Cerca nel blog

giovedì 31 marzo 2016

EXITone, società guidata da Ezio Bigotti, firma una partnership con Panmed Energy

Accordo internazionale tra EXITone, guidata da Ezio Bigotti, e Panmed Energy: la società italiana fornirà supporto a quella giordana nel raggiungimento degli obiettivi connessi all'efficientamento energetico.

EXITone - Panmed Energy: accordo internazionale per la società di Ezio Bigotti

Ezio Bigotti, Presidente del gruppoSTINuovi interessanti sviluppi per EXITone: la società guidata da Ezio Bigotti prosegue nella sua espansione internazionale con la firma di un'importante partnership con Panmed Energy, leader in Medioriente nel settore energetico. L'accordo, che è stato siglato nel quartiere generale di Pinerolo alla presenza di Bigotti e di Shermine Dajani, Amministratore Delegato del colosso mediorientale, prevede una collaborazione commerciale biennale e sarà incentrato principalmente sull'offerta di servizi legati all'efficientamento energetico e alla riqualificazione di edifici secondo le logiche dello Smart Building. Gli Emirati Arabi, in previsione dell'Esposizione Universale che si terrà a Dubai nel 2020, hanno infatti l'obiettivo di ridurre in maniera esponenziale il consumo di energia elettrica, il carbon foot printing e di trasformare la propria economia, puntando sempre più sulle rinnovabili. Soddisfatto il Presidente Ezio Bigotti, che ha evidenziato come tale accordo sia strategico nell'ottica di uno sviluppo a livello internazionale della sua società.


Ezio Bigotti: biografia dell'imprenditore alla guida del gruppoSTI

Imprenditore originario di Pinerolo, Ezio Bigotti guida il gruppoSTI, del quale è Fondatore e Presidente. La sua formazione è multidisciplinare: diplomatosi come Geometra nel 1983 e Perito Industriale Elettrotecnico nel 1989, nel 2015 si laurea alla Facoltà di Giurisprudenza dell'Università "G. Fortunato". Prima della creazione del gruppoSTI, ha lavorato principalmente nei settori Sicurezza, Energia e Ambiente, diventando titolare di uno Studio Tecnico Industriale Associato. Molto attivo in ambito pubblico e associativo, Ezio Bigotti ricopre, tra le altre, le cariche di Console Onorario della Repubblica del Kazakhstan, Consigliere di Giunta di Assoimmobiliare, Presidente del Tavolo Tecnico Facility Management in ambito internazionale e Presidente Onorario dell'Associazione "Pace in Terra Onlus". E' stato insignito, inoltre, del titolo di Cavaliere dell'Ordine "Al Merito della Repubblica Italiana".

NOTORIOUS PICTURES: CdA approva il bilancio al 31 dicembre 2015; utile netto pari a 7,1 milioni di Euro, superiore al 27% dei ricavi


Highlights 2015

o       Ricavi pari a Euro 25,6 milioni (Euro 26,8 milioni al 31/12/2014)

o       EBIT pari a Euro 10,1 milioni (Euro 10,0 milioni al 31/12/2014) con EBIT margin al 40%

o       Utile Netto pari a Euro 7,1 milioni, +10% (Euro 6,5 milioni al 31/12/2014)

o       Liquidità Finanziaria Netta pari a Euro 6,4 milioni (Euro 7,5 milioni al 31/12/2014)

o       Proposto dividendo unitario pari a Euro 0,08 p.a. - Dividend Yield 6,20%.


Fattori di successo dell'esercizio 2015

o        Incremento dell'utile netto rispetto al 2014

o        Crescita nel comparto new media e nella Free TV

o        Avvio dell'attività di produzione

 

Milano, 31 marzo 2016

 

Il Consiglio di Amministrazione di Notorious Pictures S.p.A., società quotata sul mercato AIM Italia, organizzato e gestito da Borsa Italiana, attiva nell'acquisizione e commercializzazione dei diritti di opere filmiche (full rights) attraverso tutti i canali di distribuzione (cinema, home video, tv, new media), nonché nella produzione cinematografica, riunitosi in data odierna, ha approvato il bilancio di esercizio che sarà sottoposto all'Assemblea Ordinaria degli Azionisti.

 

Guglielmo Marchetti, Presidente, fondatore e Amministratore Delegato della società, ha dichiarato: "Il 2015 si è chiuso in modo molto positivo per Notorious Pictures che ha rafforzato la propria leadership in Italia nella distribuzione cinematografica indipendente. Il nostro impegno si è focalizzato sia sulla redditività della Società, raggiungendo un risultato netto di 7,1 milioni di euro che ha superato il 27% dei ricavi, che sul consolidamento della distribuzione attraverso i new media, in significativa crescita, e l'attività di produzione, italiana e internazionale, con l'avvio delle prime 2 produzioni. La decisione di distribuire un dividendo con un pay out ratio del 25,4% e un dividend yield superiore al 6% è l'ulteriore tassello che dimostra come, pur mantenendo elevati livelli sia di crescita dimensionale che di margini, la remunerazione dei nostri azionisti rimane tra le nostre priorità".

 

 

Principali Risultati economico-finanziari al 31 dicembre 2015

I ricavi si sono attestati a Euro 25,6 milioni (Euro 26,8 milioni al 31 dicembre 2014). In particolare, mentre risultano in crescita i ricavi Free TV e i ricavi New media, la cui distribuzione è stata sostanzialmente avviata nel corso dell'esercizio, risultano in contrazione i ricavi Cinema e i ricavi Pay TV. Si segnala che rispetto al Piano Industriale presentato in data 27 novembre 2014, i ricavi risultano inferiori per circa Euro 3,2 milioni. Tale risultato è ascrivibile principalmente all'andamento dei ricavi Cinema dei film usciti nell'ultimo scorcio del 2015.

La Società ha distribuito nelle sale cinematografiche 18 film generando un Box Office pari a oltre Euro 16,6 milioni con un totale di oltre 2,9 milioni di presenze (Fonte Cinetel) che ha permesso di mantenere il secondo posto nella classifica dei distributori italiani indipendenti.

Il Risultato Operativo Lordo (EBITDA) è pari a Euro 13,1 milioni (Euro 14,3 milioni al 31 dicembre 2014) con un EBITDA margin del 51%. Rispetto al Piano, l'EBITDA risulta inferiore di Euro 4,5 milioni per effetto del sopracitato calo del fatturato e di un contestuale aumento dei costi operativi, parzialmente compensati da minori costi del personale.

Il Risultato Operativo Netto (EBIT) è pari a Euro 10,1 milioni (Euro 10,0 milioni al 31 dicembre 2014) dopo ammortamenti e svalutazioni pari a Euro 2,9 milioni (Euro 4,3 milioni al 31 dicembre 2014). Rispetto ai dati di Piano, l'EBIT risulta inferiore di Euro 3,0 milioni beneficiando, rispetto allo scostamento dell'EBITDA, dei minori ammortamenti conseguenti al calo dei ricavi Cinema.

L'Utile Netto è pari a Euro 7,1 milioni, in crescita del 10% rispetto al 2014 (Euro 6,5 milioni), dopo oneri finanziari netti pari a circa Euro 4 migliaia (Euro 25 migliaia nel 2014) e imposte per Euro 3,1 milioni, rispetto a Euro 3,5 milioni nel 2014. Rispetto al Piano, l'Utile Netto risulta inferiore di Euro 1,8 milioni: il succitato calo dell'Ebit è stato parzialmente compensato da un minor carico fiscale.

La liquidità finanziaria netta si attesta a Euro 6,4 milioni (Euro 7,5 milioni al 31 dicembre 2014).


INVESTIMENTI

Gli investimenti hanno riguardato l'acquisizione di opere filmiche finalizzate all'arricchimento della library per Euro 4,9 milioni di cui Euro 2,2 milioni relativi ad acconti per 28 film che usciranno nelle sale nel 2016 e 2017. Il valore totale della Library al 31 dicembre 2015 è pari a Euro 14,7 milioni che include 53 film già usciti nei cinema con una vita media tra i 18 e i 20 anni e 258 film con diritti per i prossimi 5/6 anni.


PROPOSTA DI DIVIDENDO

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di proporre all'Assemblea degli Azionisti la distribuzione di un dividendo di Euro 1.799.318,4, pari a Euro 0,08 p.a. che implica un pay out ratio del 25,4% e un dividend yield del 6,20% (al prezzo di chiusura del 29 marzo 2016 pari a Euro 1,30 per azione); la data per il relativo stacco della cedola è prevista per il 9 maggio 2016, con record date il 10 maggio e pagamento a decorrere dall'11 maggio.

 

PRINCIPALI EVENTI AVVENUTI NEL CORSO DELL'ESERCIZIO 2015

28 dicembre 2015 – Siglato un accordo per la distribuzione di 39 film su TIMvision di TIM via EST, SVOD e VOD. Sono stati concessi a Radiotelevisione Svizzera Italiana (RSI) i diritti free tv di 12 opere cinematografiche.

16 dicembre 2015 - Rinnovato l'accordo di distribuzione con Sky Italia per tre anni sui canali Pay per View, Pay TV e VOD.

30 novembre 2015 - Siglato un accordo di co-produzione tra Notorious Pictures e Combo Produzioni per il film "La coppia dei campioni". La produzione è realizzata con RAI Cinema.

30 settembre 2015 - Nuovo accordo per la distribuzione cinematografica in Italia del primo film prodotto da Sky Cinema.

22 settembre 2015 - Acquisite 5 opere cinematografiche al Festival di Toronto. La library della Società si arricchisce di nuovi titoli di elevato richiamo commerciale.

16 luglio 2015 – Accordo di co-produzione internazionale con Tempo Entertainment, operatore di riferimento per la produzione cinematografica in UK, e la sales company Bloom, per il remake del film francese "Plan de table".

22 maggio 2015 - Acquisite 5 nuove opere cinematografiche al Festival di Cannes.

5 maggio 2015 - Firmato accordo per il licensing in Italia del brand "Belle&Sebastien".

13 febbraio 2015 - Acquisite 12 nuove opere cinematografiche al 65° Festival di Berlino.

19 gennaio 2015 - 3 nomination agli Oscar® 2015 per i film distribuiti da Notorious Pictures.

 

EVENTI SUCCESSIVI AL 31 DICEMBRE 2015

In data 29 gennaio 2016 l'Assemblea della Società ha approvato la proposta di un piano di acquisto e alienazione di azioni proprie (Buy-Back), a norma degli artt. 2357 e 2357-ter del codice civile, conferendo al Consiglio di Amministrazione ogni potere al fine di procedere all'esecuzione. L'autorizzazione all'acquisto e alienazione di azioni proprie è stata deliberata  con l'obiettivo di: 1) dotare la Società di un portafoglio di titoli da impiegare come corrispettivo in operazioni straordinarie, 2) adempiere agli obblighi derivanti da eventuali piani di incentivazione azionaria rivolti agli amministratori, ai dipendenti e collaboratori di Notorious Pictures, che prevedano l'assegnazione di opzioni di acquisto, o l'assegnazione gratuita di azioni; 3) svolgere, nel rispetto delle norme vigenti, le attività a sostegno della liquidità del titolo nel mercato e della regolarizzazione dell'andamento delle negoziazioni, mantenendo la parità di trattamento degli azionisti. Il programma di buy back è stato avviato il 10 febbraio 2016.

Alla data del 1 marzo 2016, Notorious Pictures detiene in portafoglio n. 4.400 azioni proprie, pari allo 0,0196% dell'attuale capitale sociale, pari a n. 22.491.480 azioni. Le ulteriori ed eventuali operazioni effettuate saranno oggetto di comunicazioni al mercato secondo i termini e le modalità stabilite dalla vigente normativa.

 

ALTRE DELIBERE

Nel corso della riunione, il Consiglio di Amministrazione ha approvato il Codice Etico e il Modello di Organizzazione e Controllo ex DLgs 231/01 e, inoltre, ha istituito l'Organismo di Vigilanza che risulta composto dall'Avv. Fabrizio Ventimiglia, che presiede l'OdV, dal Dr. Paolo Mundula, Presidente del Collegio Sindacale della Società, e dal Dr. Enrico Locatelli, CFO di Notorious Pictures.

 

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE

La Società intende avviare con tempestività una verifica del piano industriale triennale presentato alla comunità finanziaria nel novembre 2014 per appurare se ricorrano i presupposti per procedere a una sua revisione; dell'esito di tale verifica verrà data senza indugio comunicazione al mercato. La Società intende continuare a perseguire le linee guida del Piano proseguendo negli investimenti per il continuo arricchimento della library da destinare a tutta la catena distributiva e in particolare ai new media (EST, VOD e SVOD) in forte crescita e nella coproduzione con player internazionali di riferimento di opere filmiche, dei cui diritti Notorious sarà proprietaria sine die secondo le quote stabilite negli accordi.

 

AVVISO DI CONVOCAZIONE DELL'ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI E DEPOSITO DELLA DOCUMENTAZIONE

Il Consiglio ha deliberato di convocare l'Assemblea degli azionisti per il giorno 29 aprile 2016 alle ore 11.00, presso la sede amministrativa in Milano, Via della Signora 2/a in prima convocazione, ed occorrendo, in seconda convocazione per il giorno 2 maggio stessa ora e luogo. Entro i termini previsti dalla normativa vigente, l'avviso di convocazione dell'Assemblea sarà messo a disposizione del pubblico presso la Sede Legale della Società nonché reso disponibile nel sito internet della Società all'indirizzo www.notoriouspictures.com (sezione "Investors"), dove saranno disponibili anche le relazioni illustrative degli amministratori all'Assemblea sulle proposte concernenti gli argomenti posti all'ordine del giorno.

 

 

Notorious Pictures, società indipendente costituita nel luglio 2012 con sede a Roma, opera nell'acquisizione e commercializzazione di Diritti di Opere filmiche (full rights) attraverso tutti i canali di distribuzione (cinema, home video, pay tv e free tv, new media), nonché nella produzione cinematografica. Nel 2015 la Società, sulla base dei dati finanziari esposti in conformità ai principi contabili IAS/IFRS, ha registrato ricavi pari a Euro 25,6 milioni e un utile netto di Euro 7,1 milioni. 




--
www.CorrieredelWeb.it

IMA Italia Assistance festeggia 25 anni con un nuovo modello organizzativo

Nuove strategie di mercato e un nuovo sito web per la Compagnia italiana

Milano, 31 marzo 2016 - IMA Italia Assistance, filiale italiana del Gruppo francese Inter Mutuelles Assistance, compie 25 anni capitalizzando sul futuro.
Il 2015 è stato per l'Italia un anno di cambiamenti che si stanno concretizzando nel 2016: da società captive del Gruppo francese e dei suoi azionisti, IMA Italia ha esteso il proprio raggio d'azione con obiettivi di crescita e sviluppo molto ambiziosi, sia per il mercato italiano che per quello internazionale.
Per declinare la volontà strategica del Gruppo, IMA Italia ha profondamente modificato la propria struttura, sviluppando un nuovo modello organizzativo su tre asset principali:
·         rifondazione della struttura commerciale;
·         creazione di un Servizio di Organizzazione e Qualità a supporto dell'offerta e delle strutture produttive;
·         una nuova struttura operativa che si pone l'obiettivo di coniugare efficienza e personalizzazione dei servizi.
Il mercato ha risposto subito in modo positivo e tra i nuovi clienti che hanno iniziato a collaborare con IMA Italia si annoverano Renault Italia, ConTe.it compagnia on line del Gruppo Admiral, Chubb, Arval ed Hertz.
"La vera sfida è integrarsi con efficienza nei processi dei nostri Partner e Clienti Business, rendendo l'Assistenza nelle sue numerose declinazioni, un elemento insostituibile nella catena del valore" - commenta Elisa Forlani Direttrice Generale di IMA Italia - "Ima è l'unica vera White Label nel panorama delle compagnie o società di Assistenza, l'unica non controllata da alcun Gruppo assicurativo. La nostra indipendenza  ci consente la massima integrazione con i clienti"
IMA Italia è il "progetto pilota" del Gruppo francese ed è stata scelta come modello per il Gruppo Internazionale per attività di marketing e commerciali che vanno dalla realizzazione di un nuovo sito corporate allo sviluppo di nuovi prodotti commerciali.
"IMA Italia farà da apripista al Gruppo Internazionale sul nuovo posizionamento strategico. Abbiamo sviluppato un nuovo sito internet (imaitalia.it) che identifica meglio il posizionamento più agile dell'azienda.   Il sito è diventato punto di riferimento per le altre filiali, motivo di orgoglio per il team Commerciale e Marketing italiano" spiega Sandro Mascolo, nuovo responsabile commerciale e marketing di IMA Italia "Saremo inoltre i primi, all'interno del Gruppo, ad attuare nuove strategie di marketing e commerciali, ad ideare e commercializzare nuovi prodotti che vedranno la luce già nei prossimi mesi e ad esportare le best practice francesi."


IMA Italia Assistance è la filiale italiana del Gruppo francese Inter Mutuelles Assistance, nato nel 1981 come emanazione di 12 grande mutue francesi. Con un fatturato globale di 568 milioni di euro e 2,2 milioni di dossier gestiti nel 2014, IMA è una grande realtà nel panorama delle Società di Assistenza. Presente in tutti i principali paesi del mondo con 11 filiali e 55.000 tra collaboratori e fornitori, il Gruppo conta oltre 3.000 dipendenti e 46 milioni di beneficiari.
IMA Italia Assistance è una realtà consolidata con 25 anni di storia, sempre al fianco di importanti realtà nazionali e internazionali del settore Automotive, Assicurativo ed Utilities. Opera a livello B2B per creare partnership di lungo periodo grazie a servizi innovativi di soccorso stradale, assistenza medica, polizze viaggi, gestione sinistri, assistenza all'abitazione, mobilità internazionale e servizi creati ad hoc sulle necessità dei clienti. Dispone di una centrale operativa h24, 7 giorni su 7, per gestire urgenze e fornire assistenza in tutto il mondo.


--
www.CorrieredelWeb.it

QNAP introduce TVS-ECx80U-SAS R2 e TS-ECx80U R2, le due nuove potenti serie NAS di fascia Enterprise

http://www.qnap.com/static/landing/2014/enews/images/qnap_logo.png

QNAP lancia sul mercato TVS-ECx80U-SAS R2 e TS-ECx80U R2, le due nuove potenti serie NAS di fascia Enterprise con porte SFP+ da 10GbE integrate

TVS-ECx80U-SAS R2, TS-ECx80U R2
Milano, 31 Marzo 2016 -  QNAP® Systems, Inc. ha annunciato oggi la disponibilità delle nuove serie di classe Enterprise TVS-ECx80U-SAS R2 e TS-ECx80U R2 NAS, in formato rack. Entrambe le famiglie integrano due porte SFP+ da 10GbE a prezzi competitivi. 

La serie TS-ECx80U R2 comprende modelli basati su processore Intel® Xeon® E3-1246 v3 da 3.5 GHz con DDR3 a partire da 4GB ECC di RAM, in grado di fornire alle aziende ancora più opzioni per soddisfare la richiesta di soluzioni Ethernet a velocità più elevate.

La serie TVS-ECx80U-SAS R2 è dotata di un potente processore Xeon® E3-1246 v3 da 3.5 GHz con DDR3 a partire da 8GB ECC di RAM. Entrambe offrono non solo quattro porte Gigabit Ethernet integrate, ma anche due porte SFP+ da 10GbE per il supporto completo di reti 10GbE ad alta velocità, utili per applicazioni richiedenti elevati IOPS, quali virtualizzazione, database, editing video ad alta risoluzione e flussi di lavoro condivisi.

"L'adozione dello standard 10 Gigabit Ethernet è stata più graduale, quindi abbiamo lanciato le serie evolute NAS TVS-ECx80U-SAS R2 e TS-ECx80U R2 dotate di porte SFP+ da 10GbE per consentire alle aziende di usufruire immediatamente della connettività di rete da 10GbE senza acquistare altri accessori", ha affermato David Tsao, Product Manager di QNAP. 

Entrambe le nuove serie supportano Qtier (Storage Auto-tiering), il caching SSD, una straordinaria condivisione di file fra piattaforme, la tecnologia SAN iSCSI e la virtualizzazione, oltre alle applicazioni aziendali ricche di funzioni, fra cui Virtualization Station per l'hosting di Virtual Machine, Container Station per l'integrazione delle tecnologie di virtualizzazione light LXC e Docker® e Qsirch, il motore di ricerca NAS in tempo reale. 

La nuova serie consente di rispondere facilmente alle esigenze di archiviazione mission-critical, garantendo la gestione di carichi di lavoro durevoli e il bilanciamento di applicazioni che richiedono alte prestazioni.

Informazioni per l'ordinazione
P/N ordine
CPU
RAM
Supporto 10GbE
TVS-EC1280U-SAS-RP-8GE-R2
Intel® Xeon® E3-1246 v3 da 3.5 GHz
RAM DDR3 ECC da 8 GB
2 porte SFP+ da 10GbE integrate
TVS-EC1580MU-SAS-RP-8GE-R2
TVS-EC1680U-SAS-RP-8GE-R2
TVS-EC2480U-SAS-RP-8GE-R2
TS-EC880U-E3-4GE-R2
Intel® Xeon® E3-1246 v3 3.5 GHz
RAM DDR3 ECC da 4 GB
2 porte SFP+ da 10GbE integrate
TS-EC1280U-E3-4GE-R2
TS-EC1680U-E3-4GE-R2
TS-EC2480U-E3-4GE-R2
Disponibilità
Le nuove serie NAS TVS-ECx80U-SAS R2 e TS-ECx80U R2 sono già disponibili. Per maggiori informazioni sull'acquisto o ulteriori dettagli su altre soluzioni QNAP NAS, visitare il sito www.qnap.com.

Informazioni su QNAP Systems, Inc.
QNAP Systems, Inc., come suggerisce l'acronimo inglese ("Quality Network Appliance Provider", provider di applicazioni di rete di qualità), fornisce una gamma completa di soluzioni NAS (Network Attached Storage) e NVR (Network Video Recorder) all'avanguardia, caratterizzate da semplicità d'uso, robustezza, grande capacità di archiviazione e affidabilità. 

QNAP integra tecnologia e design per implementare prodotti di qualità che migliorano concretamente l'efficienza delle aziende nella condivisione dei file, nelle applicazioni di virtualizzazione, nella gestione dello storage e nella videosorveglianza, oltre ad arricchire l'esperienza di intrattenimento per gli utenti privati con soluzioni che offrono un vero e proprio centro multimediale. Con sede a Taipei, QNAP continua a sviluppare soluzioni nuove e all'avanguardia per il mercato globale. 

Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.qnap.com




--
www.CorrieredelWeb.it

L’e-commerce di EMP è sempre più mobile


Il fatturato derivante da mobile aumenta del 70% rispetto allo scorso anno

Milano, 31 marzo 2016 – L'e-commerce è sempre più mobile, nel mondo come in Italia. Lo dicono ricerche e analisi di mercato, che mostrano tassi di crescita importanti nelle transazioni effettuate da dispositivi mobili, anche nel nostro paese. Il Mobile Performance Barometer di Zanox in particolare ha evidenziato per l'Italia un aumento del 58% del fatturato mobile rispetto al 2014, portando il nostro paese a posizionarsi come il quinto in Europa per tasso di crescita. E lo confermano i dati registrati sul campo da EMP, primo e-commerce rock d'Europa.

Nel corso del 2015, sono infatti cresciuti tutti gli indicatori rispetto all'anno precedente. Il fatturato da mobile è aumentato del 70% rispetto al 2014, tendenza assolutamente confermata anche dal numero degli ordini, cresciuto nello stesso periodo del 69%.

Parallelamente, lo scorso anno ha visto anche un forte incremento nel numero delle visite al sito da dispositivi mobile, aumentate del 48% rispetto al 2014. Nel corso dell'anno, quasi la metà delle visite totali al sito (circa il 47%) è avvenuta da mobile.

E i primi mesi del 2016 sembrano confermare in toto questa tendenza, con un incremento del 70% del fatturato e del 78% degli ordini, con dati relativi al primo trimestre del 2016 rispetto al periodo corrispondente del 2015.

"Sempre di più, il mondo di Internet rispecchia fedelmente quello reale. Gli utenti sono sempre più mobili, e desiderano compiere in mobilità ogni azione, compreso ovviamente l'acquisto di beni e servizi", spiega Alberto Gaglio, Country Manager di EMP Mailorder Italia. "A loro dedichiamo una cura particolare, con la disponibilità di una app che abbiamo completamente rinnovato pochi mesi fa e che permette di navigare in modo assolutamente intuitivo per tutta la nostra offerta, creando liste di preferiti e procedendo direttamente all'acquisto."

La nuova app di EMP permette di scegliere il meglio dello stile rockcon un semplice click. L'app è disponibile gratuitamente per il download dal sito, oltre che su Google Play e Apple Store.

L'offerta completa di EMP - che comprende abbigliamento, accessori, merchandising, gadget, supporti musicali e tanto altro ancora - è disponibile al sito www.emp-online.it.


EMP

EMP Mailorder Italia è la filiale italiana di EMP Merchandising, azienda che da oltre 25 anni opera in Germania ed in Europa ed è un punto di riferimento per tutto il merchandise del vecchio continente. Sponsor dei maggiori festival europei, EMP ha un moderno centro logistico in Germania da dove partono migliaia di spedizioni ogni giorno e milioni di cataloghi ogni anno. EMP opera direttamente anche in Germania, Svizzera, Austria, Olanda, Belgio, Francia, Inghilterra, Finlandia, Svezia, Danimarca, Norvegia, Slovacchia, Repubblica Ceca, Spagna e Portogallo, oltre che in tutto il mondo con il catalogo internazionale.

--
www.CorrieredelWeb.it

Rizzoli Emanuelli festeggia i 110 anni di storia con una sfida culinaria tra i migliori food blogger


In collaborazione con la Community "I Love Italian Food", l'azienda protagonista nel mercato delle conserve ittiche lancia "Una ricetta da 110 e lode", un'iniziativa che vede confrontarsi 20 tra i migliori food blogger italiani.

Parma, 31 marzo 2016 – Le alici salgono in cattedra con "Una ricetta da 110 e lode". È questa una delle iniziative che Rizzoli Emanuelli, protagonista nel mercato delle conserve ittiche, ha organizzato per festeggiare i suoi 110 anni di storia.

Nata dalla collaborazione con "I Love Italian Food", il network internazionale che ha la missione di diffondere passione per la cucina e il cibo italiano nel mondo, "Una ricetta da 110 e lode" prevede la sfida tra 20 dei migliori food blogger italiani che, utilizzando i prodotti Rizzoli Emanuelli, dovranno creare piatti originali.

Presentate sulla pagina Facebook di Rizzoli Emanuelli, le ricette saranno dunque a disposizione dei fan che per un mese potranno esprimere la propria preferenza a colpi di "like". Gli autori delle quattro ricette più gradite saranno protagonisti nel corso di CIBUS 2016, il salone internazionale dell'alimentazione, che si terrà a Parma dal 9 al 12 maggio. Qui infatti, nello stand di Rizzoli Emanuelli, i blogger vincitori potranno deliziare i visitatori con uno show-cooking capace di valorizzare il pesce azzurro utilizzando l'innovativa show-kitchen "Passepartout" di TM Italia, eccellenza manifatturiera marchigiana nella progettazione di spazi cucina su misura.

"Ci piace l'idea di festeggiare un traguardo così importante come quello dei 110 anni di storia con un'iniziativa che coniuga tradizione e innovazione. La capacità di creare ricette in linea con gli stili di consumo e i gusti attuali è infatti, non solo il segno della versatilità dei nostri prodotti, ma esprime pienamente anche l'approccio di un'azienda che ha sempre cercato di allineare la propria offerta alle esigenze in continua trasformazione dei consumatori", ha commentato Federica Siri, Marketing & Trade Marketing Manager di Rizzoli Emanuelli.

◊ ◊ ◊ ◊

Con sede a Parma, Rizzoli Emanuelli è un'azienda storica nel mercato delle conserve ittiche, attiva dal 1906. Elevati standard qualitativi, grande attenzione alla selezione delle materie prime, la scelta di una pesca sostenibile rispettosa dell'ecosistema marino, l'utilizzo di packaging innovativi sono gli asset distintivi di questa società che coniuga nuove tecnologie di produzione con una lavorazione artigianale per mantenere inalterato tutto il gusto fresco di mare e le proprietà nutrizionali dei propri prodotti.
Rizzoli Emanuelli propone un'ampia selezione premium che comprende alici, tonno e sgombro in diverse linee per la famiglia e la ristorazione. 


--
www.CorrieredelWeb.it

Xerox nominata come una delle aziende più etiche al mondo per il 10° anno consecutivo


MILANO, 31 marzo 2016 – Xerox, azienda basata sui servizi e guidata dalla tecnologia, è stata riconosciuta 2016 World's Most Ethical Company® da Ethisphere Institute, leader globale nella definizione e nella promozione degli standard che regolano le pratiche di business etico. 

 

Giunto alla decima edizione, il riconoscimento World's Most Ethical Companies premia quelle aziende in grado di tradurre principi in azioni e che si impegnano costantemente per rendere la fiducia parte integrante del loro DNA, e che riescono a definire gli standard di settore futuri applicando oggi le migliori best practice di domani.

 

Xerox, che dimostra un impegno costante nell'ambito della responsabilità sociale, è una delle sole 14 aziende premiate per il decimo anno consecutivo e questo prestigioso premio sottolinea infatti l'impegno dimostrato nel promuovere standard e pratiche aziendali etiche.

 

"Sin dagli inizi, Xerox si è distinta per il comportamento e l'integrità etica", ha dichiarato Don Liu, General Counsel and Secretary per Xerox. "Grazie a quest'ultima, possiamo affermare di vantare una delle più grandi qualità a cui un'azienda può aspirare e cioè raggiungere: la fiducia dei propri clienti, degli investitori, dei colleghi e delle comunità in cui si opera e vive. Questa fiducia è possibile per merito di ogni singola azione dei dipendenti Xerox in tutto il mondo".

 

Le valutazioni per l'iniziativa World's Most Ethical Company si basano sul framework Ethics Quotient™ (EQ), che Ethisphere Institute ha sviluppato in anni di ricerca e che viene accuratamente verificato e perfezionato dal World's Most Ethical Company Methodology Advisory Panel di Ethisphere. Il framework EQ offre un metodo quantitativo per misurare le performance di un'azienda in modo obiettivo, coerente e standardizzato. Le informazioni raccolte restituiscono una campionatura di criteri definitivi, completa delle competenze core nonché di tutti gli aspetti di corporate di governance, rischio, sostenibilità, conformità ed etica.


I punteggi sono calcolati in cinque categorie: programma di etica e conformità (con un peso del 35%), corporate Citizenship and Responsibility (20%), cultura etica (20%), Governance (15%) e leadership, innovazione e reputazione (10%) e forniti a tutte le aziende che prendono parte al processo.


"Le aziende si affidano a Ethisphere per misurare e migliorare continuamente il proprio comportamento. Quelle che dimostrano leadership in aree quali corporate Citizenship, integrità e trasparenza creano maggior valore per gli investitori, le comunità, i clienti e i dipendenti, consolidando un vantaggio di business sostenibile", afferma Timothy Erblich, Chief Executive Officer di Ethisphere. "Congratulazioni a Xerox per essere fra le World's Most Ethical Company!".




--
www.CorrieredelWeb.it

SCORTESE di Bevande Futuriste: la magia dell’arte botanica rivive con lo storytelling di Gruppo icat

1920. Venezia. Da qui parte il viaggio del botanico Eduardo Soranzo. Destinazione Parigi. Un tragitto sul celebre Orient Express ricco di emozioni, sensazioni, scoperte, amori. La vita trabocca, in questa esperienza, e il viaggiatore appunta ogni dettaglio nel suo diario. Una volta tornato in Italia decide di esprimere e di fissare per sempre tutte queste indimenticabili esperienze in una ricetta. Al suo interno ci sono profumi e aromi, scelti per essere i testimoni di momenti intensi, di incontri indimenticabili e ricordi struggenti. Da queste esperienze Soranzo crea SCORTESE, la prima tonica italiana a base di estratto di tè verde, cardamomo nero, lemongrass, estratto di china naturale e pochissimo zucchero.

Questo è il concept che Gruppo icat ha pensato per il lancio di SCORTESE, la tonica premium ideata da Bevande Futuriste in collaborazione con Samuele Ambrosi, bar tender di livello internazionale. Il rapporto fra l'azienda e l'agenzia è fortemente consolidato: da molti anni, infatti, Gruppo icat cura tutta la comunicazione dell'azienda e ha lanciato sul mercato, occupandosi della strategia e della creatività, i brand DiFrutta, ama_tè e Cortese.

 "Lo storytelling ideato per questa tonica super premium voleva essere fortemente coinvolgente – spiega Viviana Segantin, copywriter di Gruppo icat – andando a toccare un immaginario suggestivo, dove ognuno di noi, in parte, si può rispecchiare. Per questo ha ripreso il tema del viaggio, toccando due città particolarmente evocative e andando a tratteggiare situazioni dal forte contenuto emozionale. L'escamotage, poi, è stato quello di associare ciascuna sensazione provata dal Soranzo ad un ingrediente contenuto nella tonica: questo ha fornito il pretesto per "chiudere il cerchio", con la volontà del protagonista di fermare i suoi struggimenti e i suoi turbamenti in una ricetta esclusiva ed unica. Quella stessa ricetta che oggi, grazie ai mix creati dai top barman, regala al consumatore un nuovo viaggio nell'universo dei sensi".

La storia è stata raccontata in un vero e proprio diario con illustrazioni a china realizzate a mano, una grafica vintage, che propone alcuni stilemi tipici dell'inizio del '900 per gli interni, e una copertina in simil pelle come un vecchio taccuino per appunti. L'evento di lancio, al Casinò di Venezia, ha dato un aspetto ancora più coinvolgente e forte allo storytelling: dress code, location, musiche e arredamenti sono stati coordinati per creare una serata che ha immerso i numerosi ospiti nel mondo dell'arte botanica e dello stile anni '20. Il viaggio ora è in continua evoluzione sui social network attraverso una proficua strategia digital a opera della sezione di social media marketing di Gruppo icat.


--
www.CorrieredelWeb.it

Intel Security: la Smart Home deve poggiare su solide fondamenta: a rischio i dati personali

Secondo il 75% degli intervistati le case intelligenti miglioreranno la qualità della vita, ma il 66% è ancora molto preoccupato per gli aspetti di cybersecurity


SANTA CLARA, California, 31 marzo 2016 - Secondo un recente sondaggio realizzato da Vanson Bourne e commissionato da Intel Security, più della metà degli intervistati (54%) ha dichiarato di essere disposto a condividere i propri dati personali presenti nelle proprie Smart Home in cambio di denaro, e il 70% ritiene che buoni sconto e offerte speciali possano essere una congrua ricompensa in cambio di dati sull'utilizzo dei dispositivi intelligenti all’interno delle case intelligenti. L'indagine ha rilevato inoltre che il 77% degli intervistati ritiene che nel 2025 le case intelligenti saranno molto diffuse, come oggi gli smartphone, mentre il 66% si dice molto preoccupato che i dati presenti nelle smart home possano essere violati dai criminali informatici.

Il sondaggio “Internet of Things and the Smart Home” ("Internet delle Cose e Smart Home") pubblicato oggi è stato condotto sulla base di interviste a 9.000 utenti finali provenienti da nove paesi: Australia, Brasile, Canada, Francia, Germania, India, Messico, Regno Unito e Stati Uniti.

"Le case intelligenti, e i dati che vi confluiscono, possono davvero migliorare la vita quotidiana," ha affermato Steve Grobman, Chief Technology Officer di Intel Security. "La nostra indagine rivela come molte persone sarebbero disposte a condividere le informazioni personali racchiuse nelle “case intelligenti” in cambio di denaro o di buoni sconto, ma sono ancora comprensibilmente preoccupate per le minacce informatiche. La sicurezza deve essere considerata fin da subito in qualsiasi progetto legato all’Internet delle Cose e proprio per questo ne può favorire la diffusione."

Gli intervistati si sono dimostrati universalmente preoccupati per le potenziali minacce alla sicurezza provenienti dalle smart home, con il 92% preoccupato che i propri dati personali possano essere manipolati da criminali informatici. Parallelamente, in un recente documento su temi analoghi, quasi la stessa percentuale di intervistati (89%) ha dichiarato che se vivessero in una smart-home, preferirebbero adottare un’unica soluzione di sicurezza integrata per proteggere tutti i dispositivi intelligenti della casa.

Gli intervistati si sono dimostrati meno entusiasti degli attuali metodi di sicurezza come le password, con 4 su 10 che prevedono che le password saranno un problema per le case intelligenti, e i tre quarti (75%) che rivelano di essere un po' in ansia per il numero di password che dovrà ricordare e gestire nelle smart home. Tuttavia, la biometria è stata apprezzata come alternativa per l'accesso ai dispositivi delle case intelligenti. Quando è stato chiesto di scegliere tra i vari tipi di sicurezza biometrica, il 54% ha preferito le impronte digitali, il 46% il riconoscimento vocale e il 42% le scansioni oculari.

“La sicurezza sembra essere una delle preoccupazioni principali in grado di frenare la diffusione delle smart home” ha aggiunto Giorgio Bramati, consumer partner manager di Intel Security. Ogni dispositivo in grado di connettersi a internet che entra nelle nostre case intelligenti è in grado di esporci a nuovi rischi. Un hacker che entra in una casa tramite un termostato o un frigorifero intelligente può causare danni proprio come un criminale informatico che entra in un PC. Vogliamo dare un messaggio forte a chi si sta impegnando nelle smart home e nell’Internet delle Cose: la sicurezza deve essere alla base: come delle solide fondamenta per case e cose intelligenti”.

Tra i principali risultati emersi dallo studio segnaliamo:

Tra le generazioni coinvolte nel sondaggio, i Millennials (la cosiddetta Generazione Y, nata nel nuovo millennio, nota anche come Millennial Generation, Generation Next o Net Generation) hanno indicato che potrebbero essere interessati a ricevere qualcosa in cambio della condivisione dei propri dati sull’utilizzo dei dispositivi domestici intelligenti (il 63% gradirebbe denaro, il 44% sconti e il 29% coupon).
I tre quarti degli intervistati (75%) considera che ci saranno vantaggi per tutti dalle smart home
I dispositivi intelligenti più comunemente considerati sono gli impianti di illuminazione intelligenti (73%), gli elettrodomestici da cucina intelligenti (62%) e i termometri o le caldaie intelligenti (60%).
Oltre la metà degli intervistati si aspetta che nelle smart home anche le spese saranno più basse, per gas ed elettricitità (57%) e per riscaldamento e raffreddamento (55%).

A corredo di questa ricerca, the Atlantic Council ne ha avviata una ulteriore cui è possibile prendere parte al seguente indirizzo: www.atlanticcouncil.org/publications/reports/smart-homes-and-the-internet-of-things 

Metodologia
La ricerca “Internet of Things and the Smart Home” è stata condotta nel mese di Luglio 2015 da Vanson Bourne,  un fornitore indipendente di ricerche di mercato specializzato nel settore tecnologico. Sono stati intervistati complessivamente 9.000 utenti finali a livello globale, tra cui 2.500 negli Stati Uniti, 1.000 nel Regno Unito, 1.000 in Francia, 1.000 in Germania, 1.000 in Brasile, 1.000 in India, 500 in Canada, 500 in Messico e 500 in Australia.


###
Informazioni su Intel Security
McAfee è ora parte di Intel Security. Con la propria strategia Security Connected, l’approccio innovativo alla sicurezza potenziata dall’hardware e l’ineguagliato servizio Global Threat Intelligence, Intel Security è impegnata senza sosta nello sviluppo di soluzioni e servizi di sicurezza proattiva comprovati che proteggono sistemi, reti e dispositivi portatili per l’utilizzo aziendale e personale a livello mondiale. Intel Security combina l’esperienza e la competenza di McAfee con l’innovazione e le prestazioni comprovate di Intel per rendere la sicurezza un ingrediente essenziale di ogni architettura e di ogni piattaforma di elaborazione. La missione di Intel Security è di assicurare a chiunque la tranquillità di vivere e lavorare in modo sicuro e protetto nel mondo digital odierno. www.intelsecurity.com.

Con Cisco TelePresence la sanità virtuale mette il paziente al centro dell'attenzion


                           
 Un progetto all’avanguardia dell’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige (ASDAA) nella cura dei pazienti oncologici



Milano, 31 marzo 2016 – Cisco annuncia oggi che l’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige (ASDAA) sta portando avanti con successo un innovativo modello organizzativo e gestionale nella cura dei pazienti oncologici che trova nella tecnologia Cisco TelePresence® un elemento fondamentale.

Si tratta di un progetto di Certificazione della chirurgia oncologica che intende creare reti cliniche provinciali in grado di mettere in relazione tutti i professionisti che trattano patologie oncologiche nei sette ospedali della provincia. Il pilastro di questa best practice è costituito da Gruppi Interdisciplinari di Patologia, detti Tumorboards aziendali,  attivi in modalità di videoconferenza grazie alla soluzione Cisco TelePresence.

<![if !vml]><![endif]>L’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige è nata nel 2007 dall’unione delle precedenti quattro USL di Bolzano, Merano, Bressanone e Brunico e conta ad oggi oltre 9.000 dipendenti, di cui circa 1.000 medici. Prima dell’implementazione di questo progetto, i medici erano soliti comunicare per telefono/fax o incontrandosi presso le diverse sedi ospedaliere per discutere dei casi clinici. Tale approccio risultava però “costoso“ e difficilmente implementabile in ogni ospedale a causa della scarsità di risorse e delle difficoltà di condivisione delle competenze mediche altamente specializzate richieste (es. oncologi, medici, radioterapisti, patologi).

Il Responsabile del progetto di riforma oncologica in Alto Adige, Dott. Luca Armanaschi afferma che “Il tumorboard aziendale garantisce una visione complessiva del paziente oncologico, dopo una discussione tra tutti gli operatori specializzati presenti nei sette ospedali provinciali. La partecipazione in videoconferenza di un team multidisciplinare composto da chirurghi, oncologi, radioterapisti, radiologi, patologi, infermieri e altri specialisti rappresenta un enorme vantaggio per i pazienti e per lo sviluppo delle competenze professionali di tutti gli operatori coinvolti”

“Ogni settimana gli specialisti dei diversi presidi ospedalieri partecipano alla videoconferenza, per condividere le informazioni sui pazienti e sulla loro storia clinica, discutere i risultati degli esami diagnostici e decidere il percorso di cura più adatto per ogni singolo paziente,” afferma il Dott. Haimo Kaser, collaboratore dell’Ufficio aziendale sviluppo clinico e strategico di ASDAA; “Gli interventi chirurgici vengono sempre eseguiti da chirurghi dedicati in centri specializzati, mentre l’eventuale chemioterapia e follow-up vengono garantiti in tutti i sette ospedali provinciali. L’esperienza clinica dei singoli professionisti condivisa settimanalmente in videoconferenza genera anche un valore aggiuntivo per l’intera organizzazione aziendale.”

La Ripartizione Aziendale Informatica, in collaborazione con l’azienda partner TMS Telemedicine South Tyrol Srl, ha interconnesso i sette presidi ospedalieri ed il Servizio Aziendale di Radioterapia usando la tecnologia Cisco TelePresence. Ciascun ospedale dispone di una sala di videoconferenza collegata in rete ed equipaggiata con due monitor da 52 pollici. Inoltre, grazie alla soluzione Cisco Jabber, medici e specialisti possono eventualmente partecipare alle videoconferenze anche mediante i loro dispositivi desktop o mobili.

“Il processo di miglioramento che ha investito l’intero sistema aziendale dell’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige grazie all’utilizzo di una tecnologia nata per favorire lo scambio di opinioni ed esperienze,” conclude Michele Dalmazzoni, collaboration & business outcomes leader di Cisco Italia, “non solo consente ai medici di prendere decisioni più rapide sulla base di informazioni cliniche più accurate e condivise, ottimizza l’uso delle risorse, come il tempo e le attività amministrative, ma soprattutto migliora la qualità clinica garantita ai cittadini: un progresso in cui il risultato supera ampiamente la somma dei singoli elementi.”

ASDAA sta già valutando l’opportunità di estendere l’utilizzo della tecnologia Cisco TelePresence ad altri reparti ospedalieri per altre patologie.

La versione integrale del caso di successo è disponibile su 

www.cisco.com/web/IT/local_offices/case_history/index.html
 

www.cisco.com/assets/global/IT/local_offices/case_history/pdf/ASDAA_ITV3CS_italian_version.PDF 



Cisco
Cisco (NASDAQ: CSCO) è il leader mondiale del settore IT che aiuta le aziende a cogliere le incredibili opportunità offerte dal futuro, connettendo ciò che prima non era connesso. Per ulteriori informazioni visita il sito http://thenetwork.cisco.com.

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email