monouso. Il sacchetto contiene urea per rendere innocui gli agenti patogeni. E' facile da usare, fornisce un contributo all'igiene e aiuta a mantenere pulito. Ogni sacchetto, biodegradabile, costa circa 0,04 Euro. 

Permafunnel
Una piccola ma utile invenzione per pompe a mano. Costituito da plastica per alimenti, l'imbuto può essere installato durante la produzione di pompe o retrofit. Impedisce lo spreco di acqua potabile, spesso fino al 30%, e la contaminazione dovuta ad imbuti esterni antigienici. Il costo è di circa 10 Dollari.

ReMotion Knee
Policentrica protesi del ginocchio su base polimerica. Progettato per i paesi in via di sviluppo, la protesi rende possibile il lavoro nei campi nelle tradizionali posizioni: inginocchiati o accovacciati. È adatto per la produzione di massa e il suo prezzo è di 80 Dollari, il 10% di quello di una normale protesi.

River Ice - Sistema di raffreddamento
Sistema di raffreddamento con acqua corrente. Una turbina nel fiume è collegata direttamente ad un refrigeratore all'aperto il quale raffredda sacchi di polietilene. I sacchi vengono riempiti con acqua filtrata che si congela per poi essere utilizzato per conservare pesce o farmaci. I costi si riducono di circa il 33% rispetto ai metodi convenzionali.

ROTOR - Swimming Power Plant
Swimming Power Plant. L'energia cinetica dell'acqua corrente alimenta un convertitore di energia elettromeccanica che produce energia elettrica, rendendola sempre disponibile, anche senza necessità di stoccaggio. Il design è semplice e si avvale di materiali universalmente disponibili, il tutto per mantenere bassi i costi.

Score- Stove ™ 2
Produzione di energia durante la cottura. La stufa viene alimentata con legno e biomassa e il flusso d'aria calda viene convertito in vibrazioni acustiche utilizzando tubi termoacustici. Un generatore lineare converte queste vibrazioni in energia elettrica. Non vengono infine generati fumi tossici durante la cottura.

SimGas Gesi-Shamba rural biogas digester 
Sistema per la produzione di biogas pronto all'uso. Fatto di polietilene (HDPE), il sistema è economico, mobile e di dimensioni variabili. Adatto per famiglie residenti in regioni remote ha lo scopo di convertire i rifiuti organici in biogas, che poi può essere utilizzato per la cottura.

SMSGYAN - Information & Communication
Informazioni basate su Internet e inviate tramite SMS. I possessori di telefoni cellulari che non hanno accesso a Internet inviano le proprie richieste di informazioni via SMS ad un numero centrale. Il sistema verifica la disponibilità dell'informazione richiesta sulla rete Web e ne restituisce i risultati via SMS. Ciascuna richiesta costa 1 centesimo di Euro; la tariffa mensile è di 0,30 euro.

Riflettori solari (Scheffler)
Cucinare con l'energia solare. Uno specchio parabolico ruota, tramite un motore controllato da sensori, attorno ad un asse che è parallelo all'asse terrestre, in sincronia quindi con il sole. La luce prodotta raggiunge temperature fino a 1000°C e può essere utilizzata per alimentare stufe e forni di panetterie o piccoli ristoranti.

Solarkiosk
Energia elettrica per le regioni periferiche. Il sistema "chiosco" configurabile singolarmente e modulare è facilmente trasportabile perché in alluminio leggero e costituito da un pannello solare (1 kWp). I "chioschi" vengono eretti nelle località in cui è necessaria l'energia elettrica per caricare batterie o per ascoltare radio e TV. Possono essere creati ulteriori "chioschi" per parrucchieri, banche o negozi di telecomunicazioni.

Sun Saluter - Solar Tracking e Water Filtration
Inseguire il sole tramite piccoli pannelli. La rotazione è ottenuta modificando i pesi sui lati del pannello; e questo è ottenuto con il sistema della goccia d'acqua. L'acqua viene inoltre purificata attraverso un filtro a sabbia. In questo modo si ottiene fino al 40% in più di energia rispetto ai pannelli statici.

Thermpod Infant Warmer
Incubatrice alternativa. Per impedire che bambini prematuri rischino la morte per ipotermia qualora un incubatore non sia disponibile, è stato progettato una sorta di "sacco a pelo". Grazie ai pad termici, che possono essere riutilizzati fino a 50 volte, la temperatura richiesta si mantiene per circa sei ore.


Il fallimento del “superbollo” auto: persi dal fisco in un anno 140 milioni di €

"Abolire la dannosa e controproducente sovrattassa sul bollo auto, nata nel 2011 per portare nelle casse dello Stato 168 milioni di euro, che ha prodotto una serie di effetti perversi che stanno penalizzando l'Erario, il mercato dell'auto e il suo indotto".


E' questa la richiesta espressa al Ministero dell'Economia e delle Finanze in una lettera congiunta firmata dalle principali associazioni della filiera automotive: ANFIA (produttori italiani), ANIASA (autonoleggio), Assilea (leasing), Federauto (concessionari), UNASCA (agenzie), UNRAE (costruttori esteri).

 

Le Associazioni evidenziano che nelle intenzioni dell'Esecutivo la misura avrebbe dovuto portare alle casse dello Stato168 milioni di €, ma non è andata così. Nel solo 2012, invece, si è determinata una perdita complessiva, tra minori entrate fiscali e mancato introito, di circa 140 milioni di €, così suddivisa: per lo Stato 93 Mio € di gettito IVA e 13 Mio € di superbollo; per le Regioni 19,8 Mio € di mancato pagamento del bollo; per le Province 5,2 Mio € di mancata IPT e circa 9 Mio € di addizionale su RCA.

 


Presentato il Centro d'Iniziativa su Motori, Veicoli e relative tecnologie (MOVET)

 

Si è costituito il "Centro d'Iniziativa su Motori, Veicoli e relative tecnologie" (MOVET)

Lunedì 30 settembre si è tenuta a Pontedera, nella sede del CERFITT, la prima Assemblea del "Centro d'Iniziativa su Motori, Veicoli e relative tecnologie" (MOVET) per la nomina del Consiglio Direttivo.

 

Il MOVET, che raggruppa Grandi Imprese e PMI, Dipartimenti Universitari e Centri Servizi, ha come fine quello di promuovere la valorizzazione delle competenze scientifiche, tecniche, organizzative e manageriali presenti in Toscana e impegnate o impegnabili ai fini dell'avanzamento, dell'innovazione e della competitività dell'industria dei veicoli e delle motorizzazioni e nelle tecnologie correlate.

Il settore automotive nelle sue varie articolazioni si presenta come uno dei pilastri che sostengono l'economia toscana e una sua adeguata valorizzazione può contribuire al rafforzamento della nostra regione e del suo sviluppo, oltre che concorrere alla valorizzazione del sistema produttivo italiano in questa fase particolarmente difficile.

 

Il Centro è una Associazione senza fini di lucro; ha sede presso il CERFITT (Centro Ricerca e Formazione sull'Innovazione e il Trasferimento delle Tecnologie) di Pontedera e svolgerà la sua attività in stretto raccordo con il Polo di Innovazione Meccanica – Mezzi di trasporto della Regione Toscana ("Polo 12").

 

Verso la conferenza mondiale SETC: il MOVET e le sue origini

 

Alla fine del 2011 un Comitato Promotore sostenuto dalla Regione tramite Toscana Promozione e composto dalle principali Aziende del settore presenti in Toscana, dall'Università di Firenze e da quella di Pisa, dall'Università G. Marconi e da Pont-Tech, e poi ampliatosi ad altri soggetti, ha lanciato la candidatura della Toscana come sede della Conferenza "Small Engine Technologies (SETC)" organizzata dalla Society of Automotive Engineering.

 

Questa Conferenza è il principale evento tecnico del settore (motori per moto, per nautica, per usi agricoli, per usi domestici, per generazione elettrica) e si svolge annualmente a rotazione tra USA, Asia ed Europa. L'ultima edizione italiana si è tenuta nel 2001 e in seguito tutte le edizioni europee si sono tenute in Austria. Riportarla in Italia, e in Toscana in particolare, costituiva quindi una sfida importante che i promotori hanno affrontato con entusiasmo e competenza.

 

La candidatura ha avuto successo: l'edizione 2014 è stata assegnata alla Toscana e si svolgerà a Pisa nel novembre del prossimo anno.

 

Allo scopo di dare seguito e continuità alle iniziative svolte con successo per sostenere la candidatura della Toscana, i membri del Comitato Promotore hanno deciso di strutturarsi in forma permanente trasformando il Comitato stesso in una vera e propria struttura organizzativa non lucrativa dotata di personalità giuridica che svolga attività in modo continuativo.

 

Il 30 luglio scorso è stato così costituito il "Centro d'Iniziativa su Motori, Veicoli e relative tecnologie" (MOVET), mentre il 30 settembre si è tenuta al CERFITT di Pontedera (Viale Rinaldo Piaggio 32) la prima Assemblea ordinaria dei Soci che ha avuto all'ordine del giorno:

1 - Informazione sull'andamento delle adesioni – approvazione Elenco Soci Fondatori.

2 - Adempimenti statutari. Nomina del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Revisori dei Conti.

 

Attualmente hanno aderito a MOVET (oltre a singole persone fisiche) i seguenti Enti o Aziende:

 

AZIENDE

                   Continental Automotive Italy spa

                   EDI Progetti e Sviluppo

                   Magna Closures

                   Pierburg Pump Technology Italia spa

                   Pure Power Control

·                   Schaeffler Italia srl

·                   Tecnalia Italy srl

                   Yanmar

 

UNIVERSITA'

                   Dipartimento di Economia e Management dell'Università di Pisa

                   Dipartimento di Ingegneria civile e industriale dell'Università di Pisa

                   Dipartimento di Ingegneria dell'energia, dei sistemi, del territorio e delle costruzioni dell'Università di Pisa

                   Dipartimento di Ingegneria industriale dell'Università di Firenze

                   Dipartimento tecnologie e processi dell'Università Guglielmo Marconi

 

CENTRI SERVIZI

  Compolab

  PontLab

  Pont-Tech

  Promo Design

 

 

IL CONSIGLIO DIRETTIVO DI MOVET:

 

PRESIDENTE

Giuseppe

Pozzana

PONT-TECH

VICEPRESIDENTE

Enrico

Rebaudo

CONTINENTAL


Gabriele

Arcidiacono

Università Guglielmo Marconi


Alessandro

Bellissima

YANMAR


Maurizio

Buratti

COMPOLAB


Renzo

Capitani

UNIVERSITA' DI FIRENZE


Mario

Cappelli

MAGNA CLOSURES


Paolo

Citti

Università Guglielmo Marconi


Marco

Doveri

EDI PROGETTI


Giovanni

Ferrara

UNIVERSITA' DI FIRENZE


Francesco

Frendo

UNIVERSITA' DI PISA


Roberto

Gentili

UNIVERSITA' DI PISA


Riccardo

Lanzara

UNIVERSITA' DI PISA / PONT-TECH


Lucio

Masut

PONTLAB

SEGRETARIO-TESORIERE

Daniele

Montani

PROMODESIGN


Luca

Odetti

TECNALIA


Raffaele

Squarcini

PIERBURG


Valentina

Temporelli

SCHAEFFLER

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI