Cerca nel blog

venerdì 31 ottobre 2008

Congo: ITALIA AIUTA e' presente

CONGO: ITALIA AIUTA E' PRESENTE

Le ONG di ITALIA AIUTA sono attive con propri operatori in diverse zone del Paese

Nella provincia del Nord Kivu è ripresa la guerra che conta già migliaia di morti.

I combattimenti continuano senza sosta: i ribelli della CNDP (Congresso Nazionale per la Difesa del Popolo, gruppo capeggiato dal generale Nkunda) sono giunti alle porte di Goma, capoluogo della regione, e migliaia di persone sono in fuga dalla città dove la situazione rischia di acuirsi, espandendosi nel resto del Paese.

ITALIA AIUTA è presente in Repubblica Democratica del Congo tramite tre delle organizzazioni non governative che fanno parte del network: Cesvi, Cisp e COOPI.

In questi giorni sta tenendo monitorata la situazione, con preoccupazione crescente, pronta a lanciare un appello congiunto qualora la crisi umanitaria dovesse precipitare.

Cesvi è operativo con 8 espatriati: a Kinshasa ha in corso un progetto di lotta all'AIDS, tubercolosi e malaria, a Bunia nell'est del Congo un intervento sanitario, di ricostruzione di scuole e formazione di insegnanti, nelle vicinanze di Mambasa un programma a favore dei Pigmei.

Cisp porta avanti progetti di lotta alla povertà e di approvvigionamento idrico in Bas Congo e nel Kasay Occidentale, tramite 2 operatori europei e diversi operatori locali.

Coopi e attiva con più di 40 operatori internazionali e centinaia di operatori locali in 8 diverse regioni del Congo: Kinshasa, Equatore, Maniema, Ituri, Kasai Orientale, Nord Kivu, Sud Kivu e Katanga. I principali settori di intervento sono la nutrizione, la sanita, l'infanzia e la sicurezza alimentare. In particolare, nel Nord Kivu COOPI ha in corso progetti di nutrizione a favore delle popolazioni sfollate nei campi a nord di Goma.

----------------------------------------------------------------------------------------------------

ITALIA AIUTA – Comitato Emergenze ONLUS è un coordinamento formato dalle organizzazioni non governative Cesvi, Cisp, Coopi, Cosv, Intersos e Movimondo, e dal settimanale VITA.

Per informazioni: Lisa Ghezzi, tel. 02.552298378, e-mail info@italiaiuta.org

Assolterm al Key Energy di Rimini

Assolterm al Key Energy di Rimini

Assolterm sarà presente al Key Energy che si svolgerà a Rimini il 5 – 8 novembre. L'associazione terrà un proprio convegno il 6 novembre: "Solare Termico: Quale futuro dopo il primo milione di metri quadrati?"

Key Energy affronta per il secondo anno i temi più caldi di uno scenario energetico in rapida evoluzione. Fulcro dell'evento è il tema della sostenibilità energetica da porre al centro del dibattito sullo sviluppo industriale del nostro sistema economico e sociale, in linea con il Protocollo di Kyoto e con gli impegni al 2020.

logoupsx.jpgLa politica energetica deve oggi garantire la sicurezza degli approvvigionamenti e puntare sulla diversificazione delle fonti e sull'efficienza energetica. In particolare occorrerà potenziare il ruolo delle energie rinnovabili che, secondo la proposta della Commissione Europea, dovranno triplicare il loro contributo nei prossimi 13 anni.

Il solare termico, in questo scenario, sta attraversando un periodo di forte crescita. Nel 2007 l'incremento delle vendite è stato di oltre il 70% portando il mercato annuale a 330.000 metri quadrati di collettori solari termici installati e a un parco funzionante nel nostro Paese che supera il milione di metri quadrati.

Il convegno organizzato da Assolterm, vuole essere l'occasione per fare il punto della situazione e per mettere a fuoco i possibili sviluppi del settore anche alla luce degli obiettivi al 2020 posti dalla Direttiva sulle rinnovabili.

Verrà discusso il ruolo cruciale di regioni ed enti locali nello sviluppo delle politiche sulle rinnovabili in generale e del solare termico in particolare.



--
Postato da Comunicazione ASSOLTERM su Nuovo CorrieredelWeb

SICILIA, CACCIA NEI PARCHI: BOCCIATE LE NORME ''SPARATUTTO''. ESULTA LA LAV

COMUNICATO STAMPA
LAV - Coordinamento Regionale Siciliano
www.lavsicilia.it - email: ufficiostampa@lavsicilia.it - Tel. Uff. Stampa nazionale: 06.4461325

CACCIA NEI PARCHI, IL COMMISSARIO DELLO STATO

ACCOGLIE IL RICORSO DELLA LAV

BOCCIATE LE NORME "SPARATUTTO"

Dichiarazione di Ennio Bonfanti, resp. "fauna" della LAV Sicilia

"Vittoria! Gli animali selvatici e i parchi siciliani sono salvi: il Commissario dello Stato ha accolto il ricorso della LAV ed ha impugnato ben 3 dei 4 articoli della legge-sparatutto che prevedeva una vergognosa deregulation della caccia. Le norme denunciate dalla LAV ed oggi impugnate dal Commissario:

- no all'abbattimento di "animali domestici inselvatichiti": salvi anche cani e gatti randagi che, con questa invenzione terminologica, sarebbero potuti finire sotto i colpi delle doppiette in parchi e riserve;

- no agli abbattimenti nei Parchi in casi di danni all'agricoltura: nelle aree protette la fauna è protetta, se vi sono danni i Parchi devono indennizzare gli agricoltori e non usare i fucili;

- no all'abbattimento di fauna in aumento: salvi i conigli del Parco dell'Etna e di molte riserve che, grazia al divieto di caccia, si erano riprodotti e perciò facevano gola a molte doppiette;

- no alla vendita delle carni degli animali abbattuti nei parchi: era il vero scopo della leggina, ossia dare il via libera al business di salsicce di cinghiale".

"Sconfitto quel malcostume istituzionale che all'Assemblea regionale siciliana fa più danni delle doppiette, perché condotto da uomini pubblici che violano con arroganza la legge; bocciato l'abuso dei poteri legislativi dell'Ars usati per regalare a cacciatori e bracconieri nuove norme che rendono più facile il saccheggio della fauna. Come avevamo denunciato, quelle norme 'sparatutto' – che l'ineffabile Assessore all'agricoltura on. La Via aveva salutato con favore, come al solito, perché andavano in direzione delle esigenze della lobby armieristico-venatoria – erano frutto di un grossolano analfabetismo giuridico: norme totalmente incostituzionali che all'unanimità (nessun deputato all'Ars ha preso le difese degli animali selvatici!) hanno proposto e votato in spregio allo Statuto Speciale, usato come grimaldello per demolire le norme statali a tutela della fauna, ed alla Legge nazionale sulla caccia n.157 del 1992, vincolante anche per le regioni a speciale autonomia".

"Con l'impugnativa commissariale non solo si assicura il rispetto della legalità ma viene rispettato il sentimento protezionista ed animalista della maggioranza dell'opinione pubblica siciliana, ormai non più disposta a tollerare un massacro di animali selvatici - patrimonio della collettività - compiuto annualmente per il sadico divertimento di pochi. E' sconcertante il fatto che armieri e cacciatori siano le uniche e vere "specie protette" per la Regione, che antepone gli interessi della lobby venatoria a quelli generali della collettività: pur di accaparrarsi i voti delle doppiette, il Governo regionale e la maggioranza di Sala d'Ercole – con un'inesistente opposizione a queste norme scandalose – sono stati in grado di dire 'si' alla mattanza di decine di migliaia di animali in più che le nuove norme rischiavano di produrre. Un massacro infame scongiurato dall'intervento autorevole del Commissario".

31.10.2008


Ufficio Stampa LAV Sicilia

www.lavsicilia.it


La LAV Lega Anti Vivisezione e' la principale associazione animalista in Italia, riconosciuta Ente Morale ed Onlus. Ci battiamo contro ogni forma di sfruttamento degli animali, con un grande obiettivo di liberta': i diritti degli animali. Conduciamo campagne di sensibilizzazione con la forza di 85 sedi locali, l'impegno di centinaia di volontari ed il sostegno di migliaia di soci; interveniamo direttamente per la tutela degli animali e promuoviamo azioni legali in casi di maltrattamento. La LAV e' membro della Coalizione Europea contro la Vivisezione (ECEAE) e della Coalizione Europea per gli animali dall'allevamento (ECFA). Da più di 20 anni assolviamo un'importante missione: dare risposte alle domande di liberta' per tutti gli esseri viventi. * * * * LAV tel. 064461325 - info@lav.it

"Dna, Innocenza Perduta club tour" : 6/11 La Rocca Arona, 12/11 Dadaumpa Parma, 20/11 Kuku Lucca, 29/11 Segreta Pavia


"Dna, Innocenza Perduta club tour" : 6/11 La Rocca Arona, 12/11 Dadaumpa Parma, 20/11 Kuku Lucca, 29/11 Segreta Pavia

Un tour artistico di livello assoluto che nasce per raccontare in forma di ballo e performance spettacolari il tema dell'innocenza perduta. Ecco lo spettacolo legato al nuovo aqua pop Dna, uno show artistico creato dall'agenzia Nu' Art che per una volta prende vita in discoteca. Al mixer c'è poi un professionista della house come Frankie P, mentre i vocalist sono Rosy P e Nico Mammato.

Ecco le prossime date del tour

6 novembre La Rocca Arona www.discotecalarocca.com
12 novembre Dadaumpa Parma www.dadaumpa.com
20 novembre Kuku Lucca www.kukudisco.it
29 novembre Segreta Pavia, Via San Contardo, 15 - Campospinoso (Pv) 3480407434

Bianco assoluto per l'inizio dello show, dedicato all'innocenza, poi nero e colori fosforescenti per il momento in cui i ballerini di Nu'Art, senz'altro l'agenzia creativa più affermata nel fornire veri professionisti ai top club italiani (www.nuart.it), si dissetano bevendo DNA Alcoholic Water (www.drinkdna.ch), un drink a leggera gradazione alcolica (5%) già molto affermato in Australia e in alcuni paesi europei. Al posto di un teatro o di un evento, i ballerini prendono possesso di un club e con i loro movimenti raccontano una storia che anche momenti di poesia, e poi accompagnano la classica 'serata in discoteca' con i loro balli acrobatici. I ballerini di Nu'Art, infatti, oltre ad avere una formazione classica e moderna spesso lavorano con i professionisti del circo Orfei per perfezionare e rendere ancora più spettacolari le loro esibizioni.

Rittal promuove una serie di eventi rivolti ai clienti in collaborazione con due distributori partner: si parte con Rimep e Ceit!

Rittal promuove una serie di eventi rivolti ai clienti

in collaborazione con due distributori partner:

si parte con Rimep e Ceit!

Il primo evento in collaborazione con Rimep si terrà il 5 novembre a Ponte S. Giovanni (PG) e il secondo il 6 novembre a Sambuceto (CH), grazie alla collaborazione di Ceit

Milano, 31 ottobre 2008 – Rittal, leader mondiale nel settore dell’Automazione Industriale e dell’Information Technology, propone due momenti di incontro e aggiornamento, organizzati in collaborazione con i distributori partner – Rimep e Ceit - rivolti ai propri clienti.

L’evento del 5 novembre è organizzato con il distributore Rimep, azienda che dal 1983 opera nel settore dei trasformatori e dell’elettronica industriale; il 6 novembre si svolgerà invece l’incontro proposto con Ceit, azienda focalizzata nel settore della commercializzazione di prodotti per l’automazione industriale.

Durante i due incontri interverrà Edgardo Porta, direttore marketing Rittal, per presentare il Gruppo Friedhelm Loh e le strategie di Rittal Italia, gli aggiornamenti contenuti nel nuovo Catalogo 32, che comprende soluzioni per l’IT e di climatizzazione, armadi per quadri di comando e contenitori per l’elettronica e distribuzione di corrente. Sarà poi previsto un momento per le domande e il dibattito.

La partecipazione è su invito, per maggiori informazioni contattare mkg@rittal.it

*****

Rittal S.p.A. è la filiale italiana del Gruppo Internazionale tedesco Rittal, la più grande società del Friedhelm Loh Group, gruppo multinazionale formato da 16 aziende sinergiche e 60 consociate. Rittal, fondata nel 1961 a Rittershausen (Germania) con l'obiettivo di produrre armadi per l'elettronica, è oggi leader a livello mondiale nel settore degli armadi per quadri di comando e in quello dei componenti per l'automazione industriale, per l'elettronica e per le telecomunicazioni. Presente nel mondo con 19 impianti produttivi collocati in Germania, Gran Bretagna, Stati Uniti, India, Cina, Canada e Francia, Rittal può contare su circa 11.600 collaboratori collocati in tutto il mondo, 60 filiali, 70 divisioni internazionali, 150 centri logistici e di distribuzione. In Italia Rittal è presente con la sede principale a Vignate (Milano), con filiali a Bologna, Padova e Roma e impiega circa 100 collaboratori.

Per informazioni:

Comunica con Simonetta

Simonetta Palmieri/Francesca Terzi

tel. 02 36515574

mail: palmieri@comunicaconsimonetta.it

francesca@comunicaconsimonetta.it

Rittal S.p.A.

Paola Morganti

Coordinamento Marketing

tel. 02 95930.1

mail: mkg@rittal.it

www.rittal.it


Festival I Grandi Appuntamenti della Musica


"Out of the sixties" di Dennis Hopper

inaugura l'edizione 2008 del

Festival Internazionale I Grandi Appuntamenti della Musica

sabato 1 novembre, ore 18.00–Palazzo Chianini Vincenzi (Arezzo)

 

Allestita a  New York nel gennaio del 1987, arriva ad Arezzo, per la prima volta in Toscana, la mostra "Out of the sixties" di Dennis Hopper. Palazzo Chianini Vincenzi ospiterà dal 1° Novembre al 19 dicembre (ingresso gratuito), la ricca produzione fotografica del regista e attore americano. Fotografie scattate tra la fine degli anni '50 fino al 1967 anno in cui Hopper lascia la macchina fotografica per quella da presa.  Ma prima di firmare uno dei film più importanti della storia del cinema "Easy rider", Dennis Hopper ha espresso il suo personale contributo all'arte visiva contemporanea attraverso la fotografia. Con le sue immagini ha immortalato l'America, le sue contraddizioni, i suoi miti. Ha rivelato, attraverso uno sguardo sincero e trasparente, l'anima spesso impenetrabile di personaggi famosi e importanti del mondo della politica, dell'arte e della storia. Straordinarie ed eterogenee tra loro, a dispetto o, forse, proprio in virtù del carattere di unicità di ogni fotografia, l'insieme di esse tende a restituirci con un'intensità rara il ritratto forse parziale ma di certo autentico ed emblematico di un'intera generazione, dei suoi sogni, dei suoi ideali. "Colpisce ancora, e in modo molto forte, - afferma Giulia Ambrosio, direttore artistico del Festival - la ricca galleria di straordinari artisti che Hopper conosceva e frequentava". E così i ritratti di John F. Kennedy si alternano a quelli di Andy Warhol, Roy Lichtestein, Martin Luther King... Testimonianze autentiche di una trasformazione, di una rivoluzione culturale di cui, di lì a poco, Dennis Hopper, sarà uno dei più grandi protagonisti e a cui va il merito di aver saputo dare, con le sue pellicole, un po' della sostanza di cui erano fatti quei sogni. La mostra fotografica di Dennis Hopper, che verrà inaugurata alle 18.00 di sabato 1 novembre, farà da sfondo al Festival e al Convegno Internazionale "Lontano, lontano, lontano: il 1968 e la musica" coordinato dal critico musicale Sandro Cappelletto al quale parteciperanno, tra gli altri, Michael Daugherty, Azio Corghi e Silvia Colasanti, Claudio Strinati e Giovanna Marini (30 Novembre). A quegli anni di fermenti ed idee, è dedicata anche una mini rassegna cinematografica composta da cinque film d'autore: Easy Rider di Dennis Hopper, One Plus One-Sympathy for the devil di Jean-Luc Godard, Nostra Signora dei turchi di Carmelo Bene, I pugni in tasca di Marco Bellocchio (alla cui proiezione sarà presente lo stesso regista), Yellow Submarine di George Dunning.

Le produzioni esclusive del festival comprendono I Notturni per i defunti di Porpora, una prima esecuzione in tempi moderni affidata all'ensemble Dolce & Tempesta, il coro La Stagione armonica e le voci di Monica Piccinini e Marina De Liso, diretti da Stefano Demicheli (2 novembre); l' integrale delle opere organistiche di Franz Liszt eseguite da Francesco Finotti (10-14 Novembre); Buenos Aires Madrigal, uno programma di madrigali cinquecenteschi intervallati da tanghi d'autore (22 Novembre) dell'ensemble La Chimera, diretti da Eduardo Egüez e interpretati dal baritono Furio Zanasi e dal mezzosoprano Susanna Moncayo; Sharon Isbin, in un concerto in esclusiva per l'Italia,  proporrà un programma spagnolo-sudamericano nel quale spiccano tre capolavori a lei dedicati: El Decameron Negro di Leo Brouwer, Joan Baez Suite di John Duarte e Seven Desires for Guitar del cinese Tan Dun (27 Novembre); inizia quest'anno l'esecuzione integrale di uno dei pilastri della letteratura classica, i Quartetti per archi di Ludwig van Beethoven, affidati al Quartetto Auryn, qui in residenza. I Quartetti verranno eseguiti in due anni, la prima parte sono i due concerti previsti il 2 e il 5 dicembre; infine, le voci di Patrizia Cigna, Sara Bacchelli, Baltazar Zuniga e Walter Testolin che, con i complessi orchestrali e corali della Scuola di Musica di Fiesole diretti da Umberto Benedetti Michelangeli eseguiranno il Concerto di Natale, coprodotto dall'Ente Filarmonico Italiano con la Scuola di Musica di Fiesole, comprendente la "Dominicus Messe" e le "Litaniae Lauretaneae" di Mozart (19 Dicembre).

 

Il fitto programma di appuntamenti, vede le partecipazioni anche di Piergiorgio Odifreddi e Roberto Cognazzo, Toni Servillo e Antonio Ballista, le presentazioni dei libri di Riccardo Chiaberge, Giuseppe Ayala, Leo Turrini, Maurizio Bettini.

 

 

I Grandi Appuntamenti della Musica è prodotto dall'Ente Filarmonico Italiano con il patrocinio e i contributi del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del supporto di Comune e Provincia di Arezzo, e della Fondazione Monte dei Paschi di Siena


Per maggiori informazioni: www.entefilarmonicoitaliano.it - Tel. 0575 353215 



____________________________
Gloria Peruzzi
ufficio stampa
Tel. +39 349 3588645
duendecomunicazione@gmail.com
gloriaperuzzi@gmail.com
pieviecastelliinmusica@gmail.com

Festa di San Basilio ad Atene

 

La festa di San Basilio è una delle ricorrenze più importanti della religione ortodossa. Nei paesi dove è diffusa questa religione, come la Grecia, il Santo viene festeggiato ogni primo gennaio con delle liturgie, ma anche con feste in famiglia.

San Basilio è un'importante figura religiosa, e le varie manifestazioni riempiono di turisti i b&b economici della città: venerato come santo della Chiesa, in vita è stato anche vescovo, confessore, dottore della Chiesa e teologo. Nato nel 329 a Cesarea, in Cappadocia (l'attuale Turchia), da una famiglia devota (anche la madre, la nonna e alcuni dei suoi fratelli sono stati santificati), Basilio studia a Costantinopoli e, in seguito, ad Atene (ed è qui che probabilmente comincia ad avvicinarsi ai principi cristiani) per fare poi ritorno a Cesarea, intorno al 355, dove per un breve periodo insegna retorica. La sua carriera di insegnante però non dura molto, perché Basilio comincia ben presto ad anelare ad uno stile di vita diverso, ad una vita votata completamente a Dio.

Come in un risveglio da un lungo sonno, Basilio si converte e riceve il sacramento del battesimo, per poi intraprendere un viaggio spirituale in Palestina, Siria e Mesopotamia, dove visita molti anacoreti e dove, anche influenzato dalla sorella, si ritira a vita ascetica. Si reca poi sulle rive del fiume Iris, dove scrive la "Grande Regola" e la "Piccola Regola", considerati i capisaldi della vita monacale. Quando nel 370 viene eletto vescovo di Cesarea, Basilio si trova ad affrontare il pericolo dell'eresia ariana, e dedica quindi la sua vita a difendere la religione ortodossa, abbandonando ogni altro tipo di interesse materiale o mondano: abbandona infatti tutte le sue ricchezze, e comincia a vivere da asceta in povertà. La battaglia morale contro gli ariani e le loro idee eretiche (tra l'altro cercano di negare la natura divina di Cristo) si protrae per un lungo periodo e l'Imperatore ariano Valente cerca in vari modi di costringere Basilio a negare il proprio credo per abbracciare quello ariano, ma Basilio si dimostra fermo nelle sue posizioni e guidato da una profonda fede. Per queste ragioni è considerato una figura fondamentale per religione, in particolare ortodossa, e il primo gennaio, giorno in cui Basilio morì, nel 379, è il giorno in cui si commemorano le sue gesta e la sua grandezza.

La festa di San Basilio è, innanzitutto, una festa religiosa, un giorno in cui i fedeli ed i backpacker di Atene assistono alle celebrazioni liturgiche in suo onore, ma col tempo ha assunto anche i contorni di festa popolare: il Santo, in Grecia, viene in qualche modo identificato con Babbo Natale, e come tale è lui che distribuisce doni ai bambini. Tale tradizione deriva probabilmente dal fatto che in vita San Basilio decise di rinunciare ai suoi averi per donarli ai più poveri e bisognosi, in particolare ai bambini. Durante questa giornata le famiglie greche sono solite mangiare un dolce particolare, il Vassilopita (letteralmente, il dolce di Basilio), nel quale viene nascosta una monetina, che porta fortuna a chi la trova. La credenza che vuole questa giornata legata alla fortuna trova riscontro anche nel fatto che il primo gennaio è il giorno prediletto dai greci per scommettere e per sfidare la sorte.

Atene è una delle città più ricche di storia e cultura del mondo, e la festa di San Basilio è uno degli eventi più importanti della cultura religiosa del posto. Se vuoi sapere qualcosa in più sulla storia del santo, o se vuoi conoscere un Babbo Natale diverso, prenota subito il tuo bed breakfast ad Atene.

Data: 1 Gennaio 2009
Dove: Atene, Grecia

Distribuzione a cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Risolvere lo Stopbadware.org

Migliori funzionalità di progettazione disponibili per Autodesk Inventor 2009

Migliori funzionalità di progettazione disponibili per Autodesk Inventor 2009

Con Subscription Bonus Pack puoi accedere agli ultimi aggiornamenti per Inventor® 2009

 

 

MILANO, 31 ottobre 2008 — Autodesk, Inc. (NASDAQ: ADSK), leader nel settore dei software di progettazione, lancia Subscription Bonus Pack per Inventor® 2009, grazie al quale gli utenti che hanno sottoscritto il contratto Autodesk Subscription per Inventor usufruiscono di un accesso prioritario alle nuove funzionalità del software, strumenti utili in ambiente di disegno, parti e assemblaggio.

Tali innovazioni non sono che il risultato della continua attenzione che Autodesk riserva agli attuali sottoscrittori del contratto di manutenzione Inventor Subscription. I nuovi strumenti potranno essere installati sulla versione corrente di Inventor, previo download di un file dal portale di Autodesk® Subscription.

 

Autodesk Inventor – software chiave per il Digital Prototyping - fornisce una serie ampia ed integrata di strumenti per il disegno meccanico 3D per produrre, conservare e documentare prototipi digitali completi in grado di offrire al mercato prodotti migliori in tempi minori e a costi più contenuti.

Autodesk Subscription rappresenta il modo migliore per ottimizzare l’investimento effettuato nel software Autodesk, in quanto offre molti vantaggi significativi: accesso agli ultimissimi aggiornamenti del software Autodesk, servizio di assistenza online gestito direttamente dai tecnici esperti di Autodesk, training per accrescere le competente degli utenti.

 

Ecco le principali novità del Subscription Bonus Pack per Autodesk Inventor 2009:

 

• Drawing Manager Productivity: con l’aggiunta di strumenti di progettazione come Arrange Dimensions, gli utenti possono ripulire e ridisporre facilmente e rapidamente dimensioni e annotazioni di disegno. Ora gli utenti possono accedere ai disegni complessivi direttamente dalla singola parte o dagli assiemi corrispondenti. Tra le altre migliorie: nuovi strumenti di disegno che consentono di aggiornare le specifiche parametriche, baloon snap e strumenti di allineamento, potenziamenti nella definizione delle geometrie e dei ridimensionamenti in fase di assemblaggio

 

• Part Modeling Productivity: in ambiente di disegno, gli utenti ora possono impostare velocemente i parametri utilizzando la finestra di dialogo Edit Dimension senza dover accedere alla scheda Parametri. Ciò permette agli utenti di apportare rapidamente modifiche al progetto preliminare senza dover abbandonare l’ambiente di schizzo

 

• Assembly Design Productivity: l’editor Distinta dei Materiali (BOM) permette ora un editing equiparato a quello di Microsoft® Excel®, l’uso di scorciatoie come i tasti Shift o Control per selezionare, copia/incolla, maiuscolo, trova e sostituisci, cross highlighting tra BOM editor e modelli di assemblaggio.

 

 

Disponibilità

Il Subscription Bonus Pack per Autodesk Inventor 2009 è disponibile sul portale Autodesk Subscription in lingua inglese per gli utenti residenti in Australia, Canada, Nuova Zelanda e Stati Uniti. Tuttavia, Autodesk è intenzionato ad estendere l’offerta anche ad altri Paesi, incluso il Giappone, la Corea, la Francia, l’Italia e la Germania.

 

Per maggiori informazioni: www.autodesk.it/subscription o contatta il nostro Contact Center: 800 288633.

 

Informazioni su Autodesk

Autodesk Inc. è leader mondiale nella fornitura di 2D e 3D design software per il settori industriale, architettonico ed edilizio, dei mezzi di comunicazione e dello spettacolo. Sin dall’introduzione di AutoCAD nel 1982, Autodesk ha sviluppato la più ampia gamma di soluzioni per la creazione di prototipi digitali all’avanguardia per permettere ai clienti di sperimentare le loro idee prima di metterle in pratica. Le aziende Fortune 1000 si affidano ad Autodesk per gli strumenti di visualizzazione, simulazione e analisi di prestazioni reali nelle prime fasi del processo di progettazione per risparmiare tempo e denaro, migliorare la qualità e favorire le innovazioni.  Per ulteriori informazioni su Autodesk, visitare www.autodesk.it

 

 

Comunica con Simonetta

via Bullona 21

20154 Milano

tel 02 36515574

www.comunicaconsimonetta.it

 

National Instruments presenta il primo controller GPIB-USB-HS per Mac


L'azienda offre inoltre un nuovo controller PCI Express low-profile con dimensioni e consumi ridotti

National Instruments ha reso disponibile il primo controller GPIB-USB-HS compatibile con Mac e un controller GPIBPCI Express low-profile. NI USB-GPIB-HS consente di controllare strumenti stand-alone da computer Mac, grazie alla flessibilità e alle frequenze di trasferimento dell'interfaccia portatile USB-GPIB-HS. Inoltre, il nuovo controller NI PCIe-GPIB/Low-Profile (LP) costituisce uno strumento ad elevate prestazioni, conforme alla direttiva RoHS, con consumi di potenza ridotti del 75 percento e consumi di materiale per i circuiti stampati (PCB) ridotti del 63 percento rispetto ai modelli precedenti.

Lo sviluppo di prodotti GPIB da parte di National Instruments è iniziato nel 1976, per permettere a tecnici e ingegneri di controllare i propri strumenti tramite PC, indipendentemente dal produttore. Attualmente, il protocollo GPIB rimane uno dei bus di controllo più diffusi a livello industriale e, con il rilascio di USB-GPIB-HS, National Instruments è il primo produttore a supportare gli utenti Mac nell'impiego di porte USB per il controllo di migliaia di strumenti GPIB stand-alone. Il controller supporta i computer Mac basati sia su processore PowerPC che Intel ed è compatibile con il sistema operativo Mac OS X.

Per maggiori informazioni sui nuovi controller GPIB, leggi il comunicato stampa.

Informazioni su National Instruments
National Instruments (www.ni.com/it) sta rivoluzionando il modo in cui tecnici ed ingegneri possono progettare, prototipare e distribuire sistemi per la misura, l'automazione e le applicazioni embedded. National Instuments distribuisce software commerciale come l'ambiente di sviluppo grafico NI LabVIEW e hardware modulare a costi ridotti ad oltre 25.000 diverse società in tutto il mondo. Nessuno tra i clienti di National Instruments contribuisce per oltre il 3% e nessun mercato per più del 10% del fatturato complessivo, garantendo all'azienda grande stabilità e consistenza. La sede di NI si trova ad Austin, Texas, e l'azienda ha oltre 4.600 dipendenti e filiali in 40 paesi. Nel corso degli ultimi nove anni, la rivista FORTUNE ha indicato NI come una delle 100 migliori aziende presso cui lavorare negli USA.

Per ulteriori informazioni stampa:

Pietro Guagliardo
Media Coordinator
National Instruments Italy srl
Tel 02-41309275
pietro.guagliardo@ni.com

Ulteriori contatti:

Nadia Albarello
Marketing Communications Manager
National Instruments Italy srl
Tel 02-41309257
nadia.albarello@ni.com

National Instruments Italy S.r.l. Via Anna Kuliscioff, 22 20152 Milano | Tel: 02 413091 | Fax 02-41309215
P.IVA/C.F.: 09777310153 | CCIAA Milano 1317488 | Iscr. Trib. Milano 296073/7502/23

Ecomondo in citta': arte e cultura per la sostenibilità in centro a Rimini

'Ecomondo in città: l'arte e la cultura per la sostenibilità in centro a Rimini'

Inaugurazione venerdì 31 ottobre ore 22.00 con un piccolo rinfresco– Palazzo del Podestà, Piazza Cavour Rimini

L'Assessorato alle Politiche Ambientali ed Energetiche del Comune di Rimini insieme a RiminiFiera organizza "Ecomondo in Città", un evento culturale ed artistico, collaterale e contemporaneo a Ecomondo, la fiera più importante a livello internazionale per gli operatori ed esperti del settore ambiente. "Ecomondo in Città" vuole estendere a tutti i cittadini riminesi il dibattito e la cultura della sostenibilità che si sviluppano all'interno di Ecomondo. Per la prima volta infatti, con la collaborazione dell'amministrazione comunale, il tradizionale evento fieristico trabocca dal suo contesto per offrire una serie di iniziative nel centro storico riminese che sappiano toccare la sensibilità della comunità locale. Questo è stato possibile grazie all'impegno libero e spontaneo di un gruppo di 15 artisti riminesi, al contributo dei soci dell'Associazione Pedalando e Camminando, delle Guide dell'Appennino Romagnolo di Rimini e tutti coloro che si sono sentiti coinvolti rendendosi disponibili a partecipazioni di vario genere. "Ecomondo in Città" si svilupperà su tre iniziative che percorrono i canali comunicativi dell'arte, della cultura e dell'esperienza:

DINAMO: 15 interpretazioni artistiche, un unico soggetto: la bicicletta.

Tanto Ecomondo quanto Dinamo riflettono sulle tematiche dello sviluppo ecosostenibile. Ma laddove Ecomondo dà soprattutto risalto alle attuali potenzialità tecniche, funzionali, imprenditoriali del recupero e del riciclo, Dinamo vuole svilupparne gli aspetti artistici e creativi, approfondendo le potenzialità espressive e comunicative degli oggetti «di scarto» e delle buone pratiche di mobilità sostenibile. DINAMO è perciò un percorso artistico in cui, anche in questo caso per la prima volta, una cordata spontanea di artisti interroga la comunità realizzando una rete di installazioni collocate in alcuni spazi urbani (Piazza Cavour, Palazzo del Podestà) strategici di Rimini centro. Una collettiva, una proposta culturale inedita e sperimentale fatta di opere concepite e realizzate per l'occasione sul tema della bicicletta, un tema caro all'Assessorato all'Ambiente anche dopo il successo dell'avvio del progetto bike-sharing nella nostra città. Infatti riutilizzando vecchie biciclette (fornite dai soci dell'Associazione Pedalando e Camminando), ogni artista dal proprio punto di vista proporrà il più semplice ed ecologico dei mezzi di locomozione come comoda alternativa ai mezzi di trasporto che congestionano il traffico urbano. Saranno creazioni bizzarre, macchine ibride e sbalorditive, giochi inediti dove meccanica, elettrotecnica ed elettronica si fonderanno alle tradizionali arti figurative e con le quali il pubblico potrà addirittura interagire. Il progetto Dinamo è un'iniziativa inscindibilmente legata al fondamento etico del riutilizzo dei materiali di scarto, e alla necessità di un maggior impegno individuale nella cura dell'ambiente urbano: ma con uno scatto fantastico, una rielaborazione creativa che investe la città e la coinvolge secondo i suoi ritmi, la sua voglia di svago, la sua instancabile curiosità. Perché l'oggetto bicicletta. Gli artisti si misureranno con un tema, scelte linguistiche e soluzioni tecniche mai affrontati nella loro carriera. Tutti hanno scelto un unico soggetto: la bicicletta, punto di partenza comune per le singole elaborazioni creative. Ogni artista che ha aderito a Dinamo è infatti chiamato a cimentarsi con una definizione della «bicicletta», investendola di connotazioni poetiche e di significati che scaturiscano dalla propria visione del mondo. Una definizione che – facendo leva su dati d'esperienza comune e immaginari condivisi – interpelli la coscienza degli uomini. Naturalmente, la scelta del soggetto è ricaduta sulla bicicletta perché, oltre ad essere un oggetto ricco di storia e fortemente evocativo, tra i più comuni mezzi di trasporto è quello che ha il minor impatto ambientale: nessun tipo di inquinamento.

3° RIMINICINEMAMBIENTE

Da martedì 4 novembre la Cineteca comunale (via Gambalunga 27) ospiterà, a cadenza settimanale (ore 21.00, ingresso libero), i tre appuntamenti con Rimini cinema e ambiente, la rassegna promossa dall'Assessorato alle politiche ambientali del Comune di Rimini. Due le novità di questa seconda edizione: la cornice di "Ecomondo in città", di cui sarà uno degli atti attraverso i quali la dodicesima fiera dello sviluppo sostenibilie (5-8 novembre) invaderà e contagerà il centro storico, e la collaborazione con CinemaAmbiente di Torino, uno dei più interessanti e vivaci festival internazionali. Tre, dunque, i film in cartellone, tutti inediti e in versione originale sottotitolata. Si comincia, martedì 4 novembre per l'appunto, con THE PLANET (2006) di Linus Torell, Michael Stenberg e Johan Söderberg, un racconto ironico sull'emergenza climatica; si prosegue martedì 11 novembre con THE GREAT WARMING (2006) di Michael Taylor sugli effetti più disastrosi e sconvolgenti dell'effetto serra; ultimo appuntamento, infine, martedì 18 novembre, con A CRUDE AWAKENING di Basi Gelpke e Ray McCormack sull'esaurimento delle riserve petrolifere e l'urgenza di adottare fonti energetiche e stili di consumo alternativi. A completare il capitolo cinematografico di "Ecomondo in città" la doppia proiezione prevista al cinema Tiberio venerdì 7 novembre (ore 21.00, ingresso libero): BICICLETTE (2005) di Antonio Bellia e BIUTIFUL CAUNTRI (2007) di Esmeralda Calabria, Andrea D'Ambrosio e Peppe Ruggiero.

TREKKING URBANO CITTA' DI RIMINI

In occasione della V° giornata del Trekking Urbano il 31 ottobre verranno presentati tre percorsi cittadini ideati dai G.A.R. (Guide Appennino Romagnolo di Rimini): 1) Percorso Verde 3,30h circa di cammino 2) Percorso Arancio 4,30h circa di cammino 3) Rosso 5,30h circa di cammino e verrà percorsa la camminata che a partire da Piazza Cavour alle 20.30 si concluderà con un piccolo rinfresco sempre in piazza Cavour intorno alle ore 23 nelle sale del Palazzo del Podestà al secondo piano dove è allestita la mostra "DINAMO". Il trekking urbano è quella pratica che permette di rendere meno prevedibili e scontate le nostre abitudini cittadine. Cambiare percorso per raggiungere il luogo di lavoro, decidere una mattina di lasciare l'auto in garage e fare quattro passi, scoprire con occhi nuovi la nostra città, come se fossimo turisti. In una parola: camminare! Si sa che camminare fa bene alla circolazione ed al cuore e che aiuta a combattere depressione, obesità e diabete Per i residenti è un modo salutare per conoscere meglio il luogo dove si abita riappropriandosi dei posti più belli e nascosti, per tenere in esercizio il cuore il cervello e i muscoli. Per i turisti è un modo sostenibile per visitare la città i monumenti anche quelli meno conosciuti e dove si svolge la vita vera della città. Chi pratica il Trekking Urbano? E' per tutti. Il trekking può diventare uno sport intenso inserendo nel percorso scale ed asperità del suolo, mentre per i meno giovani è uno sport dolce. Quando si pratica il Trekking Urbano? Tutto l'anno, anche in pieno inverno. A qualunque ora, anche di notte (Urban Night Trekking). Perchè si pratica il Trekking Urbano? Camminare a lungo è un antidoto contro la depressione, l'obesità ed il diabete, i disturbi cardiocircolatori e legati all'invecchiamento, soprattutto all'osteoporosi. In più è un ottimo modo per socializzare e trovare nuovi amici. In Quali città si pratica già: Ancona, Aosta,Arezzo, Ascoli Piceno, Bari, Biella, Bologna, Brescia, Campobasso, Chieti, Cosenza, Cuneo, Ferrara, Foggia, Forlì, Genova, L'Aquila, Lucca, Macerata, Mantova, Massa, Matera, Messina, Olbia, Pavia, Perugia, Pisa, Potenza, Prato, Ravenna, ****ora anche a Rimini ***, Roma, Salerno, Savona, Siena, Tempio Pausania, Trento, Urbino, Verona, Viterbo Per info: info@guidegar.it

Andrea Zanzini

Assessore del Comune di Rimini alle Politiche ambientali e tutela dei diritti degli animali, Politiche per l'energia, le risorse idriche, ciclo dei rifiuti e qualità dell'aria, Difesa dell'arenile e dell'ambiente marino, Servizi informativi (Urp e Punto Europa).

Segreteria (Samanta Zaghini) tel. 0541/704985 - fax 0541/704715. Via Euterpe 12 - [47900] Rimini (RN)


Sale riunioni a Modena

La facilità di organizzare meeting è l’esigenza di ogni professionista perché una riunione di lavoro è un momento di grande importanza per l’immagine di un’azienda ed il Michelangelo Business Center in questi casi è un partner affidabile e preparato per soddisfare qualunque richiesta lavorativa.
A Modena Nord, adiacente il quartiere fieristico, il Michelangelo Business Center risponde a tutte l’esigenze di lavoro per chi ha necessità di usufruire di sale riunioni e sale congressi.
Le sale per la posizione logistica,l’ampio parcheggio,e la cura dei particolari, rappresentano la soluzione ideale per meeting, incontri di lavoro, presentazioni, corsi di formazione, selezione del personale. Il centro dispone di 5 diverse sale riunioni che sono in grado di accogliere da 10 a 140 persone, una moderna aula informatica con 12 computers e show room di varie dimensioni per presentazioni prodotti. E’ adatta, invece, a convegni e conferenze la nuova sala, la sesta, da 360 posti a sedere. E’ disposta a platea, ha una cabina di regia, impianto di videoproiezione e registrazione. Per sessione lavoro da abbinare alla sala c’è anche una saletta da 30 posti.
Per rendere più accogliente la permanenza è possibile usufruire del servizio di catering, inoltre il servizio di segreteria è a disposizione per prenotazione hotel a tariffe convenzionate, rilevazione presenze, fotocopie, invio fax ed elaborazione testi.
Le sale sono complete dei più moderni strumenti tecnologici, sono luoghi accoglienti, sono facilmente raggiungibili e sono affittabili tutti i giorni, festivi compresi dalle ore 8,00 alle ore 00.00, con tre possibili turni, mattino, pomeriggio, sera.

Il Centro Affari Michelangelo Business Center sarà felice di aiutarvi ad organizzare i vostri incontri e di dare le informazioni necessarie sulla disponibilità di sale, relativi costi di affitto e prenotazioni contattando il recapito telefonico 059/897211 o l’indirizzo di posta elettronica info@mbcenter.it.

FILOSOFIA E POLITICA: UN MATRIMONIO DISSOLTO


PUBBLICO UN INTERESSANTE RAGIONAMENTO DEL FILOSOFO GIUSEPPE CORONA SU UN TEMA ATTUALE

di Raffaele Pirozzi



FILOSOFIA E POLITICA: UN MATRIMONIO DISSOLTO

di Giuseppe Corona


Inindagato, dietro la "fine delle ideologie", si nasconde qualcosa di ben più enigmatico e profondo: il dissolversi di un rapporto più che bimillenario tra filosofia e politica.

Ne "La Repubblica" Platone afferma che vero politico è il filosofo. In realtà, i presocratici, il più delle volte, erano capi della comunità. In genere i capi politici venivano chiamati sapienti.

Con Platone, e da lui in poi, il filosofo si è accontentato di qualcosa di meno forte: dell'inestricabile nesso, ma non della coincidenza, tra filosofo e politico. Il filosofo, ad ogni modo, determinava quell'aura entro la quale il politico trovava la sua legittimità e giustificava il suo carisma. Lo scontro politico era, innanzitutto e per lo più, scontro tra sistemi di pensiero.

Nel Novecento quest'aura, dopo brevi e terribili spasmi, si assottiglia, evapora ed esala.

Ora, e da tempo ormai, rubricato sotto la voce di scontro tra le ideologie, questo conflitto è stato derubricato. Oggi la scena della politica è occupata dalle "competenze tecniche" e gli ultimi politici, copia sbiadita del tempo che fu, in verità ormai "personaggi in cerca di autore", appongono, senza sapere neppure su cosa, firme a delibere che la tecnocrazia appronta, - eseguono.

La situazione europea è sintomatica: banchieri e tecnocrati.

Fa sorridere ascoltare ogni tanto il lamento sull'assenza delle idee. In verità è stata la filosofia stessa a incaricarsi, inconsapevole, di svilire progressivamente le idee in nome dei "fatti".

Le cose stanno in questi termini: la competenza trionfa e le idee sono state esautorate e sostituite dai "fatti", il miraggio dalle "situazioni di fatto".

Resta da vedere se con il mesto inabissarsi della filosofia non sia scomparsa anche la politica, se di essa non sia ormai più niente.

Cos'è il "fatto"? Esso è il participio passato del verbo fare. "Stiamo ai fatti" significa, in vero, "curiamoci del passato".

I "fatti" è facile raccoglierli, metterli in fila e contabilizzarli, è facile far conto su di essi. Il competente è il sovraintendente e il sistema delle competenze è un'enorme "Sovraintendenza" a tutela dei "fatti".

Si prenda in esame il linguaggio in auge in Europa, quello "politicamente corretto".

Cos'è lo "sviluppo sostenibile" se non quello che si piega alla situazione data. Cosa il "principio di precauzione" se non forma di resistenza all'ardire della ricerca, al suo sfidare i"fatti"? Cosa i "Piani territoriali regionali" se non sistema di vincoli a tutela della "vocazione dei territori", di vincoli paesaggistici, ambientali e naturali a tutela del già dato?

Il competente europeo, il tecnocrate, decreta, il politico nazionale o regionale esegue, mettendo a sua volta in movimento stuoli di competenti locali, storici dei microambienti che mobilitano tutta la loro conoscenza archeologica dei "fatti" mettendola a disposizione, insieme con i "progetti", dei presidenti di provincia e dei sindaci attraverso la declamata "programmazione territoriale" e l'osannato "viluppo locale"?

Intanto il denaro, impegnato nello sforzo di conservazione e di restauro, affluisce copiosamente nelle tasche dei competenti, arrivando appena a lambire le popolazioni.

L'idolo di pietra, il "fatto", vuole essere adorato impietrendo chi lo guarda.

Ma, non esistono i "fatti", bensì la vita – campi di forze in azione- che vuole essere interpretata e colta negli appetiti e nei bisogni, nei desideri e negli interessi.

Le interpretazioni, non i "fatti", mobilitano, uniscono e convogliano le forze vitali sulle vie del futuro. C'è bisogno del ricercatore, dello spirito libero e critico, uccello rapace che plana e dall'alto scruta il gioco delle forze raccogliendole in una visione di assieme, fissando mete. Chi è questo uccello se non il politico o, forse bisogna dire, il filosofo?

Fin quando l'uomo rimarrà principe dei predatori, uccello che sonda le vie del futuro e sbrana i "fatti", cui Dio nella Genesi assegna il comando sulla terra, egli avrà bisogno del capo politico che assegna mete.

Chi è questo "spirito libero": il politico, il filosofo, o entrambi in uno?

Adorare il "fatto", affidarsi ai "competenti", anziché convogliare le forze della ricerca nel ritrovamento delle vie e degli approdi, serve solo a costruire un enorme Museo, ma non a conservare e potenziare la vita. Si sa: nei Musei ci sono guardiani non i produttori.

La storia va interpellata ma per trovarvi l'esempio da imitare, non da copiare.

La vita, altrimenti, sceglierà le vie dell'abuso e della delinquenza. Infatti ella dice: "primum vivere".


Napoli, 31/10/08

ANCHE I SINDACALISTI EUROPEI CRITICANO IL NOSTRO GOVERNO PER I PROVVEDIMENTI SULLA SCUOLA

ANCHE I SINDACALISTI EUROPEI CRITICANO IL NOSTRO GOVERNO.

UNA VERGOGNA !!!


di Raffaele Pirozzi


Siamo scioccati per quanto sta facendo il governo Berlusconi in merito ai tagli sull'istruzione. Sappiamo, per esperienza diretta, che sarebbe necessario investire di più proprio su questo terreno, per garantire a tutti i giovani una buona istruzione e un buon futuro. E' quanto afferma il segretario generale del sindacato istruzione e conoscenza Gew di Amburgo, Klaus Bullan, in questi giorni in visita a Napoli assieme ad una delegazione di esponenti istituzionali tedeschi. Per questo - conclude Bullan - auguriamo al movimento di lotta di questi giorni di riuscire a bloccare gli effetti negativi di questa legge.



Napoli, 31/10/08


Nuovo Spazio Folk Design


Folk Design, impegnato da anni nell'arredamento e architettura d'interni, Spazio e luogo di incontri, collaborazioni e di tendenza, da novembre consolida ancora di più lo stile che lo contraddistingue ed inaugura una nuova stagione di contaminazioni, ospitando e presentando nel suo show room alcune tra le più importanti realtà artistiche Salentine, nasce quindi un nuovo Spazio concepito nell'ottica della Cultura del Fare manuale.

Roberto Borelli (Folk Design), Charlotte Cascella (Boonpa), Ornella Durini e Fernando Perrone (Laboratorio Tracce), Monica Righi (Ilia e la Luna), sono i protagonisti di questo nuovo concept e presenteranno le loro collezioni che spazieranno dallo studio di forme e colori negli arredi all'uso contemporaneo della pietra leccese, dall'abbigliamento per piccoli e future mamme agli oggetti d'arredo e per la tavola in terracotta.

Non mancheranno nel prossimo futuro vere e proprie fusioni di stili e materiali che daranno vita a nuove collezioni in sintonia con la filosofia del nuovo Spazio.

Aperitivo di inaugurazione domenica 2 novembre dalle ore 17,00 - Lecce – via Umberto I° n.19.



da FERNANDO <laboratoriotracce@libero.it>



giovedì 30 ottobre 2008

McDonald's: confezione globale di ultima generazione

McDonald's annuncia la distribuzione di una confezione globale di ultima generazione

Design innovativo per una tradizione di qualità alimentare direttamente nelle mani dei consumatori


A partire da novembre 2008, McDonald's introdurrà confezioni globali di ultima generazione, che saranno oggetto della presentazione più completa nella storia del marchio. Tutti i 118 Paesi serviti da McDonald's saranno interessati da questa introduzione nel corso dei prossimi due anni, al fine di porre sotto i riflettori la tradizione di qualità del marchio, mettendola direttamente nelle mani dei consumatori: circa 56 milioni ogni giorno.

Attraverso un mix di testi accattivanti e immagini vivaci, le nuove confezioni presenteranno gli ingredienti e gli alimenti di elevata qualità preparati da McDonald's. Queste nuove confezioni globali saranno predisposte conformemente in tutto il mondo, arricchite da grafica e tecnica fotografica all'avanguardia e da contenuti in grado di raccontare una storia, con o senza parole.

Ha commentato Mary Dillon, Global Chief Marketing Officer di McDonald's: "Le nostre nuove confezioni rappresentano un modo giovane per condividere la tradizione alimentare di alta qualità di McDonald's con i nostri clienti. Più cose i nostri clienti sapranno dei nostri cibi, più impareranno ad amarli".

Pur rappresentando una scelta globale, la confezione sarà realizzata in modo sufficientemente flessibile da garantirne la resa in 21 lingue e, al tempo stesso, da consentire la condivisione di storie relative alla qualità degli ingredienti McDonald's in un modo che risulti localmente adeguato per i consumatori di tutto il mondo.

La nuova confezione McDonald's sarà presentata inizialmente in Regno Unito, Irlanda e Stati Uniti, con una presentazione che proseguirà su scala mondiale fino al 2010.

La nuova confezione di McDonald's è stata sviluppata da Boxer, società controllata da The Marketing Store Worldwide, con sede a Birmingham, Regno Unito. Boxer, inoltre, ha curato per McDonald's l'innovativa grafica delle confezioni "i'm lovin' it" e il design dell'iniziativa Global Casting Call.

Informazioni su McDonald's
McDonald's è leader mondiale della ristorazione al dettaglio, con più di 31.000 ristoranti in oltre 100 Paesi. Oltre il 75% dei ristoranti McDonald's di tutto il mondo è di proprietà di affiliati locali ed è gestito da questi.

VODAFONE NUOVA INTERNET KEY


Vodafone Italia presenta la nuova Internet Key

con memoria ESPANDIBILE e tecnologia HSPA

Internet in mobilita' con la velocita' di Vodafone Broadband e l'expertise di Huawei nel mobile transport

Milano, 30 ottobre 2008 - Vodafone Italia presenta la nuova Internet Key. L'esclusivo modem USB ideato per connettersi ad internet ad alta velocità anche in mobilita' si arricchisce oggi di una memoria espandibile tramite MicroSD fino a 8GB ed e' dotata di tecnologia HSPA oltre che di un innovativo connettore USB estensibile. Internet Key è prodotto per Vodafone da Huawei Technologies, partner strategico del gruppo Vodafone sin da febbraio 2006

Con il lancio della nuova Internet Key Vodafone conferma il proprio impegno nell'offrire a tutti i clienti le migliori soluzioni di connessione dati in mobilita'. Piccola e leggera come una chiavetta USB, Vodafone Internet Key E180/K3715 consente di connettere il proprio PC fisso o portatile con la banda larga mobile senza bisogno di alcun collegamento di rete fissa o di alcun cavo di connessione. Il nuovo modem, e' certificato per operare con i sistemi operativi Microsoft Windows (Vista e XP) e Mac OS X. Il prodotto e' inoltre caratterizzato da un'installazione "plug and play" sia per Microsoft che per Mac: il dispositivo provvedera' ad installare automaticamente in un paio di minuti tutti i file e l'applicativo sul PC e sul Mac senza bisogno di inserire CD o seguire complicate procedure.
Grazie alla velocità di Vodafone Broadband, la banda larga mobile di Vodafone, Internet Key consente di navigare sino a 7,2 Mbps in ricezione e 2 Mbps in invio. Il nuovo dispositivo permette così una navigazione veloce, un accesso immediato al web e la possibilità di trasmettere e scaricare dati ininterrottamente. E180/K3715 è ad oggi la più sottile chiavetta USB HSPA presente sul mercato mondiale, l'unica con uno spessore di soli 10mm; è un prodotto compatto che supporta l'intera gamma di tecnologie di rete HSPA/UMTS e GSM/GPRS.

Una funzione molto interessante che differenzia E180/K3715 dalle altre chiavette è la possibilità di usarla come memoria flash; lo slot integrato per card MicroSD supporta infatti fino a 8GB di memoria. E180/K3715 consente quindi di archiviare documenti, musica o film senza più bisogno di utilizzare un'altra chiavetta USB. Il prodotto supporta inoltre una serie di servizi utili quali SMS/MMS, PC voice, rubrica telefonica, visualizzazione del flusso e statistiche di traffico.

Vodafone Broadband

Vodafone e' il primo operatore nazionale ad aver sviluppato la tecnologia HSDPA su tutto il network di terza generazione, con una copertura che oggi supera l'80% della popolazione. Lo sviluppo della tecnologia High Speed consentirà di portare ai clienti Vodafone, nel prossimo futuro, nuovi servizi sui cellulari e collegamenti ad Internet ancora più veloci. I telefoni e le Connect Card UMTS registrate sulla rete di Vodafone Italia hanno raggiunto a fine giugno 2008 quota 8.107.000, in crescita del 52,3% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno. Vodafone Italia si conferma ai primi posti fra le società europee del Gruppo per numero di terminali di terza generazione.

Su Materassi Online nuovi consigli per dormire meglio

Su Materassi Online è stato pubblicato un nuovo articolo per aiutare i consumatori a scegliere consapevolmente un ottimo materasso per se e per le persone a cui si vuole bene.

Questa volta si parla di materassi anatomici, materassi ortopedici e materassi ergonomici. Quali sono le peculiarità di ognuno e a cosa si riferiscono? Se sei interessato a scoprirlo non indugiare oltre, vai all'articolo di materassi online sui Materassi Anatomici, Ergonomici e Ortopedici.

Questo articolo è la naturale continuazione di una neonata serie di approfondimenti dedicati ai materassi nonché alla diffusione della cultura del dormire bene in Italia.

Questo contenuto sui materassi ortopedici, anatomici e ergonomici segue la mini guida sulle Tre cose che devi assolutamente sapere prima di acquistare un materasso in lattice e la prima scheda sulle diverse tipologie di materasso dedicata ai buon vecchi materassi in lana.

Per approfondire, vai al comunicato originale.

Bari - Una città 'fantastica' e in chiaroscuro nel film 'Il passato è una terra straniera'

Un film sull’identità in un periodo in cui “di nuovo non sappiamo chi siamo e cosa vogliamo. Di nuovo chiamiamo paura la nostra infelicità”. Ambientato in una Bari “fantastica”.

Si potrebbe riassumere così, con queste parole del regista Daniele Vicari, l’essenza dell’attesissima riproposizione cinematografica del romanzo “Il passato è una terra straniera” scritto e, poi, sceneggiato (in collaborazione con Daniele Vicari, Massimo Gaudioso e il fratello Francesco Carofiglio) da Gianrico Carofiglio.

Dal libro alla pellicola - fino a poco tempo fa concorrente al Festival internazionale del Film di Roma e nelle sale a partire dal 31 Ottobre - il passaggio è stato diretto, come chiarisce il regista: “ ho scelto di realizzare Il passato è una terra straniera non perché avessi intenzione di fare un film su qualche libro di Carofiglio, ma perché in questo libro ho trovato una serie di elementi narrativi e spunti cinematografici molto interessanti e un valore universale nella storia”.

Una storia audace per alcune punte di violenza (tanto da essere vietato ai minori di 14 anni) che ha come protagonista Giorgio, interpretato da Elio Germano, un “bravo ragazzo”, laureando in giurisprudenza, fino all’incontro con Francesco (Michele Riondino) baro nel gioco d’azzardo nella Bari notturna della cattiva società, cocainomane e amante di “donne di lusso annoiate”.

È proprio la figura della donna, in un film sull’amicizia tra due uomini, ad affascinare e ad incuriosire, in quanto interpretata da attrici di rilievo come Valentina Lodovini (nel ruolo di Antonia) e definita da contorni evanescenti, da “pochissime pennellate che riescono a darle profondità”.

Ma nel film la prima donna è Bari, una città “immaginaria” in chiaroscuro, vista dal biancore del suo centro storico e dal buio dei suoi angoli nascosti.

Ha spiegato Daniele Vicari: “Mi sono spaventato perché la Bari attuale è il contrario della Bari degli anni ’80 descritta nel libro. È una città luminosa nonostante i suoi mille problemi”. Problemi che, addirittura, possono diventare virtù: il cantiere di piazza Cesare Battisti con il suo tanto contestato corridoio può diventare, infatti, lo sfondo più adatto a girare la scena finale del film.

“Era previsto girare la fine a Taranto, ma poi abbiamo trovato la location migliore affianco all’Università”, ha precisato il regista raccontando anche l’aneddoto del “camminamento di legno”, smontato per la sua pericolosità e poi rimontato ad hoc per le riprese.

Rimane da capire quanto sia diversa dal libro e quanto uguale al vero questa immagine di una Bari riflessa nello specchio dei suoi contrasti.

Marisa Della Gatta

 

Andrea Boscaro e Riccardo Porta: "Tecniche di web-marketing"

Tecniche di web marketing
il nuovo libro di Andrea Boscaro e Riccardo

Tecniche di web-marketing

A quali elementi del proprio sito bisogna prestare attenzione per primeggiare nei motori di ricerca?

Come è meglio gestire il keyword advertising e i propri investimenti in Rete?

Come si fa a trasformare un utente in acquirente? Perché la web analytics è così importante?

Questo libro è rivolto a imprenditori e direttori di marketing, consapevoli del ruolo che l'e-commerce può giocare nel marketing mix della propria azienda e nei processi di competizione e internazionalizzazione, offrendo strumenti concettuali e leve operative per accelerare il business e le performance di commercio elettronico.

Particolarmente utile quindi a chi desidera orientarsi fra motori di ricerca, affiliazioni, eBay e tutti gli altri elementi che compongono questo complesso - ma non così complicato - mondo che è il web marketing.

Un valido supporto per affrontare la sfida che le tecnologie digitali pongono alle imprese italiane e sviluppare le specifiche competenze richieste dalla comunicazione online, soprattutto oggi che la crescente interattività con il consumatore sta portando verso dinamiche sempre più partecipative e relazionali.

Il testo presenta inoltre un significativo apparato di approfondimenti tecnici, oltre a diversi casi aziendali e testimonianze del settore, fra i quali Roberto Liscia, Presidente del Consorzio Netcomm e prefatore del libro.

Indice:

  • Roberto Liscia, Prefazione
  • Introduzione
    (Questo è il tempo dell'e-commerce; Il ruolo delle dotcom, limiti e opportunità del commercio elettronico italiano)
  • Come aiutare i motori di ricerca a premiare le nostre pagine: il SEO (Search Engine Optimization)(Indicizzazione e SEO; I motori di ricerca premiano un sito con un pubblico già attivo: la necessità di un piano di comunicazione integrato)
  • Come investire con successo nei link sponsorizzati. Il SEM (Search Engine Marketing)
    (Il keyword advertising; Il contextual advertising; Lo shopping comparison; Gli strumenti di SEM a confronto)
  • Come costruire una rete di affiliati: l'affiliation marketing
    (La soluzione "make": l'approccio proprietario; La soluzione "buy": i circuiti di TradeDoubler e Zanox)
  • Vendere oggi e domani: la costruzione della marca e della fiducia
    (Pubblicità online: formati e modelli. La pubblicità tabellare. I progetti speciali; L'e-mail marketing; Le relazioni pubbliche: dentro e fuori il mondo digitale)
  • Vendere su eBay: costi e opportunità
    (Competitività di uno shop nel mondo eBay; Ottimizzare la nostra presenza su eBay)
  • La capitalizzazione dell'utente e del cliente acquisito
    (Strumenti di interazione con gli utenti; Contatto indiretto: l'email e il form di contatto; Contatto diretto: il telefono; Contatto diretto: online assistant; Packaging e branding)
  • La web analytics
    (Esistono due tipi di soluzioni analitiche; Uno sguardo alle metriche; I KPI dell'e-commerce)
  • Uno sguardo all'e-commerce del futuro
    (Il web marketing nel contesto 2.0; Al di là dell'e-commerce; La verità è …)
  • Bibliografia
  • Sitografia



Per maggiori informazioni sul libro: http://www.facciamoecommerce.it/

E' possibile acquistar il testo anche online sul sito della casa editrice:
www.francoangeli.it/Ricerca/Scheda_Libro.asp?CodiceLibro=562.98

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email